News

News

Prima casa: under 36 e cessione infraquinquennio in corso di separazione

12 Ottobre 2021 | di Redazione Scientifica

Separazione giudiziale: procedimento e impugnazioni

In sede di risposta a interpello l'AE ha fornito due interessanti chiarimenti in ordine ai tradizionali benefici “prima casa” e all'agevolazione speciale prevista per i giovani con meno di 36 anni.

Leggi dopo

È revocata la disposizione testamentaria a favore del legittimario se il de cuius conferisce al bene un’altra destinazione

12 Ottobre 2021 | di Katia Mascia

Cass. civ.

Successione testamentaria

Opera la presunzione di revoca quando sia accertata l’integrazione dei requisiti oggettivi posti dall’art. 686 c.c. in relazione all’alienazione e trasformazione della cosa legata. La trasformazione può verificarsi anche in relazione a una disposizione impartita dal testatore ai sensi dell’art. 733 c.c.

Leggi dopo

Pubblicate le nuove linee guida per la CTU su famiglie e minori

11 Ottobre 2021 | di Redazione Scientifica

Separazione giudiziale: procedimento e impugnazioni

Il Tribunale di Milano ha elaborato nuove linee guida per l’espletamento della CTU nelle cause di separazione, divorzio e responsabilità genitoriale dei figli di coppie non coniugate.

Leggi dopo

Titolo di studio non sfruttato, ridotto l’assegno riconosciuto alla donna

07 Ottobre 2021 | di Redazione Scientifica

Cass. civ.

Assegno di mantenimento per il coniuge

Vittoria per l’ex marito. Confermato in Cassazione il ‘taglio’ deciso in appello. Rilevante anche la capacità lavorativa non valorizzata dalla donna.

Leggi dopo

Decadenza benefici prima casa: nessuna eccezione per il coniuge non assegnatario

04 Ottobre 2021 | di Redazione Scientifica

Risp. AE

Casa familiare: assegnazione

Il coniuge, comproprietario della casa ex coniugale ma non assegnatario della stessa in sede di separazione, ove riacquisti un'altra abitazione decade dall'agevolazione “prima casa” se entro un anno dall'acquisto non abbia venduto la quota della casa familiare di cui risulta proprietario (Risp. AE 30 settembre 2021 n. 634).

Leggi dopo

Assegno divorzile e valutazione delle condizioni economico-patrimoniali dei coniugi

30 Settembre 2021 | di Redazione Scientifica

Cass. civ.

Assegno divorzile e una tantum

L’accertamento relativo all’inadeguatezza dei mezzi o all’incapacità di procurarseli per ragioni oggettive del coniuge richiedente deve essere espresso alla luce di una valutazione comparativa delle condizioni economico-patrimoniali delle parti, in considerazione del contributo fornito dal richiedente alla conduzione della vita familiare ed alla formazione del patrimonio comune, nonché di quello personale di ciascuno degli ex coniugi, in relazione alla durata del matrimonio ed all’età dell’avente diritto

Leggi dopo

Posta video con la figlia minore su Tik Tok: madre condannata a rimuoverli

29 Settembre 2021 | di Redazione Scientifica

Trib. Trani

Privacy, reputazione e crisi familiare

Condannata la madre che pubblica video e foto della figlia minore sui social network senza il consenso del padre.

Leggi dopo

Dichiarazione di adottabilità di un minore e valutazione delle condizioni di criticità dei genitori

23 Settembre 2021 | di Redazione Scientifica

Cass. civ.

Adozione di minore di età

La Suprema Corte afferma che la dichiarazione di adottabilità «deve conseguire ad un’indagine rigorosa ed attuale dei genitori e dei familiari disponibili entro il grado previsto dalla legge, ponendo al centro dell’esame la relazione con il minore nel suo sviluppo diacronico […]».

Leggi dopo

Il Tribunale di Milano accoglie la richiesta congiunta di scioglimento dell’unione civile

22 Settembre 2021 | di Redazione Scientifica

Trib. Milano

Unioni civili: scioglimento ed effetti

I Giudici del Tribunale di Milano hanno accolto la domanda di scioglimento di un'unione civile presentata congiuntamente da due donne.

Leggi dopo

L’ordine di pagamento diretto è posto a garanzia del corretto adempimento

20 Settembre 2021 | di Rosa Villani

Cass. civ.

Garanzie: ordine di pagamento diretto

L’art 156, comma 6, c.c., nell’attribuire al giudice, in caso di inadempimento dell’obbligo di corrispondere l’assegno di mantenimento, il potere di ordinare ai terzi, tenuti a corrispondere anche periodicamente somme di denaro al coniuge obbligato, che una parte di esse venga versata direttamente agli aventi diritto, postula una valutazione di opportunità che prescinde da qualsiasi comparazione tra le ragioni poste a fondamento della richiesta avanzata da questi ultimi e quelle addotte a giustificazione del ritardo nell’adempimento, implicando esclusivamente un apprezzamento in ordine all’idoneità del comportamento dell’obbligato a suscitare dubbi circa l’esattezza e la regolarità del futuro adempimento, e quindi, a frustrare le finalità proprie dell’assegno di mantenimento.

Leggi dopo

Pagine