Procedimento per la risoluzione delle controversie o per la violazione dei provvedimenti

 

Il regime di affidamento condiviso impone ai genitori di assumere congiuntamente almeno le scelte più importanti inerenti istruzione, salute, educazione nonché quella sulla residenza abituale del minore. Nel caso di contrasto tra i genitori è il Giudice che assume la decisione mediante il procedimento “speciale” disciplinato dall’art. 709-ter c.p.c., espressamente applicabile non solo alle controversie sull’esercizio della responsabilità genitoriale ma anche in presenza di violazioni da parte di uno dei genitori delle condizioni dell’affidamento; in quest’ultimo caso il Giudice può irrogare sanzioni pecuniarie e condannare al risarcimento del danno a favore del minore o dell’altro genitore.


Leggi dopo