Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata

Cessazione della convivenza di fatto e obbligo alimentare

28 Febbraio 2020 | di Alberto Figone

Trib. Milano

Alimenti

Quali sono i presupposti per riconoscere il diritto agli alimenti, che la l. 76/2016 ha introdotto in caso di cessazione della convivenza di fatto?

Leggi dopo

Separazione giudiziale: l'educatore domiciliare e la rilevanza civile della sentenza penale di patteggiamento

27 Febbraio 2020 | di Marta Rovacchi

Trib. Milano

Separazione giudiziale: procedimento e impugnazioni

In questa conflittuale vicenda separativa, durata processualmente oltre tre anni, sono state affrontate dai Giudici molte questioni giuridiche degne di esame, ovvero, l'addebito, le questioni economiche e la responsabilità genitoriale.

Leggi dopo

Gli accordi di separazione non sono ostativi all’assegno di divorzio

26 Febbraio 2020 | di Barbara D'Amato

Trib. Perugia

Assegno divorzile e una tantum

Le attribuzioni patrimoniali concordate nell’ambito degli accordi di separazione possono incidere sull’eventuale nuova insorgenza di obblighi reciproci successivamente alla pronuncia di divorzio, se del caso precludendo il riconoscimento dell’assegno divorzile?

Leggi dopo

I nuovi confini dell’adozione all’insegna della continuità affettiva

25 Febbraio 2020 | di Valeria Montaruli

Trib. min.

Minori migranti

Il caso in esame concerne la controversa figura di recente conio giurisprudenziale dell’adozione aperta, fondata sull’interpretazione estensiva dell’art.27 della legge 4 maggio 1983, n. 184, che prevede che con l'adozione cessino i rapporti dell'adottato verso la famiglia d'origine, salvi i divieti matrimoniali.

Leggi dopo

Assegno divorzile: l' indipendenza economica e la autoresponsabilità del singolo

24 Febbraio 2020 | di Stefano Celentano

Cass. civ.

Assegno divorzile e una tantum

Lo squilibrio economico tra le parti e l'alto livello reddituale del coniuge destinatario della domanda ex art. 5 l. 898/1970 non sono elementi autonomamente decisivi per il riconoscimento e la successiva quantificazione dell'assegno divorzile.

Leggi dopo

La mancata instaurazione di legami affettivi nel luogo di residenza del minore giustifica il cambio di collocamento?

20 Febbraio 2020 | di Giulia Sapi

Trib. Massa

Ascolto del minore

Lo sradicamento dall'ambiente nel quale il minore è vissuto sino all'età di tredici anni e la mancata instaurazione di legami significativi nel luogo di nuova residenza non giustificano il cambio di collocamento dello stesso

Leggi dopo

Divorzio e procedimenti ex art. 709 ter c.p.c.: la dimora di fatto radica la competenza

19 Febbraio 2020 | di Cristina Ravera

Trib. Como

Divorzio: procedimento e impugnazioni

La residenza abituale del coniuge, rilevante ai fini della determinazione della competenza nel giudizio di divorzio, coincide con la sede di abituale e volontaria dimora a prescindere dalle risultanze anagrafiche, che assumono un mero valore indiziario.

Leggi dopo

La madre che ostacola la relazione tra padre e figlio è obbligata a risarcire entrambi

14 Febbraio 2020 | di Michol Fiorendi

Trib. Cosenza

Affidamento esclusivo

Va accolta la richiesta risarcitoria avanzata dal padre nei confronti della madre quando il Giudice di merito, attraverso un prudente apprezzamento dei fatti, accerta che la relazione affettiva tra padre e figlio è stata gravemente pregiudicata da una condotta alienante della madre, che si rende così responsabile di ledere sia il diritto del figlio alla bigenitorialità che il diritto del padre di poter vivere il proprio ruolo genitoriale.

Leggi dopo

Donna coniugata riconosce il figlio come concepito fuori dal matrimonio: quali azioni per il marito

13 Febbraio 2020 | di Alberto Figone

Trib. Modena

Reclamo e contestazione dello stato di figlio

Come deve essere qualificata l'azione con cui il marito di colei che riconosca un figlio come concepito con uomo diverso dal coniuge, intende invece far accertare la propria paternità sul nato?

Leggi dopo

Ascolto del minore e valutazione del suo rifiuto di vedere il padre

11 Febbraio 2020 | di Francesca Romana Viccei

Cass. civ.

Ascolto del minore

Accertato, tramite la consulenza tecnica d'ufficio e la relazione dei servizi sociali, che il rifiuto della figlia di vedere il padre è riconducibile alla sua volontà e non al plagio della madre, non possono essere resi i provvedimenti di cui all'art 709 ter cpc contro l'altro genitore.

Leggi dopo

Pagine