News

News

Impedire al coniuge di essere economicamente indipendente non integra il reato di maltrattamenti

06 Novembre 2015 | di Redazione Scientifica

Cass. pe.

Maltrattamenti contro familiari e conviventi

Impedire semplicemente all’altro coniuge di essere economicamente indipendente, tramite scelte organizzative familiari non condivise, non configura violenza economica, ai fini della configurazione del reato di maltrattamenti, salvo che le scelte non siano frutto di comprovati atti di violenza fisica o prevaricazione psicologica.

Leggi dopo

Quando è legittima l’iscrizione di ipoteca per debiti di natura tributaria?

05 Novembre 2015 | di Redazione Scientifica

Cass. civ.

Fondo patrimoniale: oggetto

La Corte di Cassazione si è pronunciata sulla possibilità di iscrivere ipoteca per crediti tributari derivanti dal mancato versamento dell’IVA e ritenute alla fonte, eseguita dal concessionario su beni immobili costituiti in fondo patrimoniale. La sentenza ha stabilito che l’iscrizione è possibile solo nel caso in cui i debiti siano stati contratti per soddisfare esigenze di natura familiare o per il potenziamento della propria capacità lavorativa.

Leggi dopo

Separazione consensuale: non è ammissibile la modifica di accordi negoziali per trasferire immobili

04 Novembre 2015 | di Redazione Scientifica

Trib. Milano

Trasferimenti immobiliari nella separazione e nel divorzio

Per la modifica di intese negoziali contenute negli accordi separativi ma che esulano dagli elementi essenziali della separazione consensuale, non è ammissibile il ricorso allo strumento ex art. 710 c.p.c. Tali accordi si collocano infatti nell’alveo dei contratti atipici, pertanto il ricorso al rimedio giurisdizionale costituirebbe un uso improprio di un istituto eccezionale a fini privatistici e contrattuali.

Leggi dopo

Per il TAR Lombardia è illegittimo porre a carico degli assistiti il costo della fecondazione eterologa

02 Novembre 2015 | di Redazione Scientifica

TAR Lombardia

Procreazione medicalmente assistita

Il TAR Lombardia ha dichiarato l’illegittimità delle delibere regionali che pongono a carico degli assistiti l’intero costo delle prestazioni per accedere alle procedure di procreazione medicalmente assistita di tipo eterologo, a differenza di quella di tipo omologo per la quale è previsto esclusivamente il pagamento del ticket. Una previsione di questo tipo è contraria ad una pluralità di principi costituzionali e vìola il canone di ragionevolezza, non sussistendo tra le due tecniche differenze idonee a giustificare la diversità di trattamento.

Leggi dopo

Le trascrizioni dei matrimoni omosessuali tra cittadini italiani celebrati all’estero sono illegittime

29 Ottobre 2015 | di Redazione Scientifica

Cons. Stato

Matrimonio celebrato all’estero

Con importante sentenza il Consiglio di Stato ha riformato la decisione del TAR Lazio (sent., 9 marzo 2015, n. 3907) concernente le trascrizioni nel registro dello stato civile di Roma dei matrimoni tra cittadini italiani dello stesso sesso celebrati all’estero. Il Consiglio di Stato è giunto ad affermare, da un lato, l’insussistenza di un diritto delle coppie omosessuali italiane alla trascrizione dei matrimoni celebrati all’estero nei registri di stato civile e, dall’altro lato, la sussistenza del potere del Prefetto di annullare le trascrizioni effettuate.

Leggi dopo

Indennità di maternità: nessun limite all’età del minore italiano adottato dalla libera professionista

26 Ottobre 2015 | di Redazione Scientifica

C. Cost.

Adozione di minore di età

La Corte Costituzionale ha dichiarato l’illegittimità costituzionale dell’art. 72, d.lgs. 26 marzo 2001, n. 151, nella versione antecedente alle novità introdotte dall’art. 20, d.lgs. 15 giugno 2015, n. 80, nella parte in cui non prevede che l’indennità di maternità spetti anche alla madre libera professionista che abbia adottato un bambino italiano di età superiore ai sei anni. Tale disciplina si pone in contrasto con il principio di uguaglianza ed il principio di tutela della maternità e dell’infanzia.

Leggi dopo

PCT: le nuove regole per il personale di cancelleria

23 Ottobre 2015 | di Redazione Scientifica

Circ. Min. Giustizia

Processo telematico

Nell’ambito del processo civile telematico, il 23 ottobre 2015, il Ministero della Giustizia ha pubblicato una circolare riguardante gli adempimenti di cancelleria. Il provvedimento aggiorna e sostituisce le precedenti circolari del 27 giugno e 28 ottobre 2014.

Leggi dopo

Residenza abituale del minore: qual è il giudice competente?

22 Ottobre 2015 | di Redazione Scientifica

Cass.

Residenza abituale del minore

La Cassazione con recente sentenza ha definito la residenza abituale del minore come il luogo in cui lo stesso ha consolidato, o consoliderà, una rete di relazioni e di affetti che gli possano garantire un sano sviluppo psicofisico. A tal fine, non può farsi riferimento esclusivamente al dato quantitativo ma sarà necessaria una prognosi sulla possibilità che la nuova dimora diventi l’effettivo e stabile centro di interesse del minore.

Leggi dopo

Minore allontanato ingiustamente: il comune è tenuto a risarcire la famiglia

21 Ottobre 2015 | di Redazione Scientifica

Cass. civ.

Risarcimento del danno esofamiliare

Il comune è tenuto al risarcimento del danno per l’ingiusto allontanamento del figlio. L’ente è responsabile dell’operato dei servizi sociali, i quali agendo con imperizia, negligenza ed incuria nel valutare i sospetti circa presunte molestie sessuali su una bimba minore, hanno fatto si che questa venisse allontanata dalla sua famiglia. A seguito di successive e più approfondite indagini tali sospetti sono risultati infondati.

Leggi dopo

I minori non accompagnati non versano necessariamente in stato di abbandono

19 Ottobre 2015 | di Redazione Scientifica

Trib. min. Bologna

Adozione di minore di età

Il Tribunale per i minorenni di Bologna ha stabilito che la presenza di un minore extracomunitario sul territorio italiano non può da sola dare spazio a presunzioni logico-giuridiche tali da connettere l’evento a privazioni di assistenza morale e materiale da parte dei genitori. In questi casi, è il Giudice tutelare la figura legale di riferimento.

Leggi dopo

Pagine