News

News su Casa familiare: comodato e locazione

Bonus affitti: illegittimo chiedere un periodo di residenza solo agli immigrati

19 Settembre 2018 | di Redazione Scientifica

Corte cost.

Casa familiare: comodato e locazione

Secondo la Corte costituzionale è discriminatorio richiedere solo ai cittadini di Paesi non UE una certa durata di residenza quale requisito necessario per accedere al Fondo nazionale per il sostegno all’accesso alle abitazioni in locazione.

Leggi dopo

Se l’immobile in comodato è destinato ad abitazione familiare resta alla nuora

16 Febbraio 2016 | di Redazione Scientifica

Cass. civ.

Casa familiare: comodato e locazione

Per il rilascio di un immobile concesso in comodato è necessario distinguere se si tratta di comodato propriamente detto, la cui restituzione immediata è possibile solo in caso di bisogno urgente ed imprevisto, o comodato senza determinazione di durata, la cui richiesta di rilascio al comodatario è possibile ad nutum.

Leggi dopo

In vigore la legge di Stabilità 2016

04 Gennaio 2016 | di Redazione Scientifica

L. 28 dicembre 2015 n. 208

Casa familiare: comodato e locazione

È stata pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 302 del 30 dicembre 2015 la l. 28 dicembre 2015, n. 208 recante “Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato”. Diverse le novità relative al diritto di famiglia: dall'istituzione del fondo di solidarietà per il coniuge in stato di bisogno alla riduzione del 50% della base imponibile IMU sugli immobili concessi in comodato a genitori o figli.

Leggi dopo

Immobile adibito a casa familiare: quando il comodante può chiedere la restituzione?

11 Dicembre 2015 | di Redazione Scientifica

Cass. civ.

Casa familiare: comodato e locazione

In caso di godimento di un immobile concesso in comodato a tempo indeterminato, la specificità della destinazione alle esigenze abitative familiari, impressa per effetto della concorde volontà delle parti, è idonea a conferire all'uso il carattere implicito della durata del rapporto anche oltre la crisi coniugale. Di conseguenza il comodante può chiedere la restituzione del bene solo in caso di sopravvenienza di un bisogno urgente e imprevisto.

Leggi dopo