Casi e sentenze

Esercizio disgiunto della responsabilità genitoriale limitato all’organizzazione della vita quotidiana

L’affidamento condiviso, previsto come regola dall’art. 337 ter c.c., comporta l’esercizio della responsabilità genitoriale da parte di entrambi i genitori e una condivisione delle decisioni di maggiore importanza - riguardanti istruzione, educazione e salute - da assumere di comune accordo tenendo conto della capacità, dell’inclinazione naturale e delle aspirazioni del minore, dovendo limitare l’esercizio disgiunto della responsabilità genitoriale per le sole questioni di ordinaria gestione e limitatamente a ciò che attiene all’organizzazione della vita quotidiana (ad esempio per la scelta delle persone da frequentare, per l’alimentazione, per le attività ludiche e di svago) nei periodi di tempo coincidenti con la permanenza presso di sé.

Leggi dopo

Le Bussole correlate >