Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata su Successione legittima

La fideiussione prestata dal de cuius quale passività deducibile dall'asse ereditario: presupposti e limiti

09 Febbraio 2022 | di Barbara D'Amato

Cass. civ.

Successione legittima

Nella formazione della massa ereditaria ai sensi dell'art. 556 c.c, quali requisiti devono avere i debiti del defunto per consentire una legittima detrazione dei medesimi dal valore dei beni costituenti il relictum?

Leggi dopo

La natura costitutiva della divisione ereditaria

27 Gennaio 2020 | di Vera Tagliaferri, Francesca Maria Bava

Cass. civ.

Successione legittima

Gli atti di scioglimento della comunione ereditaria sono soggetti alla comminatoria della sanzione della nullità, prevista dall’art. 46, comma 1, del d.P.R. 6 giugno 2001 n. 380...

Leggi dopo

I coeredi di un immobile rispondono solidalmente dei debiti condominiali sorti successivamente all’accettazione dell’eredità

28 Gennaio 2019 | di Maurizio Tarantino

Trib. Bologna

Successione legittima

Chiamato ad accertare la legittimazione di un’opposizione avverso un decreto ingiuntivo, richiesto dal condominio per i debiti condominiali maturati prima e dopo la morte del de cuius, il Tribunale ha evidenziato che la dichiarazione di accettazione dell’eredità costituisce un atto puro e irrevocabile, per cui...

Leggi dopo

Il diritto del lavoratore alla retribuzione per le ferie non godute è trasmissibile agli eredi

29 Novembre 2018 | di Annamaria Fasano, Giuseppina Pizzolante

Corte di Giustizia UE

Successione legittima

Il decesso di un lavoratore non estingue il suo diritto alle ferie annuali retribuite e di conseguenza i suoi eredi possono chiedere un’indennità finanziaria per le ferie annuali da lui non godute.

Leggi dopo

L’accettazione tacita dell’eredità da parte del beneficiario di amministrazione di sostegno

29 Settembre 2017 | di Stefano Molfino

Trib. Vercelli

Successione legittima

Può il beneficiario di amministrazione di sostegno accettare l’eredità in modo puro e semplice ed altresì tacitamente?

Leggi dopo

Le domande di divisione giudiziale e di retratto successorio sono compatibili e autonome

13 Giugno 2017 | di Francesco Scarfò

Cass.

Successione legittima

Sono compatibili la previa domanda di scioglimento della comunione ereditaria e la successiva azione volta ad ottenere l'esercizio del retratto successorio ai sensi dell'art. 732 c.c.?

Leggi dopo

Le donazioni di cosa altrui e della “quotina”: l'intervento delle Sezioni Unite

26 Agosto 2016 | di Francesco Scarfò

Cass. civ.

Successione legittima

La donazione di un bene altrui, benché́ non espressamente vietata, deve ritenersi nulla per difetto di causa, a meno che nell'atto si affermi espressamente che il donante sia consapevole dell'attuale non appartenenza del bene al suo patrimonio.

Leggi dopo

Il Tribunale della funzione pubblica è competente in caso di decesso del funzionario

04 Novembre 2015 | di Annamaria Fasano, Giuseppina Pizzolante

Corte Giustizia UE

Successione legittima

Il caso esaminato dalla Corte di Giustizia concerne il riesame della sentenza del Tribunale dell’Unione europea con cui il giudice aveva annullato la pronuncia del Tribunale della funzione pubblica per aver respinto il ricorso per risarcimento proposto dal sig. Livio Missir Mamachi di Lusignano.

Leggi dopo

È costituzionalmente legittimo l’effetto retroattivo della parentela “naturale”

30 Luglio 2015 | di Vera Tagliaferri

C. cost.

Successione legittima

La Corte Costituzionale ha dichiarato non fondata la questione di legittimità costituzionale dell’art. 104, commi 2 e 3, d.lgs. 28 dicembre 2013, n. 154 in riferimento agli artt. 2, 3 e 76 Cost.. Le argomentazioni a sostegno sono principalmente due: una di tipo sistematico ed una di tipo letterale.

Leggi dopo

Actio interrogatoria ex art. 481 c.c. e perdita del diritto di accettare l’eredità

13 Luglio 2015 | di Luca Lanzalone

Cass. civ.

Successione legittima

Ai sensi dell’art. 480 comma 1 c.c., il diritto di accettare l’eredità si prescrive in 10 anni. Il termine di prescrizione ordinario decennale, nel caso del diritto in questione, manifesta un principio importante: il chiamato all’eredità ha diritto di rimanere inerte per tutto il detto termine, mantenendo vivo il suo diritto potestativo (Cass. n. 6099/1993).

Leggi dopo

Pagine