Casi e sentenze

Conflitto di competenza: il provvedimento de potestate emesso dal giudice incompetente può essere revocato

La pendenza di un giudizio sul conflitto familiare costituisce un limite alla competenza del giudice specializzato, secondo quanto dispone l’art. 38 disp. att. c.c.. La norma risponde alla necessità di evitare una sovrapposizione e una sovrabbondanza di provvedimenti giurisdizionali in ordine ad una medesima questione, con il conseguente rischio di adozione di provvedimenti contrastanti. Ove ciò si verifichi, il giudice di secondo grado, pur in assenza di un esplicito motivo di gravame sulla competenza, deve attivare i propri poteri officiosi al fine di rendere effettivo il principio di concentrazione delle tutele, di rilevanza pubblicistica. 

Leggi dopo