Bussola

Divorzio: presupposti ed effetti

(NUOVO AGGIORNAMENTO)

Sommario

Inquadramento | Il presupposto soggettivo | I presupposti oggettivi | Gli effetti personali | Effetti patrimoniali |

 

*Bussola aggiornata da Andrea Conti Il termine divorzio indica la possibilità di sciogliere definitivamente il vincolo matrimoniale e, pur non trovando riscontro nel dato normativo, viene comunemente usato – superando l’etimologia latina che richiama lo scioglimento volontario del vincolo coniugale – per indicare due istituti: lo scioglimento del matrimonio civile, celebrato davanti alle Autorità Civili (art. 1, l. 898/1970), e la cessazione degli effetti civili del matrimonio religioso (art. 2, l. 898/1970). Pertanto, nel genus divorzio sono ricompresi due istituti che, pur essendo unificati quanto a presupposti, modalità applicative ed effetti, assumono nomi differenti a seconda che il matrimonio sia stato celebrato secondo quanto prescrive il Codice civile ovvero secondo i canoni religiosi – e, quindi, comprensivo non solo del matrimonio concordatario, ma anche del matrimonio religioso riconducibile a culti ammessi dallo Stato ed a confessioni religiose disciplinate mediante Intese –. A riprova del fatto che la differente terminologia utilizzata dalla Legislatore non produce differenti regimi applicativi vi è da considerare che il Giudice, a fronte di una domanda volta ad ottenere lo scioglimento del matrimonio, possa pronunciare la cessazione degli effetti civili del matri...

Leggi dopo

Esplora i contenuti più recenti su questo argomento

Casi e sentenze

Casi e sentenze

Su Assegno divorzile e una tantum

Vedi tutti »

Multimedia

Multimedia

Su Divorzio: presupposti ed effetti

04 Giugno 2015
Divorzio breve
di Alberto Figone

Vedi tutti »