News

News

La sospensione feriale dei termini nei procedimenti relativi all’amministrazione di sostegno

26 Maggio 2021 | di Redazione Scientifica

Cass. civ.

Amministrazione di sostegno

Nelle cause relative a procedimenti di amministrazione di sostegno, l’eccezione alla regola della sospensione dei termini durante il periodo feriale deve essere applicata alle controversie concernenti l’autorizzazione del giudice tutelare all’amministratore di sostegno ad agire in nome e per conto dell’amministrato in riferimento a diritti soggettivi personalissimi.

Leggi dopo

Affido super esclusivo al padre e sindrome della madre malevola: quale bilanciamento?

24 Maggio 2021 | di Sabrina Apa

Cass. civ.

Affidamento esclusivo

In tema di affidamento di figli minori, qualora un genitore denunci comportamenti dell'altro genitore, affidatario o collocatario, di allontanamento morale e materiale del figlio da sé, indicati come significativi di una sindrome di alienazione parentale (PAS), ai fini della modifica delle modalità di affidamento, il giudice di merito è tenuto ad accertare l’esistenza dei suddetti comportamenti, utilizzando i comuni mezzi di prova, tipici e specifici della materia, incluse le presunzioni, ed a motivare adeguatamente.

Leggi dopo

Il tutore del minore nominato nel procedimento sulla responsabilità genitoriale è litisconsorte necessario

21 Maggio 2021 | di Redazione Scientifica

Cass. civ.

Responsabilità genitoriale: decadenza e limitazioni

Nei giudizi relativi all’adozione di provvedimenti limitativi, ablativi o restitutivi della responsabilità genitoriale, sussiste un conflitto di interessi del minore verso i genitori con la conseguenza che, laddove non sia stato nominato un tutore provvisorio, deve essere nominato un curatore speciale ex art. 78 c.p.p.. In mancanza, il procedimento deve ritenersi nullo ex art. 354, comma 1, c.p.c..

Leggi dopo

Il definitivo tramonto del tenore di vita nell’attribuzione dell’assegno divorzile

17 Maggio 2021 | di Alice Di Lallo

Cass. civ.

Assegno divorzile e una tantum

L’assegno di divorzio ha funzione assistenziale, compensativa e perequativa. Il parametro per la sua attribuzione ha natura composita dovendo l’inadeguatezza dei mezzi o l’incapacità di procurarseli per ragioni oggettive essere desunta dalla valutazione di tutti gli indicatori contenuti nella prima parte dell’art. 5 comma 6, rivelatori della declinazione del principio di solidarietà.

Leggi dopo

Assegno divorzile da rivedere se all’ex moglie è stata attribuita anche la proprietà esclusiva di un immobile

14 Maggio 2021 | di Redazione Scientifica

Cass. civ.

Assegno divorzile e una tantum

Al momento della cessazione del vincolo coniugale, la valutazione dei beni ricadenti nella comunione, in vista della loro divisione, è un fatto rilevante ai fini della determinazione dell’assetto patrimoniale tra le parti.

Leggi dopo

Il Giudice deve attenersi al petitum per decidere sull’assegno divorzile

12 Maggio 2021 | di Redazione Scientifica

Cass. civ.

Assegno divorzile e una tantum

In tema di soluzione giudiziale della crisi familiare, le statuizioni che regolano gli aspetti economico-patrimoniali tra i coniugi incidono nell’area dei diritti a c.d. disponibilità attenuata e soggiacciono alle regole processuali ordinarie con il corollario del limite invalicabile della domanda, in quanto presuppongono l’iniziativa della parte interessata e l’indicazione, a pena di inammissibilità, del "petitum" richiesto al Giudice, potendo configurarsi come diritto indisponibile solo quello relativo alla parte del contributo economico connotata dalla finalità assistenziale.

Leggi dopo

Padre negli USA e minore in Italia con la madre: sull’attribuzione della responsabilità genitoriale decide il giudice italiano

29 Aprile 2021 | di Redazione Scientifica

Cass. civ.

Responsabilità genitoriale: risoluzione delle controversie

In tema di giurisdizione sui provvedimenti de potestate, al fine di stabilire la competenza giurisdizionale, assume rilevanza il criterio generale della residenza abituale del minore al momento della domanda, inteso come luogo concreto e continuativo di svolgimento della vita personale.

Leggi dopo

Accordo di separazione dei coniugi e successivo divorzio: è valida la pattuizione di un assegno “vita natural durante”?

27 Aprile 2021 | di Redazione Scientifica

Cass. civ.

Separazione giudiziale: procedimento e impugnazioni

Ove in sede di separazione, i coniugi, nel definire i rapporti patrimoniali già tra di loro pendenti e le conseguenti eventuali ragioni di debito-credito dedotte da ciascuno, abbiano pattuito anche la corresponsione di un assegno dell’uno a favore dell’altro da versarsi “vita natural durante”, il giudice del divorzio, chiamato a decidere sull’an dell’assegno divorzile dovrà preliminarmente provvedere alla qualificazione della natura dell’accordo inter partes, precisando se la rendita costituita (e la sua causa aleatoria sottostante) “in occasione” della crisi familiare sia estranea alla disciplina inderogabile dei rapporti tra coniugi in materia familiare, perché giustificata per altra causa e se abbia fondamento il diritto all’assegno divorzile (che comporta necessariamente una relativa certezza causale soltanto in ragione della crisi familiare).

Leggi dopo

Va garantito il riconoscimento della “filiazione same-sex” ai fini dell’esercizio della libera circolazione nel territorio UE

20 Aprile 2021 | di Annamaria Fasano, Giuseppina Pizzolante

Unioni civili: forma, diritti e doveri

Le interessanti conclusioni rese il 15 aprile 2021 dall’Avvocato generale Juliane Kokott, nella causa C‑490/20, V.М.А. c. Stolichna obshtina, rayon «Pancharevo», hanno ad oggetto il riconoscimento nello spazio UE del rapporto di filiazione da parte di una coppia sposata dello stesso sesso.

Leggi dopo

Coppia omosessuale: i due papà dovranno risultare sull'atto di nascita del figlio nato da maternità surrogata

14 Aprile 2021 | di Attilio Ievolella

App. Bari

Cognome

Accolta la richiesta dei due uomini, legati da una lunga relazione e dall’unione civile. Il Comune dovrà rettificare i certificati di nascita dei bambini, nati all’estero tramite surrogazione di maternità, identificando come padri sia quello biologico che quello cosiddetto ‘intenzionale’.

Leggi dopo

Pagine