News

News su Assegno divorzile e una tantum

Assegno divorzile: escluso il riconoscimento se il matrimonio non ha peggiorato la posizione patrimoniale dell’ex coniuge

14 Marzo 2019 | di Redazione Scientifica

App. Napoli 10 gennaio 2019, n. 52.pdf

Assegno divorzile e una tantum

L’assegno divorzile non è diretto ad assicurare al coniuge economicamente più debole l’agiatezza goduta nel corso della via matrimoniale, ma a compensare l’investimento compiuto nel progetto matrimoniale.

Leggi dopo

Sì al criterio del tenore di vita se bilanciato con gli altri indicatori ex art. 5 l. div.

08 Marzo 2019 | di Redazione Scientifica

Cass. civ. 14 febbraio 2019, n. 4523

Assegno divorzile e una tantum

La Cassazione ha rigettato il ricorso proposto avverso una sentenza della Corte d’appello di Catania che riconosceva il diritto dell’ex moglie a percepire un assegno divorzile utilizzando come riferimento il criterio del tenore di vita goduto in costanza di matrimonio.

Leggi dopo

La cospicua eredità del suocero non rileva ai fini della determinazione del diritto all’assegno divorzile

21 Febbraio 2019 | di Redazione Scientifica

Trib. Prato

Assegno divorzile e una tantum

Il Tribunale di Prato esclude che la cospicua eredità immobiliare ricevuta dal marito in seguito alla morte del padre possa giustificare il riconoscimento di un assegno divorzile in favore della moglie.

Leggi dopo

Assegno divorzile: la disparità economica tra le parti si calcola riferendosi al reddito netto

14 Febbraio 2019 | di Redazione Scientifica

Cass. civ.

Assegno divorzile e una tantum

La Cassazione ricorda che ai fini della determinazione dell’assegno divorzile, la disparità reddituale tra i coniugi deve calcolarsi facendo riferimento al reddito netto delle parti.

Leggi dopo

Tribunale di Torino: criteri per la determinazione dell’assegno divorzile in fase presidenziale

31 Gennaio 2019 | di Redazione Scientifica

Trib. Torino

Assegno divorzile e una tantum

Il Tribunale di Torino si è soffermato sui presupposti e i criteri per la determinazione dell’assegno divorzile in fase presidenziale.

Leggi dopo

Assegno divorzile: inapplicabile la funzione perequativa-compensativa resta quella assistenziale

10 Dicembre 2018 | di Redazione Scientifica

Trib. Torino

Assegno divorzile e una tantum

Il Tribunale di Torino accertata la mancanza di causalità tra la disparità reddituale esistente tra i coniugi e il contributo dato dal coniuge debole alla formazione del patrimonio familiare, ha riconosciuto l’assegno divorzile all’ex moglie sulla base del solo criterio strettamente assistenziale.

Leggi dopo

Sì all’assegno divorzile anche se la condotta della moglie ha causato problemi di salute all’ex marito

16 Novembre 2018 | di Redazione Scientifica

Trib. Milano

Assegno divorzile e una tantum

L’indegnità del coniuge che con la sua condotta ha causato problemi di depressione e di salute all’altro coniuge non è presupposto per il mancato riconoscimento dell’assegno divorzile.

Leggi dopo

Assegno divorzile: necessario dare rilievo al passato coniugale per riconoscere pari dignità ai coniugi

09 Novembre 2018 | di Redazione Scientifica

Assegno divorzile e una tantum

Secondo il Tribunale di Roma, le scelte compiute dai coniugi nel corso del matrimonio, se provate anche con presunzioni, devono avere rilevanza in fase di divorzio per dare concreta applicazione al principio di pari dignità dei coniugi e pieno riconoscimento al lavoro domestico.

Leggi dopo

Sì all’assegno divorzile per l’ex moglie priva di mezzi adeguati rispetto al contributo dato alla vita familiare

24 Ottobre 2018 | di Redazione Scientifica

Trib. Milano

Assegno divorzile e una tantum

Il Tribunale di Milano ha riconosciuto il diritto dell’ex moglie resistente a percepire l’assegno divorzile in virtù dell’inadeguatezza dei mezzi rispetto al contributo significativo dato alla vita familiare.

Leggi dopo

Tribunale di Pavia: l’assegno divorzile non deve correggere la disparità sociale uomo-donna

06 Settembre 2018 | di Redazione Scientifica

Trib. Pavia

Assegno divorzile e una tantum

Il Tribunale di Pavia esamina alcune questioni controverse della sentenza Cass., S.U., n. 18287/2018: la funzione equilibratrice- perequativa dell’assegno divorzile può essere intesa come funzione di correggere la disparità sociale ed economica tra uomo e donna? Come si effettua una valutazione ex ante in merito alle aspettative professionali ed economiche sacrificate?

Leggi dopo

Pagine