Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata su Pensione (di reversibilità)

No alla pensione di reversibilità se l'ex coniuge ha ricevuto l'una tantum

21 Gennaio 2019 | di Laura Parlanti

Cass. civ.

Pensione (di reversibilità)

Il coniuge divorziato, che ha percepito l'assegno divorzile mediante versamento di una somma una tantum, in caso di decesso dell'ex coniuge ha diritto o meno alla pensione di reversibilità (o di una quota parte di essa)?

Leggi dopo

Riconoscimento della pensione di reversibilità in regime internazionale per il coniuge superstite

21 Dicembre 2018 | di Valeria Mazzotta

Cass. civ.

Pensione (di reversibilità)

Il diritto alla pensione di reversibilità in regime internazionale rispetto a quella diretta del coniuge deceduto è regolato in forza della normativa in vigore al momento del decesso oppure a quello in cui il lavoratore è stato collocato in quiescenza?

Leggi dopo

Per conseguire la pensione di reversibilità non occorre una sentenza definitiva sull’assegno divorzile

28 Maggio 2018 | di Laura Parlanti

Cass. civ.

Pensione (di reversibilità)

La Corte di Cassazione si trova ad affrontare la questione relativa ai requisiti necessari per la concessione della quota parte della pensione di reversibilità all'ex coniuge allorché il decesso dell'altro intervenga quando il giudizio di divorzio è ancora pendente per le sole questioni economiche.

Leggi dopo

Niente reversibilità per chi ha percepito l’una tantum

17 Febbraio 2017 | di M. Ornella Attisano

Cass. civ.

Pensione (di reversibilità)

La questione esaminata riguarda il caso in cui il coniuge che in sede di divorzio abbia accettato l'assegno divorzile in un'unica soluzione, rinunciando espressamente a quello periodico già assegnato in sede di separazione, dopo il decesso dell'ex coniuge richiede l'erogazione della pensione di reversibilità.

Leggi dopo

La Corte di Lussemburgo precisa le condizioni per il riconoscimento della pensione di reversibilità al partner civile

01 Febbraio 2017 | di Paolo Bruno

Corte di giustizia UE

Pensione (di reversibilità)

Non è discriminatoria una normativa nazionale che subordini il diritto a una pensione di reversibilità a favore del partner civile superstite alla condizione di aver contratto l'unione civile prima del compimento dei 60 anni, anche nel caso in cui il diritto nazionale non consentisse all'affiliato interessato di contrarre un'unione civile prima del raggiungimento di tale età.

Leggi dopo