Homepage

Giurisprudenza commentata Giurisprudenza commentata

Ratei di mutuo quali oneri deducibili come assegni periodici corrisposti al coniuge

24 Maggio 2021 | di Benedetta Rossi

Cass. civ.

Assegno divorzile e una tantum

La Corte di Cassazione ha affrontato la questione della deducibilità del pagamento delle rate di mutuo, effettuato in luogo dell'altro coniuge, dal reddito del coniuge onerato, valutando se possa e in quali termini essere assimilato alla corresponsione al coniuge degli assegni periodici.

Leggi dopo
News News

Il tutore del minore nominato nel procedimento sulla responsabilità genitoriale è litisconsorte necessario

21 Maggio 2021 | di Redazione Scientifica

Cass. civ.

Responsabilità genitoriale: decadenza e limitazioni

Nei giudizi relativi all’adozione di provvedimenti limitativi, ablativi o restitutivi della responsabilità genitoriale, sussiste un conflitto di interessi del minore verso i genitori con la conseguenza che, laddove non sia stato nominato un tutore provvisorio, deve essere nominato un curatore speciale ex art. 78 c.p.p.. In mancanza, il procedimento deve ritenersi nullo ex art. 354, comma 1, c.p.c..

Leggi dopo
Giurisprudenza commentata Giurisprudenza commentata

Il trasferimento di diritti reali nell'accordo separativo

20 Maggio 2021 | di Marina Pavone

Cass. civ.

Separazione giudiziale: procedimento e impugnazioni

La Corte con tale pronuncia attribuisce al diritto di abitazione conferito a moglie natura di “contratto atipico” e non di “condizione della separazione”, con la conseguenza che tale diritto non sarà suscettibile di correzione né in sede di ricorso ad hoc ex art. 710 c.p.c. né in fase di divorzio atteso che la modifica, con le suddette modalità, può intervenire soltanto sulle clausole aventi causa nella separazione personale, ma non sui patti autonomi che restano a regolare i reciproci rapporti ai sensi dell'art. 1372 c.c..

Leggi dopo
Quesiti Operativi Quesiti Operativi

Come convertire il permesso studio in permesso di lavoro per un cittadino extracomunitario regolarmente soggiornante in Italia?

19 Maggio 2021 | di Federico Colangeli

Cittadinanza

Procedimento amministrativo per la conversione del permesso di soggiorno per studio in permesso di soggiorno per lavoro: la specifica ipotesi del cittadino extracomunitario, regolarmente soggiornante sul territorio nazionale al raggiungimento della maggiore età.

Leggi dopo
Giurisprudenza commentata Giurisprudenza commentata

Agevolazione “prima casa” e separazione consensuale: il coniuge non affidatario ha diritto di poter accedere nuovamente all'agevolazione

19 Maggio 2021 | di Armando Cecatiello

C.t.r. Lazio

Casa familiare: fiscalità

Il coniuge separato, cui non è stata assegnata la casa familiare che ha acquistato usufruendo delle agevolazioni "cd. prima casa", può nuovamente usufruire del beneficio in caso di acquisto di nuovo immobile.

Leggi dopo
Focus Focus

Effetti della morte del coniuge separato e del convivente di fatto sui diritti dei superstiti

18 Maggio 2021 | di Anna Pizzimenti

Successione legittima

La poliedricità che le relazioni affettive hanno manifestato nel corso degli ultimi anni non è stata assecondata da una corrispondente metamorfosi della normativa, la quale appare ancora arroccata su visioni monolitiche dell'”unione”, lato sensu intesa, fra persone, che fa del matrimonio il paradigma con cui “regolare” altri rapporti. L'apporto innovativo dato dalla legge n.76/2016 (cosiddetta legge Cirinnà) ha solo parzialmente spostato l'asse, per riequilibrare il sistema, tarandolo anche sulle unioni civili. A rimanere parzialmente esclusa è stata la “convivenza di fatto”, alla quale non sono state estese le medesime garanzie e le tutele previste per i coniugi e gli uniti civilmente. Nell'articolo che segue, in particolare, è sviluppata la disamina afferente ai diritti successori del coniuge separato e del convivente nei confronti del de cuius, che, successivamente alla separazione, abbia intrapreso una convivenza di fatto. Viene, inoltre, esaminata la disciplina relativa al diritto alla pensione di reversibilità e al trattamento di fine rapporto, facendo emergere le distonie del sistema normativo, a discapito proprio della relazione di convivenza, le cui tutele sono minime e non assimilabili, sul piano dei diritti successori e in materia di previdenza, a quelle del rapporto di coniugio e dell'unione civile. Auspicabile è, indubbiamente, un riallineamento di prospettive e una rivalutazione del tipo di tutele, anche de jure condendo.

Leggi dopo
Giurisprudenza commentata Giurisprudenza commentata

Minore adottato all'estero: il difficile rapporto tra rispetto del formalismo delle procedure interne e perseguimento dell'interesse del minore

17 Maggio 2021 | di Giulio Montalcini

App. Milano

Adozione internazionale

In tema di riconoscimento delle sentenze di adozione all'estero, il giudice italiano pur in assenza del requisito del soggiorno continuativo all'estero da parte della coppia, con residenza da almeno due anni, può discostarsene attribuendo primario valore all'interesse del minore coinvolto.

Leggi dopo
News News

Il definitivo tramonto del tenore di vita nell’attribuzione dell’assegno divorzile

17 Maggio 2021 | di Alice Di Lallo

Cass. civ.

Assegno divorzile e una tantum

L’assegno di divorzio ha funzione assistenziale, compensativa e perequativa. Il parametro per la sua attribuzione ha natura composita dovendo l’inadeguatezza dei mezzi o l’incapacità di procurarseli per ragioni oggettive essere desunta dalla valutazione di tutti gli indicatori contenuti nella prima parte dell’art. 5 comma 6, rivelatori della declinazione del principio di solidarietà.

Leggi dopo
News News

Assegno divorzile da rivedere se all’ex moglie è stata attribuita anche la proprietà esclusiva di un immobile

14 Maggio 2021 | di Redazione Scientifica

Cass. civ.

Assegno divorzile e una tantum

Al momento della cessazione del vincolo coniugale, la valutazione dei beni ricadenti nella comunione, in vista della loro divisione, è un fatto rilevante ai fini della determinazione dell’assetto patrimoniale tra le parti.

Leggi dopo
Giurisprudenza commentata Giurisprudenza commentata

Irripetibili le somme versate a titolo di mantenimento del figlio maggiorenne anche se ha un contratto di apprendistato

14 Maggio 2021 | di Paola Silvia Colombo

Trib. Bari

Assegno di mantenimento per i figli

Il tribunale di Bari esclude, la possibilità per il padre di chiedere la restituzione di quanto versato al figlio maggiorenne che lavora con contratto di apprendistato e può ritenersi economicamente indipendente.

Leggi dopo

Pagine