Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata

Inammissibile l'addebito nella separazione consensuale o su richiesta congiunta dei coniugi

09 Dicembre 2016 | di Alberto Figone

Trib. Caltanissetta

Separazione giudiziale: addebito

I coniugi, in sede di ricorso per separazione consensuale, ovvero nelle conclusioni congiunte, rassegnate all'interno di un procedimento per separazione giudiziale, poi convertito in consensuale, possono negozialmente riconoscere la responsabilità della crisi matrimoniale ad uno di essi (ma anche ad entrambi), oppure si rende sempre necessario un accertamento giudiziale?

Leggi dopo

Accordi traslativi in sede di separazione e benefici prima casa

06 Dicembre 2016 | di Marzia Minutillo Turtur

Cass. civ.

Separazione consensuale

Con la sentenza in commento, la Corte analizza e valuta l'effettiva portata dell'esenzione prevista dall'art. 19 l. n. 74/1987 in relazione ai diversi e possibili accordi intervenuti tra le parti in sede di separazione.

Leggi dopo

Per il Tribunale di Roma è possibile l'affido di “Fido”

02 Dicembre 2016 | di Alessandro Simeone

Trib. Roma

Convivenza

Secondo il Tribunale di Roma, in presenza di contrasto tra due ex conviventi che abbiano accudito un cane, indipendentemente dalla proprietà formale dell'animale, il Giudice deve applicare in via analogica...

Leggi dopo

La Costituzione non vieta alle coppie dello stesso sesso di generare figli

01 Dicembre 2016 | di Annamaria Fasano

Cass. civ.

Procreazione medicalmente assistita

È possibile riconoscere il rapporto di filiazione tra due madri ed il minore nato con la tecnica della procreazione medicalmente assistita, quando geneticamente e biologicamente riconducibile a due individui dello stesso sesso?

Leggi dopo

Per le adozioni dei minori non conta l'età di chi adotta

28 Novembre 2016 | di Luca Volpe

Cass. civ.

Adozione di minore di età

Nella legislazione italiana, l'adozione deve essere applicata a quei casi in cui emergano «elementi seri e gravissimi, che possano illuminare circa l'assoluta inidoneità genitoriale» che, di conseguenza, non potranno essere riferiti...

Leggi dopo

Valido in Italia il matrimonio celebrato telematicamente all'estero

25 Novembre 2016 | di Marina Pavone

Cass. civ.

Matrimonio celebrato all’estero

Un matrimonio celebrato telematicamente alla presenza di uno solo dei nubendi, essendo l'altro collegato via Skype, è da considerarsi...

Leggi dopo

Il testamento olografo privo di data certa è annullabile

24 Novembre 2016 | di Francesco Scarfò

Cass. civ.

Successione testamentaria

La Corte di Cassazione, basandosi su un'interpretazione letterale degli artt. 602 e 606 c.c., precisa che la mancanza della data nel testamento olografo è causa di annullabilità dello stesso. Da tali norme deriva, infatti, che il testamento in tutte le sue forme è un negozio solenne con carattere formale, ossia a forma vincolata e che il requisito della forma sia previsto dalla legge ad substantiam.

Leggi dopo

Le spese straordinarie, anche se non concordate, vanno rimborsate al genitore che vive con i figli

22 Novembre 2016 | di Paola Maccarone

Cass. civ.

Assegno di mantenimento per i figli

Qualora svolgano attività lavorativa produttiva di reddito sussiste in capo ad entrambi i genitori l'obbligo di contribuire al soddisfacimento dei bisogni dei figli minori, in proporzione alle rispettive disponibilità economiche. Da questo principio discendono alcuni problemi applicativi e interpretativi in merito, soprattutto, all'esatta individuazione delle spese ordinarie e straordinarie e alla loro corretta suddivisione.

Leggi dopo

Via al procedimento monofasico per la riassegnazione sessuale e la rettificazione anagrafica

18 Novembre 2016 | di Anna Maria Princiotta

Trib. Bari

Rettificazione di sesso

La questione principale sulla quale il Tribunale di Bari è chiamato a pronunciarsi è se l'intervento chirurgico sia requisito necessario ai fini della rettificazione anagrafica ed ancora, qualora sia solo eventuale, quali siano le ricadute sul piano processuale.

Leggi dopo

Il principio di non contestazione nel disconoscimento di paternità

16 Novembre 2016 | di Alberto Figone

Cass. civ.

Azioni di stato

Nel giudizio di disconoscimento di paternità, l'attore deve provare la mancata decorrenza del termine di un anno dalla conoscenza dell'adulterio della moglie al tempo del concepimento o può rilevare la mancata contestazione di tale circostanza da parte dei convenuti?

Leggi dopo

Pagine