Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata

È legittima la competenza del Tribunale per i Minorenni a decidere sul diritto di visita dei nonni?

06 Maggio 2015 | di Giulia Sapi

Trib. min. Bologna

Ascendenti: diritti e doveri

È rilevante e non manifestamente infondata la questione di legittimità costituzionale dell’art. 38, comma 1, disp. att. c.c.

Leggi dopo

Il pagamento diretto degli assegni della prole dopo l’intervento della l. n. 219/2012

05 Maggio 2015 | di Alessandro Simeone

Trib. Roma

Garanzie: richiesta di pagamento diretto

Il Legislatore del 2012 ha introdotto, a tutela degli assegni di mantenimento per la prole, un terzo modello, diverso rispetto all’ordine di pagamento diretto ex art. 156 c.c. e allo strumento di cui all’art. 8 l. n. 898/1970

Leggi dopo

Danno da autolesione dell’allievo: si applica l’art. 2048 c.c.?

03 Maggio 2015 | di Giosetta Pianezze

Cass. civ.

Responsabilità civile dei genitori, dei tutori e degli insegnanti

La responsabilità ex art. 2048 c.c., per l’illecito dell’insegnante, presuppone la prova di un valido nesso causale fra la condotta della scuola ed il danno subito dal minore

Leggi dopo

Il diritto all'assegno di divorzio non rivive se viene meno la convivenza more uxorio dell'avente diritto

23 Aprile 2015 | di Rita Rossi

Cass. civ

Assegno divorzile e una tantum

La famiglia di fatto è espressione di una scelta esistenziale libera e consapevole e, come tale, essa dovrebbe essere caratterizzata dalla assunzione piena del rischio legato alla possibilità del suo venir meno. Pertanto, la cessazione della convivenza more uxorio e, con essa, dell'apporto economico del partner, non fa risorgere il diritto all'assegno divorzile nei confronti dell'ex coniuge.

Leggi dopo

Convivenza tra persone dello stesso sesso e diritto all’affidamento delle ceneri del partner dopo la cremazione

22 Aprile 2015 | di Alberto Figone

Trib. Treviso

Convivenza

Il convivente, legato da una relazione stabile (nella specie omosessuale) con il defunto, ha titolo per richiedere l’affidamento dell’urna cineraria, in cui sono conservate le ceneri del partner; ove la pubblica amministrazione abbia a rifiutare la richiesta, lo stesso deve rivolgersi al giudice ordinario e non a quello amministrativo.

Leggi dopo

Il rigetto dell’autorizzazione del PM all’accordo concluso mediante convenzione di negoziazione assistita e la fase davanti al Presidente

20 Aprile 2015 | di Alessandro Simeone

Trib. Torino

Negoziazione assistita

Ai sensi della L. n. 162/2014, il PM, ove non ritenga di autorizzare l’accordo dei coniugi concluso a seguito di convenzione di negoziazione assistita, deve trasmettere gli atti al Presidente che provvede alla convocazione delle parti; in quella sede i coniugi possono solo accettare i rilievi del PM e chiedere al Presidente di ratificare l’accordo così modificato.

Leggi dopo

Art. 38 disp. att. c.c.: chi è compente ad assumere i provvedimenti limitativi della responsabilità genitoriale?

16 Aprile 2015 | di Laura Maria Cosmai

Cass. civ.

Responsabilità genitoriale: decadenza e limitazioni

Il Tribunale per i minorenni è funzionalmente competente a decidere sulla domanda di decadenza o limitazione della responsabilità genitoriale proposta prima dell’entrata in vigore della L. n. 219/2012 e dell’instaurazione del giudizio di divorzio da parte dei genitori, in applicazione del principio generale della perpetuatio jurisdictionis di cui all’art. 5 c.p.c..

Leggi dopo

L’ordine di pagamento diretto dopo l’intervento della L. n. 219/2012.

10 Aprile 2015 | di Alessandro Simeone

Trib. Milano

Garanzie: ordine di pagamento diretto

Anche dopo l’intervento della L. n. 219/2012, l’ordine di pagamento diretto, ex art 156, comma 6, c.c. è applicabile a garanzia dell’assegno di mantenimento per i figli di genitori separati

Leggi dopo

Separazione senza addebito e (mancato) riconoscimento dei diritti successori di abitazione e uso

09 Aprile 2015 | di Corrado De Rosa

Cass. civ.

Diritti di uso e abitazione

I diritti d'abitazione della casa adibita a residenza familiare e d'uso dei beni che la corredano, avendo ad oggetto l'immobile in concreto adibito a residenza familiare dai coniugi, non spettano al coniuge separato senza addebito

Leggi dopo

Modalità di adempimento dell’obbligo di mantenimento dei figli

08 Aprile 2015 | di Laura Maria Cosmai

Cass. civ.

Assegno di mantenimento per i figli

Il giudice deve stabilire la misura e il modo con cui il coniuge non affidatario deve contribuire al mantenimento dei figli e può provvedervi d’ufficio a tal fine non essendo vincolato dalle domande delle parti o dagli accordi tra le stesse eventualmente intervenuti.

Leggi dopo

Pagine