Bussola

Diritti e doveri del figlio

Sommario

Inquadramento | Diritto al mantenimento, educazione, istruzione e assistenza morale | Diritto a crescere in famiglia | Diritto a mantenere rapporti significativi con i parenti | Il diritto di essere ascoltato | Dovere di contribuzione e di rispetto | Dovere di residenza | Guida all'approfondimento |

 

I diritti e i doveri del figlio nei confronti dei genitori trovano una espressa consacrazione nell'art. 315-bis c.c. introdotto dall'art. 1, comma 8, l. 10 dicembre 2012, n. 219 recante «Disposizioni in materia di riconoscimento dei figli naturali». In particolare, i diritti del figlio sono quelli di essere mantenuto, educato, istruito e assistito moralmente dai genitori, crescere in famiglia, mantenere rapporti significativi con i parenti ed essere ascoltato in tutte le questioni e le procedure che lo riguardano. Per contro, i suoi doveri sono quelli di rispettare i genitori e di risiedere presso la loro casa, oltre a contribuire al mantenimento della famiglia. I diritti enunciati rappresentano il riflesso dei doveri dei coniugi di mantenere, istruire, educare ed assistere moralmente i figli, sanciti dall'art. 147 c.c., come modificato dal d.lgs. 28 dicembre 2013, n. 154. Le singole disposizioni della citata norma non rappresentano una novità in senso assoluto nell'ordinamento giuridico, giacché esse ricalcano norme già esistenti sia di fonte nazionale sia di fonte sovranazionale. In particolare, tale disposizione riecheggia l'art. 24 della Carta dei diritti fondamentali dell'Unione Europea che riconosce al minore il diritto alla protezione e alle cure necessarie per il propr...

Leggi dopo