News

News su Pensione (di reversibilità)

Diritto alla pensione di reversibilità e una tantum: le Sezioni Unite risolvono il contrasto

25 Settembre 2018 | di Redazione Scientifica

Cass., S.U.,

Pensione (di reversibilità)

Le Sezioni Unite hanno risolto il contrasto giurisprudenziale in merito alla sussistenza in capo al coniuge divorziato, in caso di decesso dell’ex coniuge, del diritto alla pensione di reversibilità anche in caso di corresponsione dell’assegno divorzile in un’unica soluzione, propendendo per la soluzione negativa.

Leggi dopo

Sì alla pensione di reversibilità per l’ex moglie anche in assenza di sentenza definitiva sull’assegno divorzile

13 Marzo 2018 | di Redazione Scientifica

Cass. civ.

Pensione (di reversibilità)

La prima moglie del de cuius ha diritto a percepire una quota della pensione di reversibilità e del TFR dell’ex coniuge, se, al momento del decesso di quest’ultimo, il suo diritto all’assegno divorzile era stato riconosciuto solo dal Presidente del Tribunale in via provvisoria?

Leggi dopo

L’ex moglie separata con addebito ha diritto alla pensione di reversibilità del coniuge defunto?

08 Febbraio 2018 | di Redazione Scientifica

Cass. civ.

Pensione (di reversibilità)

La moglie separata con addebito ha diritto alla pensione di riversibilità del coniuge defunto anche se la stessa non era titolare di un assegno di mantenimento?

Leggi dopo

Pensione di reversibilità: spetta all’ex coniuge che ha percepito l’una tantum?

30 Maggio 2017 | di Redazione Scientifica

Cass.

Pensione (di reversibilità)

Rimessa alle Sezioni Unite la questione concernente il diritto dell’ex coniuge che ha già ricevuto l’assegno divorzile in un’unica soluzione a percepire una quota della pensione di reversibilità dell’altro coniuge deceduto.

Leggi dopo

Pensioni al coniuge superstite: istruzioni dopo la Corte Costituzionale

23 Settembre 2016 | di Redazione Scientifica

INPS, Circolare 21 settembre 2016, n. 178.pdf

Pensione (di reversibilità)

Dichiarato costituzionalmente illegittimo l’art. 18, comma 5, l. n. 98/2011 sulle pensioni al coniuge superstite, la Circolare INPS n. 178/2016 fornisce le conseguenti istruzioni in ordine alle domande di pensione ai superstiti giacenti e di nuova prestazione, nonché alle pensioni ai superstiti liquidate prima della sentenza.

Leggi dopo

Corte Costituzionale: illegittima la limitazione della pensione di reversibilità per matrimonio in tarda età

18 Luglio 2016 | di Redazione Scientifica

C. Cost.

Pensione (di reversibilità)

La Corte Costituzionale, con la sentenza del 14 luglio 2016 n. 174, dichiara l’illegittimità costituzionale dell’art. 18, comma 5, del d.l. 6 luglio 2011, n. 98, che riduce l’aliquota percentuale della pensione a favore del coniuge superstite quando il dante causa, al momento del matrimonio, aveva un'età superiore ai settant’anni e il coniuge era più giovane di almeno vent’anni. La disciplina è irragionevole perché, arbitrariamente, sacrifica i diritti del coniuge ancora in vita.

Leggi dopo

INPS: linee guida e istruzioni operative sulle pensioni ai superstiti

25 Novembre 2015 | di Redazione Scientifica

Circ. INPS

Pensione (di reversibilità)

La Circolare n. 185/2015, pubblicata dall’INPS, fornisce uno strumento riepilogativo delle disposizioni vigenti in materia di trattamento pensionistico ai superstiti.

Leggi dopo

È incostituzionale negare la pensione di reversibilità alla madre separata, se riceve gli alimenti

06 Ottobre 2015 | di Redazione Scientifica

C. cost.

Pensione (di reversibilità)

La Corte costituzionale ha dichiarato l’illegittimità costituzionale dell’art. 60, commi 1 e 3, d.P.R., 23 dicembre 1978, n. 915 (Testo unico delle norme in materia di pensioni di guerra) per la violazione del principio di uguaglianza, nella parte in cui subordinano il diritto alla pensione della madre del militare o del civile deceduto, che viva effettivamente separata dal marito, alla condizione del mancato ricevimento dallo stesso degli alimenti, anche nel caso in cui questi ultimi, aggiunti ad altri eventuali redditi diano luogo ad un ammontare non superiore al limite di reddito stabilito ai sensi dell’art. 70 dello stesso decreto.

Leggi dopo