News

News

Disposizione del proprio corpo e dei tessuti post mortem: in Gazzetta la legge

06 Marzo 2020 | di Redazione Scientifica

l. 10 febbraio 2020 n. 10

Disposizioni anticipate di trattamento (DAT)

È stata pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 55 del 4 marzo, la legge n. 10 del 10 febbraio 2020, contenente norme in materia di disposizioni del proprio corpo e dei tessuti post mortem per finalità di studio, formazione e ricerca scientifica.

Leggi dopo

Separazione e divorzio: per trasferire un immobile basta il giudice o serve il notaio? La parola alle SS. UU.

05 Marzo 2020 | di Valentina A. Papanice

Cass. civ.

Trasferimenti immobiliari nella separazione e nel divorzio

La sentenza di cessazione degli effetti civili del matrimonio su ricorso congiunto degli ex coniugi può direttamente contenere una clausola con cui si attui il trasferimento del diritto reale su un bene immobile o può solo contenere l’impegno preliminare alla successiva stipula per atto notarile? La contrapposte soluzioni derivano dall’interpretazione controversa dell’art. 19 d.l. n. 78/2010 (conv. nella l. n. 122/2010) e nel caso di specie sono l’occasione per la rimessione alle Sezioni Unite ad opera dell’ordinanza della prima sezione Civile della Corte di Cassazione n. 3089/2020.

Leggi dopo

È atto di esecuzione del testamento qualunque attività diretta alla conservazione o all’incremento del patrimonio del de cuius

03 Marzo 2020 | di Luca Tantalo

Cass. civ., sez.II, 20 febbraio 2020, n. 4449

Successione testamentaria

Anche l’incasso di un canone di locazione costituisce condotta integrante l’accettazione e l’esecuzione delle disposizioni testamentarie.

Leggi dopo

La natura costitutiva della divisione ereditaria

28 Febbraio 2020 | di Redazione Scientifica

Cass. civ., sez. VI, 21 febbraio 2020, n. 4694

Successione legittima

L’azione di riduzione proposta contro un soggetto che è legittimario al pari del legittimario attore implica che il convenuto abbia ricevuto una donazione o debba beneficiare di una disposizione testamentaria, per cui venga ad ottenere, oltre la rispettiva legittima, che è anche a suo favore intangibile, qualcosa di più, che contribuisce a privare, in tutto o in parte, della legittima il legittimario attore

Leggi dopo

Rilascio della carta di soggiorno per congiunti della UE a padre di minore nato da relazione more uxorio

26 Febbraio 2020 | di Redazione Scientifica

Cass. civ., sez. I, 17 febbraio 2020, n. 3876

Minori migranti

La cassazione chiarisce che In tema di rilascio della carta di soggiorno per motivi di coesione familiare ad un cittadino extracomunitario, padre di minore cittadino dell’UE e avente una relazione more uxorio con una cittadina dell’Unione, non trattandosi di una coppia sposata, la relazione stabile di fatto - presupposto della convivenza tra il partner richiedente la carta e la cittadina dell’Unione- può essere documentata vagliando anche l’atto di nascita del minore o altra documentazione idonea.

Leggi dopo

Assegno divorzile: rileva sia la capacità del richiedente di procurarsi i mezzi di sostentamento sia le sue potenzialità professionali

25 Febbraio 2020 | di Katia Mascia

Cass. civ., sez. I, 13 febbraio 2020, n. 3661

Assegno divorzile e una tantum

Se la solidarietà post coniugale si fonda su principi di autodeterminazione e autoresponsabilità, non si potrà che attribuire rilevanza alle potenzialità professionali e reddituali personali che l’ex coniuge è chiamato a valorizzare con una condotta attiva, facendosi carico delle scelte compiute e della propria responsabilità individuale, piuttosto che al contegno, deresponsabilizzante e attendista, di chi si limiti ad aspettare opportunità di lavoro riversando sul coniuge più abbiente l’esito della fine della vita matrimoniale.

Leggi dopo

Figli maggiorenni e ormai indipendenti: al padre va restituito quanto pagato per il mantenimento

18 Febbraio 2020 | di Redazione Scientifica

Cass. civ., sez. I, 13 febbraio 2020, n. 3659

Assegno di mantenimento per i figli

L’irripetibilità delle somme versate dal genitore obbligato all’ex coniuge si giustifica solo dove gli importi riscossi abbiano assunto una concreta funzione alimentare, la quale non ricorre nelle ipotesi in cui ne abbiano beneficiato i figli maggiorenni che ormai abbiano raggiunto una indipendenza economica in un periodo in cui era noto il rischio restitutorio.

Leggi dopo

Accordo di divorzio raggiunto con negoziazione assistita: fondamentale la tutela dell’interesse del minore

17 Febbraio 2020 | di Redazione Scientifica

Trib. Milano

Negoziazione assistita

Autorizzato dal Tribunale l’accordo di cessazione degli effetti civili del matrimonio a seguito di convenzione di negoziazione assistita, qualora i coniugi concordino con i rilievi del Pubblico Ministero

Leggi dopo

La notorietà garantita dal marito non basta per consentire all’ex moglie di conservarne il cognome

14 Febbraio 2020 | di Attilio Ievolella

Cass. civ.

Cognome

Respinta definitivamente la richiesta presentata dalla donna e finalizzata utilizzare ancora il cognome del marito dopo il divorzio. Per i Giudici gli anni di identificazione in ambito sociale col cognome maritale non rappresentano un dato sufficiente a prolungarne ulteriormente l’uso. Viene anche sottolineato che oggi, a differenza di ciò che avveniva in passato, la donna non perde la propria identificazione personale col matrimonio, conservando comunque il proprio cognome.

Leggi dopo

Esclusi dalla quota del TFR spettante all’ex coniuge gli anticipi, l’incentivo all’esodo e l’indennità convenzionale per cariche rinunciate

11 Febbraio 2020 | di Redazione Scientifica

Trib. Milano

TFR

La ratio del diritto di cui all’art. 12-bis l. n. 898/1970 consiste nel dare ulteriore riconoscimento al contributo personale ed economico apportato dal coniuge alla formazione del patrimonio comune, tutelando le posizioni pregiudicate dalla cessazione del vincolo coniugale. Conseguentemente restano esclusi dalla base di calcolo della quota del TFR spettante all’ex coniuge gli anticipi da questi percepiti prima del divorzio, le somme versate a titolo di incentivo all’esodo e l’indennità convenzionale per le cariche rinunciate.

Leggi dopo

Pagine