Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata

Adozione nazionale: indennità di maternità alla libera professionista anche se il minore adottato ha superato il sesto anno di età

04 Dicembre 2015 | di Gustavo Danise

C. cost.

Permessi o congedi parentali

L’interesse del minore non può subire discriminazioni arbitrarie, legate al dato accidentale ed estrinseco della tipologia del rapporto di lavoro facente capo alla madre o delle particolarità del rapporto di filiazione che si instaura.

Leggi dopo

Affido esclusivo e onere motivazionale del giudice

01 Dicembre 2015 | di Luca Dell'Osta, Giuseppe Spadaro

Trib. Cosenza

Affidamento esclusivo

È possibile affidare in via esclusiva un figlio minore a uno dei due genitori, qualora l’altro gestisca ed utilizzi il figlio in base alle proprie esigenze e alle proprie convinzioni, senza mostrare alcun rispetto per il suo diritto a coltivare il rapporto anche con l’altro genitore...

Leggi dopo

Coppia omoaffettiva: adozione del figlio della convivente

26 Novembre 2015 | di Alberto Figone

Trib. min. Roma

Adozione in casi particolari

Può disporsi l’azione in casi particolari, ai sensi dell’art. 44 lett. d) l. n. 184/1983, in favore della convivente della madre biologica di una minore, nata con il ricorso a tecniche di fecondazione assistita, all’esito di un progetto familiare condiviso da parte delle due donne.

Leggi dopo

Il diritto del minore a conservare il rapporto con gli ascendenti dopo la separazione dei genitori

23 Novembre 2015 | di Laura Galli

Cass. civ.

Ascendenti: diritti e doveri

Il diritto dei minori di conservare rapporti significativi con gli ascendenti non attribuisce a quest’ultimi un autonomo diritto di visita ma introduce un ulteriore elemento di indagine e valutazione nella scelta dei provvedimenti da adottare al fine di rafforzare la tutela del diritto del minore.

Leggi dopo

Per le cause degli ascendenti il Tribunale per i minorenni è l'unico competente

19 Novembre 2015 | di Alessandro Simeone

C. cost.

Ascendenti: diritti e doveri

Non è fondata la questione di legittimità costituzionale dell’art. 38, comma 1, disp. att. c.c. nella parte in cui non prevede la competenza del Tribunale ordinario per le controversie di cui all’art. 317 bis c.c. sotto il profilo dell’eccesso di delega, avendo, in questo caso, il legislatore delegato compiuto un’attività normativa di completamento e sviluppo coerente delle scelte del delegante.

Leggi dopo

Il nesso di accessorietà tra addebito della separazione e risarcimento

16 Novembre 2015 | di Rita Rossi

Trib. Roma

Risarcimento del danno endofamiliare

La pronuncia di addebito della separazione costituisce presupposto cui agganciare la domanda di risarcimento del danno non patrimoniale causato dalla violazione dei doveri coniugali.

Leggi dopo

I criteri di decisione nei casi di trasferimento di residenza del minore

13 Novembre 2015 | di Marina Blasi

Trib. Milano

Residenza abituale del minore

In caso di conflitto genitoriale in ordine alla residenza della prole, il giudice deve attenersi a quei criteri oggettivi individuati nella letteratura nazionale e internazionale in tema di rilocazione del minore, indicatori del corretto esercizio della responsabilità genitoriale

Leggi dopo

Autorizzazione alla conclusione di un accordo successorio per conto di minore e giurisdizione

10 Novembre 2015 | di Giuseppe Fiengo

Corte Giustizia UE

Responsabilità genitoriale: nozione

L’approvazione di un accordo di divisione dell’eredità concluso dal curatore di figli minori per conto degli stessi costituisce una misura relativa all’esercizio della responsabilità genitoriale ed è pertanto soggetto alla disciplina del regolamento (CE) n. 2201/2003.

Leggi dopo

La Consulta riconosce l’accesso alla procreazione medicalmente assistita anche alle coppie fertili portatrici di malattie genetiche gravi

05 Novembre 2015 | di Silvia Veronesi

C. Cost.

Procreazione medicalmente assistita

La Corte Costituzionale si è pronunciata sulla questione di legittimità costituzionale degli artt. 1, commi 1 e 2, e 4, comma 1, l. 19 febbraio 2004, n. 40, nella parte in cui non consentono che anche le coppie fertili portatrici di patologie geneticamente trasmissibili gravi possano fare ricorso alle tecniche di procreazione medicalmente assistita, in relazione alla violazione degli artt. 3 e 32 Cost.

Leggi dopo

La trascrizione del provvedimento di assegnazione della casa familiare e opponibilità ai terzi

02 Novembre 2015 | di Paola Maccarone

Trib. Bari

Casa familiare: trascrizione del provvedimento di assegnazione e opponibilità

Il Tribunale di Bari si è pronunciato sull'ammissibilità della richiesta di sospensione dell’efficacia esecutiva del decreto di trasferimento dell’immobile, nella parte in cui dispone l’ordine di cancellazione della trascrizione dell’atto di assegnazione della casa familiare, anche se cronologicamente successiva all’iscrizione di ipoteca.

Leggi dopo

Pagine