Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata

L'assegno all'unito civile e il paradosso delle possibili discriminazioni in nome del principio di uguaglianza

25 Marzo 2019 | di Alessandro Simeone

Trib. Pordenone

Unioni civili: scioglimento ed effetti

All'unito civilmente, in presenza di uno squilibrio economico rilevante, spetta un assegno parametrato alle perdite di chance subìte per effetto delle scelte lavorative fatte nel corso della relazione da intendersi, sotto il profilo temporale, comprensiva anche del periodo di convivenza di fatto prima della contrazione del vincolo.

Leggi dopo

Bigenitorialità: i provvedimenti convenienti assunti dal giudice a tutela dei figli

22 Marzo 2019 | di Francesca Romana Viccei

Cass. civ.

Responsabilità genitoriale: decadenza e limitazioni

Il principio di bigenitorialità si traduce nel diritto di ciascun genitore ad essere presente nella vita del figlio in maniera significativa nel reciproco interesse.

Leggi dopo

Minori e internet: quando i genitori devono vigilare

20 Marzo 2019 | di Cristina Ravera

Trib. min. Caltanissetta

Responsabilità genitoriale: nozione

I genitori hanno il dovere di impartire al figlio una adeguata educazione all'utilizzo dei mezzi di comunicazione e di compiere un'attività vigilanza sull'utilizzo di tale mezzo da parte del figlio.

Leggi dopo

Assegno divorzile: il ruolo del “contributo alla vita familiare” nella valutazione del giudice

18 Marzo 2019 | di Martina Botton

Trib. Milano

Assegno divorzile e una tantum

Negato l'assegno divorzile alla ex moglie quando la sua posizione economica e sociale non può più ritenersi legata causalmente né a quella del marito né tantomeno a quella della vita familiare.

Leggi dopo

Trasferimento del minore e giudice competente secondo la Convenzione de L’Aia del 1996

15 Marzo 2019 | di Paolo Bruno

Cass. civ. S.U. 2018

Responsabilità genitoriale: nozione

La Convenzione de L'Aja 1996 individua la competenza giurisdizionale in riferimento al criterio della residenza abituale del minore al momento della proposizione della domanda, e prevede quale unica deroga al criterio di prossimità del giudice adito il caso disciplinato dall’art. 7 L. n. 101/2015, in materia di illecita sottrazione del minore.

Leggi dopo

Sindrome da alienazione parentale: disposto l'affidamento esclusivo al padre alienato

13 Marzo 2019 | di Armando Cecatiello

Trib. Brescia 2018

Affidamento esclusivo

Per decidere in merito all'affidamento e al collocamento dei minori è necessario accertare se il genitore stia facendo l'interesse dei figlio nel tutelare l'altro genitore e rendere possibile il c.d. diritto alla bigenitorialità o se abbia creato l'alienazione parentale e il conseguente rifiuto dell'altro genitore.

Leggi dopo

Assegno divorzile e assegno di mantenimento: come regolarsi nella fase presidenziale del giudizio di divorzio?

11 Marzo 2019 | di Rita Russo

Trib. Torino

Assegno divorzile e una tantum

Qualora si adottino i provvedimenti provvisori di divorzio si tratta di una attribuzione provvisoria per assicurare gli effetti della decisione di merito o di una modifica del regime esistente?

Leggi dopo

La minore in stato di gravidanza può essere autorizzata al matrimonio

08 Marzo 2019 | di Antonio Scalera

Trib. min. Caltanissetta

Matrimonio civile

La minore può contrarre matrimonio, quando si trovi in stato di gravidanza ed abbia dimostrato la seria intenzione di creare una comunione di vita con il proprio compagno.

Leggi dopo

Giurisdizione dello Stato di residenza abituale del minore in tema di responsabilità genitoriale e obbligazioni alimentari

06 Marzo 2019 | di Rita Rossi

Trib. Milano

Residenza abituale del minore

La questione sollevata e decisa dal Tribunale di Milano riguarda la giurisdizione del Giudice Italiano in relazione ad un procedimento ex artt. 337-bis e 337-ter c.c.

Leggi dopo

La perdita del potere di acquisto della moneta giustifica la revisione dell'assegno divorzile

04 Marzo 2019 | di Giulia Sapi

Trib. Pavia

Modifica delle condizioni della separazione e del divorzio

Il Tribunale di Pavia, accertata la sussistenza dei presupposti per la revisione della sentenza di divorzio, ha applicato i principi sanciti dalle Sezioni Unite in tema di assegno divorzile per determinare la persistenza o meno del diritto della resistente a percepire tale assegno.

Leggi dopo

Pagine