Bussola

Assegni: lettura e dichiarazione dei redditi

(NUOVO AGGIORNAMENTO)
, , ,

Sommario

Inquadramento | Dichiarazione dei redditi. Caratteristiche | Soggetti obbligati a presentare la dichiarazione dei redditi | Dichiarazione dei redditi. Lettura per una corretta valutazione della situazione patrimoniale dei coniugi | L’accesso ai dati reddituali e patrimoniali in caso di separazione e divorzio: le posizioni del Consiglio di Stato sentenza n. 5347/2019 | Fattispecie reddituali che esonerano dall’inserimento in dichiarazione dei redditi | Gli oneri deducibili | Dichiarazione dei redditi del coniuge erogante il contributo al mantenimento o l’assegno di divorzio | Versamento per compensazione dell'assegno periodico | L’evoluzione normativa nel tempo | Il recepimento dell’indirizzo normativo nelle pronunzie di legittimità | L’evoluzione della giurisprudenza: dalla sentenza n. 11490/1990 della Cassazione a Sezioni Unite al cambio di rotta della sentenza di Cassazione n. 11504/2017, in tema di attribuzione all’ ex coniuge dell’assegno di divorzio | La svolta della sentenza di Cassazione Sezioni Unite n. 18287 del 11 luglio 2018 | Cenni sulla esenzione da ogni imposta e tassa relativa ai provvedimenti di scioglimento | Somme pagate in unica soluzione | Alcune precisazioni | Importi "una tantum" versati in modo frazionato | Versamento assegni arretrati in unica soluzione | Assegni erogati mediante trattenuta dei redditi di lavoro dipendente da parte del sostituto d'imposta | Dichiarazione dei redditi del coniuge percipiente | La dichiarazione dei redditi come prova nel giudizio di separazione o divorzio | Le dichiarazioni dei redditi nel processo di separazione e divorzio e i nuovi obblighi di disclosure | Il diritto all’accesso documentale dei coniugi: la recente modifica di posizione del Consiglio di Stato del 2020 | Casistica |

 

*Bussola aggiornata da P. Bausola   Sia in sede di procedimento di separazione (art. 706, comma 3, c.p.c.) sia in sede di scioglimento del matrimonio (artt. 4, comma 6, e 5 comma 9 l. n. 898/1970) vige da tempo l’obbligo (non sanzionato) di produrre le dichiarazioni dei redditi. Il riferimento generico alle “ultime” dichiarazioni dei redditi è stato interpretato dalla prassi giudiziaria nel senso che l’obbligo di allegazione riguardi le dichiarazioni degli ultimi tre anni. Sulla base delle dichiarazioni dei redditi, salvo la recente prassi di alcuni tribunali che, come vedremo, hanno ampliato e dettagliato la documentazione fiscale richiesta alle parti al fine di poter ricostruire la loro situazione reddituale e patrimoniale, nella fase presidenziale viene quantificato e disposto, con i provvedimenti temporanei ed urgenti, il contributo al mantenimento per il coniuge e per i figli, nonché l’assegno di divorzio valevole per tutta la durata del procedimento e fino alla sentenza.

Leggi dopo

Esplora i contenuti più recenti su questo argomento

Focus

Focus

Su Assegni: lettura e dichiarazione dei redditi

11 Giugno 2019
Assegni di mantenimento e imposte sostitutive all'IRPEF
di Massimiliano Ferrari

Vedi tutti »

Casi e sentenze

Casi e sentenze

Su Assegni: lettura e dichiarazione dei redditi

Vedi tutti »

Multimedia

Multimedia

Su Assegno divorzile e una tantum

30 Agosto 2018
Il nuovo assegno di divorzio dopo le Sezioni Unite
di Alessandro Simeone

Vedi tutti »