News

News

Assegno divorzile: il richiedente non deve provare l’inesistenza di possibilità di lavoro

01 Giugno 2017 | di Redazione Scientifica

Cass.

Assegno divorzile e una tantum

L’assegno divorzile ha natura assistenziale e deve essere disposto in favore del coniuge che non disponga di redditi sufficienti a condurre un’esistenza dignitosa anche se non ha fornito la prova dell’inesistenza di possibilità di lavoro.

Leggi dopo

Negoziazione assistita: conseguenze della violazione dell’obbligo informativo da parte degli avvocati

31 Maggio 2017 | di Redazione Scientifica

Trib. Torino

Negoziazione assistita

Quali sono le conseguenze dell’omissione dell’obbligo informativo ex art. 6, comma 3, d.l. n. 132/2014 avente ad oggetto l’importanza per il minore di trascorrere tempi adeguati con ciascuno dei genitori?

Leggi dopo

Pensione di reversibilità: spetta all’ex coniuge che ha percepito l’una tantum?

30 Maggio 2017 | di Redazione Scientifica

Cass.

Pensione (di reversibilità)

Rimessa alle Sezioni Unite la questione concernente il diritto dell’ex coniuge che ha già ricevuto l’assegno divorzile in un’unica soluzione a percepire una quota della pensione di reversibilità dell’altro coniuge deceduto.

Leggi dopo

Assegno divorzile confermato anche se l’ex coniuge rifiuta delle offerte di lavoro

26 Maggio 2017 | di Redazione Scientifica

Cass.

Assegno divorzile e una tantum

La Cassazione ha confermato l’assegno divorzile in favore dell’ex moglie del ricorrente nonostante la donna avesse rifiutato alcune proposte di lavoro.

Leggi dopo

Nessun assegno divorzile se il richiedente guadagna almeno 1.000,00 euro al mese

25 Maggio 2017 | di Alessandro Simeone

Trib. Milano

Assegno divorzile e una tantum

Il presidente estensore del Tribunale di Milano, in sede di assunzione dei provvedimenti provvisori di divorzio, ha respinto la domanda di assegno divorzile formulata dalla moglie, in applicazione dei criteri indicati dalla Suprema Corte (Cass. civ. 10 maggio 2017, n. 11504), fornendo una prima interpretazione pratica del concetto di indipendenza economica.

Leggi dopo

No al risarcimento del danno per l’uomo che diventa padre con l’inganno

25 Maggio 2017 | di Redazione Scientifica

Cass.

Risarcimento del danno endofamiliare

Secondo la Cassazione non ha diritto al risarcimento del danno l’uomo diventato padre nonostante la dichiarazione di infertilità da parte della compagna al momento del rapporto sessuale.

Leggi dopo

Omesso versamento del mantenimento ai figli: è reato anche se i genitori non sono sposati

24 Maggio 2017 | di Redazione Scientifica

Cass.

Violazione degli obblighi di assistenza familiare

Secondo la VI sezione della Corte di cassazione, si configura il reato di omesso versamento del mantenimento ai figli anche in caso di genitori non coniugati.

Leggi dopo

Nulla la scrittura privata che modifica il regime di visita ai figli stabilito in sede di separazione

22 Maggio 2017 | di Redazione Scientifica

Cass.

Modifica delle condizioni della separazione e del divorzio

Non può considerarsi efficace l’accordo con cui i coniugi modificano le disposizioni contenute nel decreto di omologazione della separazione, definendo in modo del tutto generico le modalità di visita dei figli a favore del genitore non affidatario.

Leggi dopo

Contrasto al cyberbullismo. La Camera approva in via definitiva il testo di legge

17 Maggio 2017 | di Redazione Scientifica

disegno di legge

Abuso sui minori

Il 17 maggio 2017 la Camera dei deputati ha approvato in via definitiva la proposta di legge intitolata Disposizioni a tutela dei minori per la prevenzione ed il contrasto del fenomeno del cyberbullismo.

Leggi dopo

Separazione: si applica il criterio del tenore di vita per determinare il mantenimento del coniuge

17 Maggio 2017 | di Redazione Scientifica

Cass.

Assegno di mantenimento per il coniuge

La Cassazione sottolinea la profonda differenza tra il dovere di assistenza materiale fra coniugi nell’ambito di una separazione personale e gli obblighi correlati alla c.d. solidarietà post- coniugale nel divorzio. Nel primo caso perdurano sia il rapporto coniugale che gli aspetti di natura patrimoniale i quali assumono, però, forme confacenti alla nuova situazione.

Leggi dopo

Pagine