Focus

Con i decreti attuativi si delineano alcuni contorni penalistici delle Unioni civili

Sommario

Presupposti e confini del potere del legislatore delegato | Estensioni ipotizzabili a prescindere dall'intervento normativo del Governo | L'intervento del legislatore delegato: le modifiche al codice penale | L'intervento del legislatore delegato: le modifiche al codice di procedura penale | In particolare, l'art. 199 c.p.p. | Conclusioni |

 

A seguito della l. 20 maggio 2016 n. 76, che in particolare ha istituito l'unione civile tra persone dello stesso sesso quale specifica formazione sociale ai sensi degli artt. 2 e 3 Cost., il Governo ha emanato il d. lgs. 19 gennaio 2017, n. 6 «Modificazioni ed integrazioni normative in materia penale per il necessario coordinamento con la disciplina delle unioni civili, ai sensi dell’art. 1, comma 28, lettera c), della legge 20 maggio 2016, n. 76». L’Auotre propone una riflessione sulla conformità alla Costituzione dell'intervento normativo del legislatore delegato e sull'incisività delle modifiche operate con il decreto legislativo in commento.

Leggi dopo