Quesiti Operativi

Quesiti Operativi

Violazione degli obblighi di assistenza familiare. L'adempimento parziale esclude il reato?

18 Aprile 2019 | di Chiara Fiandanese

Violazione degli obblighi di assistenza familiare

I mezzi di sussistenza richiamati dal codice penale non si identificano con gli alimenti disciplinati dal codice civile.

Leggi dopo

Se uno dei genitori dona la quota di comproprietà al figlio minore può non pagare l'IMU sulla casa donata?

11 Aprile 2019 | di Vera Tagliaferri

Domicilio, residenza, dimora

Poiché la casa in comproprietà per il padre è una seconda casa, egli paga l'IMU pro quota su questa casa. Se donasse al figlio la quota di comproprietà, sarebbe sgravato dall'imposta?

Leggi dopo

È possibile sapere se una eredità è stata accettata e da chi?

21 Marzo 2019 | di Vera Tagliaferri

Successione legittima

Tizia, vedova e senza figli, è venuta a mancare senza lasciare disposizioni testamentarie. I cugini vorrebbero sapere se qualcuno ha già rinunciato o accettato l’eredità.

Leggi dopo

Controllare il cellulare del coniuge, quando è reato?

14 Marzo 2019 | di Chiara Fiandanese

Privacy, reputazione e crisi familiare

È legittimo controllare il contenuto delle comunicazioni e delle conversazioni del cellulare del coniuge?

Leggi dopo

Figlio nato da ovodonazione e separazione dei genitori

28 Febbraio 2019 | di Alberto Figone

Procreazione medicalmente assistita

Figlio nato all'estero in costanza di matrimonio con la pratica dell'ovodonazione (in quanto la moglie era sterile) non consentita in Italia all'epoca dei fatti, ma permessa in Spagna dove è stata praticata. Dopo la nascita del minore i coniugi si separano. La madre ottiene alcuni diritti in più rispetto al padre, unico ad avere un legame biologico con il minore, e così pure i genitori della madre, in pessimi rapporti con il genero. Come si possono definire tali rapporti di parentela e quali tutele vi possono essere per il padre?

Leggi dopo

Il legale della madre può costituirsi anche per il figlio maggiorenne non autosufficiente?

24 Gennaio 2019 | di Alberto Figone

Figli maggiorenni

Moglie e figlio maggiorenne ricevono la notifica di un ricorso per divorzio, con il quale il rispettivo marito e padre chiede, tra l'altro, l'esonero dal contributo per il figlio, nel presupposto che questi dovrebbe già essere autonomo. Il Legale della moglie può costituirsi anche per il figlio, che intende chiedere l'assegno, non essendo ancora autosufficiente?

Leggi dopo

Divorzio congiunto e revoca del consenso

15 Gennaio 2019 | di Alessandro Simeone

Divorzio congiunto

Il marito, avvocato, deposita ricorso congiunto per la modifica delle condizioni di divorzio, rappresentando anche la moglie che gli rilasciato procura alle liti ad hoc. Nel merito le parti chiedevano di sostituire all'obbligo di mantenimento in favore dei figli fissato per la moglie, la cessione dell'immobile. La moglie revoca il consenso. È nulla la procura alle liti per conflitto di interessi? Nell'ipotesi di mancata comparizione della parte resistente all'udienza, la richiesta diviene improcedibile/inammissibile o si trasforma automaticamente in giudiziale? È possibile revocare il consenso prima della udienza?

Leggi dopo

Condizioni e termini dell’azione di disconoscimento di paternità

28 Dicembre 2018 | di Alberto Figone

Disconoscimento di paternità

Un bambino nasce da coppia coniugata, che poco dopo la nascita si separa e divorzia. Il nuovo compagno della madre si fa carico della crescita e del mantenimento del piccolo, che oggi ha cinque anni e considera quell’uomo il proprio padre. La madre ora afferma che il figlio era stato concepito non già dall’ex marito (nel frattempo completamente sparito), ma dal compagno. Quali rimedi si possono assumere per attribuire al bambino uno status veritiero?

Leggi dopo

Scelta della residenza: ricorso ex art. 316 c.c. o 709-ter c.p.c.?

13 Dicembre 2018 | di Alessandro Simeone

Responsabilità genitoriale: risoluzione delle controversie

Tizio ha una figlia dodicenne da Caia. I genitori non vivono insieme da tempo ma non sussiste provvedimento che regola i loro rapporti verso la figlia. Adesso la madre ha comunicato al padre che sta per trasferirsi in un paese lontano dall’attuale luogo di residenza. Dovendo urgentemente depositare ricorso, in relazione al prospettato trasferimento deciso unilateralmente dalla madre, e sicuramente pregiudizievole dell'interesse della minore, l'inquadramento giuridico del procedimento sarà ai sensi dell'art. 709-ter c.p.c. o dell’art. 316 c.c.?

Leggi dopo

Coniugi separati: quale azione esperibile per un figlio, indicato erroneamente come concepito dal marito?

06 Dicembre 2018 | di Alberto Figone

Azioni di stato

Due coniugi consensualmente separati, in conseguenza di un occasionale rapporto sessuale, hanno un figlio, che il marito riconosce. L’ufficiale di stato civile forma erroneamente un atto di nascita come figlio matrimoniale. Si accerta poi che il figlio, che sta per compiere cinque anni, è stato in realtà generato dall’uomo con cui la madre ha da tempo una relazione. Quali azioni sono esperibili per attribuire al figlio uno status conforme al vero?

Leggi dopo

Pagine