News

News

Negato l’assegno di mantenimento al figlio maggiorenne che non cerca lavoro

07 Gennaio 2021 | di Redazione Scientifica

Cass. civ.

Figli maggiorenni

Il figlio divenuto maggiorenne ha diritto al mantenimento a carico dei genitori solo se, terminato il percorso di studi, dimostri di essersi effettivamente adoperato per rendersi autonomo economicamente, impegnandosi attivamente per trovare un’occupazione in base alle opportunità reali offerte dal mercato del lavoro, anche ridimensionando le proprie aspirazioni.

Leggi dopo

Legge di bilancio novità per le famiglie: dal 1 luglio 2021 via libera all’assegno unico per i figli

05 Gennaio 2021 | di Redazione Scientifica

Detrazioni per carichi di famiglia

La legge di bilancio tra le novità in materia di famiglia ha previsto uno stanziamento pari 3 miliardi di euro per costituire un fondo a favore dei figli nati o adottati, fino a 21 anni di età, differenziando gli importi sulla base dell’ISEE, riconfermati gli altri incentivi.

Leggi dopo

Con il testamento biologico ognuno può disporre sul proprio fine vita

05 Gennaio 2021 | di Nicola Frivoli

Trib. Napoli

Disposizioni anticipate di trattamento (DAT)

Ove l’Ufficiale dello stato civile rifiuti o ometta un adempimento connesso all’applicazione di regole dettate dalle disposizioni del d.P.R. n. 396/2000 o da altre normative nazionali o comunitarie, ovvero da convenzioni internazionali (nella specie, la ricezione di atto di disposizione anticipata di trattamento – DAT - per scrittura privata) l’interessato può ricorrere al Tribunale perché venga ordinato all’Ufficiale medesimo di dar corso a quell’adempimento.

Leggi dopo

I provvedimenti sui minori devono essere adottati dal giudice più vicino al luogo di residenza effettiva degli stessi

22 Dicembre 2020 | di Samantha Mendicino

Cass. civ.

Residenza abituale del minore

Le domande relative alla responsabilità genitoriale ed al mantenimento di figli minori appartengono alla giurisdizione dell'autorità giudiziaria dello Stato di residenza abituale dei minori al momento della loro proposizione, anche se alle stesse è affiancata la domanda di separazione personale dei coniugi.

Leggi dopo

Assegno divorzile e convivenza more uxorio: la Corte chiede un intervento delle Sezioni Unite

21 Dicembre 2020 | di Redazione Scientifica

Cass. civ.

Assegno divorzile e una tantum

La Cassazione, con ordinanza interlocutoria n. 28995/20, ha sollecitato l’intervento delle Sezioni Unite in merito alla questione se, instaurata la convivenza di fatto, definita all’esito di un accertamento pieno su stabilità e durata della nuova formazione sociale, il diritto dell’ex coniuge all’assegno di divorzile, sperequato nella posizione economica, si estingua comunque per un meccanismo ispirato ad automatismo, nella parte in cui prescinde di vagliare le finalità proprie dell’assegno, o se siano invece praticabili altre scelte interpretative che, guidate dall’obiettiva valorizzazione del contributo dato dall’avente diritto al patrimonio della famiglia dell’altro coniuge, sostengano dell’assegno divorzile, negli effetti compensativi suoi propri, la perdurante affermazione, anche, se del caso, per una modulazione da individuarsi, nel diverso contesto sociale di riferimento.

Leggi dopo

Il Tribunale può dichiarare sciolto il matrimonio anche in caso di revoca del consenso al divorzio congiunto

15 Dicembre 2020 | di Redazione Scientifica

Trib. Milano

Divorzio congiunto

Pronunciandosi in tema di divorzio a domanda congiunta, il Tribunale di Milano ha escluso che la revoca del consenso da parte di uno dei coniugi possa comportare l’arresto del procedimento o la conversione in contenzioso, dovendosi comunque procedere all’accertamento dei presupposti per la pronuncia di divorzio, per poi esaminare le condizioni concordate dai coniugi.

Leggi dopo

Inammissibile l’intervento della “madre gestazionale” nel giudizio costituzionale sul riconoscimento della “paternità intenzionale”

04 Dicembre 2020 | di Redazione Scientifica

Procreazione medicalmente assistita

La “madre gestazionale” di un bambino nato sulla base di un accordo di maternità surrogata chiede di intervenire nel giudizio costituzionale in vista del riconoscimento in Italia del provvedimento canadese che designa il “padre intenzionale” come secondo genitore del minore, pur non avendo preso parte al giudizio pendente dinanzi alla Corte di Cassazione. La Consulta dichiara inammissibile la richiesta, in quanto ella non è titolare di un interesse qualificato, «inerente in modo diretto e immediato al rapporto dedotto in giudizio».

Leggi dopo

L’ex marito può ottenere una riduzione dell’assegno divorzile con nuovi documenti prodotti in appello

03 Dicembre 2020 | di Redazione Scientifica

Cass. civ.

Assegno divorzile e una tantum

Nel giudizio divorzile in appello, che si svolge, ai sensi della l. n. 898 del 1970, art. 4, comma 15, secondo il rito camerale, di per sé caratterizzato dalla sommarietà della cognizione e dalla semplicità delle forme, va esclusa la piena applicabilità delle norme che regolano il processo ordinario ed è quindi ammissibile l’acquisizione di nuovi mezzi di prova, in specie documenti, a condizione che sia assicurato un pieno e completo contraddittorio tra le parti.

Leggi dopo

Illegittima la differente disciplina per procreazione medicalmente assistita eterologa ed omologa

30 Novembre 2020 | di Redazione Scientifica

Cons. Stato

Procreazione medicalmente assistita

Deve considerarsi illegittima la delibera della Giunta regionale che prevede una diversa disciplina per la procreazione medicalmente assistita di tipo eterologo, a carico del Servizio sanitario regionale, rispetto a quella omologa.

Leggi dopo

Giornata Mondiale contro la violenza sulle donne: i dati sull’applicazione del codice rosso

25 Novembre 2020 | di Redazione Scientifica

Rapporto del Ministero della Giustizia.pdf

Femminicidio

In occasione della Giornata Mondiale contro la violenza sulle donne, il Ministero della Giustizia ha reso noti i dati sull’applicazione della l. n. 69/2019, c.d. codice rosso. Il documento mostra i dati statistici rilevati presso gli uffici giudiziari dal 1° agosto 2019 al 31 luglio 2020.

Leggi dopo

Pagine