News

News

Se i genitori non sono sposati la negoziazione assistita si trasforma in ricorso congiunto

22 Febbraio 2016 | di Redazione Scientifica

Trib. Como

Negoziazione assistita

Le coppie non coniugate non possono accedere alla negoziazione assistita per regolamentare i loro rapporti genitoriali, giacché l’istituto è previsto solo in materia di separazione, divorzio o modifiche ex art. 710 c.p.c. o art. 9 l. n. 898/1970. Purtuttavia il Giudice è tenuto ad esaminare le condizioni proposte dai genitori, ai fini della loro ratifica, come se si trattasse di un ricorso congiunto ex artt. 316 e 337 bis c.c..

Leggi dopo

Se l’immobile in comodato è destinato ad abitazione familiare resta alla nuora

16 Febbraio 2016 | di Redazione Scientifica

Cass. civ.

Casa familiare: comodato e locazione

Per il rilascio di un immobile concesso in comodato è necessario distinguere se si tratta di comodato propriamente detto, la cui restituzione immediata è possibile solo in caso di bisogno urgente ed imprevisto, o comodato senza determinazione di durata, la cui richiesta di rilascio al comodatario è possibile ad nutum.

Leggi dopo

Condannato il marito che non versa il mantenimento anche se la donna viene aiutata dai genitori

15 Febbraio 2016 | di Redazione Scientifica

Cass. pen.

Violazione degli obblighi di assistenza familiare

Il coniuge che non versa l’assegno di mantenimento alla moglie separata risponde del reato di cui all'art. 570 c.p., anche se, nelle more, l'avente diritto all'assegno ha migliorato la propria condizione economica, trasferendosi a casa dei genitori (e dunque annullando le spese di abitazione).

Leggi dopo

Nella successione per rappresentazione il discendente rappresentante è coerede

12 Febbraio 2016 | di Redazione Scientifica

Cass. civ.

Successione testamentaria

In tema di successione per rappresentazione il discendente rappresentante che subentri nel luogo e nel grado dell’ascendente rappresentato, che non possa o non voglia accettare l’eredità, succede direttamente al de cuius, con la conseguenza che la detta eredità è a lui devoluta nella identica misura che sarebbe spettata al rappresentato.

Leggi dopo

Italiani residenti all’estero: la giurisdizione per l’affidamento e il mantenimento della prole è del giudice straniero

08 Febbraio 2016 | di Redazione Scientifica

Cass. civ.

Divorzio internazionale: competenza giurisdizionale

Nel caso in cui un giudice di uno Stato membro dell'Unione Europea sia investito di un’azione relativa alla separazione e allo scioglimento del vincolo coniugale tra i genitori di un figlio minore, e un giudice di un altro Stato membro sia chiamato a pronunciarsi su un’azione per responsabilità genitoriale riguardante detto figlio, una domanda relativa ad un’obbligazione alimentare nei confronti del minore è unicamente accessoria all'azione relativa alla responsabilità genitoriale.

Leggi dopo

Nessuna imposta per i trasferimenti di immobili ricondotti nell’ambito delle condizioni di separazione

08 Febbraio 2016 | di Redazione Scientifica

Cass. civ.

Trasferimenti immobiliari nella separazione e nel divorzio

In caso di trasferimento di quota d’immobile, in attuazione degli accordi di separazione consensuale, l’alienante potrà usufruire del trattamento fiscale agevolato di cui all’art. 19, l. n. 74/1987.

Leggi dopo

Divorzio ottenuto all’estero, ma l’assegno viene riconosciuto in Italia

04 Febbraio 2016 | di Redazione Scientifica

Cass. civ.

Assegno divorzile e una tantum

Dopo la sentenza di divorzio pronunciata da un giudice straniero, la ex moglie che si trovi in una situazione economica debole può rivolgersi per l’assegno periodico all'autorità giudiziaria italiana.

Leggi dopo

Revocabile la vendita fra coniugi anche nell'ambito degli accordi di separazione

01 Febbraio 2016 | di Redazione Scientifica

Cass. civ.

Trasferimenti immobiliari nella separazione e nel divorzio

Anche se inserito negli accordi accessori di separazione, l'atto traslativo della proprietà della casa coniugale del marito all'ex moglie è soggetto a revocatoria. Infatti, la prova della partecipatio fraudis del terzo può essere ricavata anche da presunzioni semplici, tra cui è compresa la sussistenza del vincolo parentale tra debitore e terzo; vincolo, che per sua natura, rende inverosimile che il terzo non fosse a conoscenza della situazione debitoria gravante sul disponente.

Leggi dopo

Il provvedimento provvisorio sui figli non matrimoniali non può essere impugnato tramite reclamo

22 Gennaio 2016 | di Redazione Scientifica

App. Roma

Modifica delle statuizioni relative ai figli non matrimoniali

I provvedimenti provvisori eventualmente emanati dal Tribunale ordinario in composizione collegiale, aventi ad oggetto l’affidamento e il mantenimento dei figli non matrimoniali, devono essere impugnati nei modi ordinari e non con reclamo.

Leggi dopo

Provvedimenti ablativi della responsabilità genitoriale: competente il Tribunale ordinario se adito per primo

20 Gennaio 2016 | di Redazione Scientifica

Cass. civ.

Responsabilità genitoriale: decadenza e limitazioni

Nell’ipotesi in cui penda, innanzi al Tribunale ordinario, procedimento relativo all'esercizio della responsabilità genitoriale (nella fattispecie: giudizio ex art. 710 c.p.c.), il Tribunale per i minorenni, successivamente adito non è competente a decidere su richieste di provvedimenti ablativi. In questi casi vige infatti il principio di concentrazione delle tutele, al fine di evitare utilizzi strumentali delle istanze processuali: la vis attractiva verso il giudice ordinario opera, però, solo se il giudizio relativo al conflitto coniugale sia stato instaurato anteriormente all'azione rivolta alla limitazione della responsabilità genitoriale.

Leggi dopo

Pagine