Giurisprudenza sovranazionale

Giurisprudenza sovranazionale

Non è discriminatorio impedire il matrimonio omosessuale

14 Dicembre 2016 | di Annamaria Fasano, Giuseppina Pizzolante

Corte EDU

Matrimonio civile

La Corte europea dei diritti dell’uomo ha statuito che l’art. 12 CEDU, in combinato con l’art. 14 CEDU, e l’art. 8 CEDU non sono stati violati dai tribunali francesi...

Leggi dopo

Unioni civili: nessuna discriminazione se per l'età il partner non può beneficiare della pensione di reversibilità

30 Novembre 2016 | di Annamaria Fasano, Giuseppina Pizzolante

Corte Giustizia UE

Unioni civili: forma, diritti e doveri

Una normativa nazionale che, nel quadro di un regime pensionistico professionale, subordina il diritto del partner di beneficiare della pensione di reversibilità...

Leggi dopo

L’interesse al ricongiungimento familiare è superiore al controllo sull’immigrazione

23 Novembre 2016 | di Annamaria Fasano, Giuseppina Pizzolante

Corte EDU

Ricongiungimento familiare

Applicando i criteri stabiliti nella sua giurisprudenza, la Corte europea ritiene che l’interesse al ricongiungimento familiare supera quello pubblico dello Stato nel controllare l'ingresso degli stranieri nel suo territorio.

Leggi dopo

Trasferimento di competenza al giudice “più adatto” agli interessi del minore

07 Novembre 2016 | di Annamaria Fasano, Giuseppina Pizzolante

Corte Giustizia UE

Responsabilità genitoriale: risoluzione delle controversie

La sentenza si occupa di interpretare l’art. 15 Reg. (CE) n. 2201/2003 (Bruxelles II bis) avente ad oggetto il trasferimento della competenza ad un’autorità giurisdizionale più adatta a tutelare l'interesse superiore del minore.

Leggi dopo

L’azione di annullamento del matrimonio successivamente al decesso di uno dei coniugi

19 Ottobre 2016 | di Annamaria Fasano, Giuseppina Pizzolante

Corte Giustizia UE

Annullamento del matrimonio

La Corte di giustizia ha statuito che un’azione per l’annullamento del matrimonio presentata da un terzo successivamente al decesso di uno dei coniugi rientra nell’ambito di applicazione del regolamento n. 2201/2003 relativo alla competenza, al riconoscimento e all’esecuzione delle decisioni in materia matrimoniale e in materia di responsabilità genitoriale.

Leggi dopo

Diritto di visita: nuova condanna dell'Italia

05 Ottobre 2016 | di Annamaria Fasano, Giuseppina Pizzolante

Corte EDU

Diritto di visita

La Corte europea dei diritti dell’uomo ha condannato il Governo italiano per non aver compiuto, nonostante il margine di discrezionalità, sforzi adeguati e sufficienti per far rispettare il diritto di visita del ricorrente..

Leggi dopo

Espulsione dei cittadini extra UE: no agli automatismi se è in gioco l’interesse del minore

15 Settembre 2016 | di Annamaria Fasano, Giuseppina Pizzolante

Corte Giustizia UE

Cittadinanza

La Corte di giustizia Ue ha dichiarato che l’art. 20 TFUE, concernente la cittadinanza dell’Unione, deve essere interpretato in modo tale da evitare ogni automatismo in materia di espulsione.

Leggi dopo

L’internamento del minore in istituto va sottoposto a revisione periodica

25 Agosto 2016 | di Annamaria Fasano, Giuseppina Pizzolante

Corte EDU

Affidamento a terzi

La Corte europea dei diritti dell’uomo ha condannato la Bulgaria per aver violato l’art. 5, par. 4 (diritto a far giudicare senza indugio la legalità della detenzione) e l’art. 8 (diritto al rispetto della vita privata e familiare) CEDU...

Leggi dopo

Minori nati da maternità surrogata: nuova condanna da Strasburgo

29 Luglio 2016 | di Annamaria Fasano, Giuseppina Pizzolante

Corte EDU

Maternità surrogata

La Corte europea dei diritti dell’uomo ha condannato il Governo francese a causa del rifiuto di trascrivere nei registri di stato civile i certificati di nascita di minori nati in India tramite maternità surrogata.

Leggi dopo

Il diritto di visita deve essere garantito con misure concrete

21 Luglio 2016 | di Annamaria Fasano, Giuseppina Pizzolante

Corte EDU

Diritto di visita

La Corte europea dei diritti dell’uomo ha statuito che, malgrado il margine di discrezionalità, le autorità italiane hanno violato nel caso di specie l’art. 8 CEDU, poiché non hanno posto in essere le misure necessarie e sufficienti per garantire al ricorrente il diritto di visita nei confronti della figlia.

Leggi dopo

Pagine