Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata su Assegno divorzile e una tantum

L’ex coniuge contribuisce poco o nulla alla ricchezza familiare: salva la funzione assistenziale dell’assegno

10 Luglio 2019 | di Donata Piantanida

Trib. Torino

Assegno divorzile e una tantum

Il contributo nullo o ridotto del coniuge alla formazione della ricchezza familiare, esclude la funzione perequativa-compensativa dell’assegno divorzile ma non quella assistenziale.

Leggi dopo

Convivenza more uxorio dell'ex coniuge ed estinzione del diritto all'assegno divorzile

08 Luglio 2019 | di Luisa Ventorino

Cass. civ.

Assegno divorzile e una tantum

L'instaurazione da parte del coniuge divorziato di una nuova famiglia, ancorchè di fatto, fa venire definitivamente meno ogni presupposto per la riconoscibilità dell'assegno divorzile.

Leggi dopo

Il diritto all'assegno di divorzio dopo la pronuncia delle Sezioni Unite

28 Giugno 2019 | di Paolo Nasini

App. L'Aquila

Assegno divorzile e una tantum

A seguito della pronuncia delle Sezioni Unite n. 18287/2018, il criterio di adeguatezza dei mezzi assume un contenuto prevalentemente perequativo-compensativo e la sua valutazione va effettuata in relazione al contributo fornito dal coniuge economicamente più debole alla formazione del patrimonio comune e di quello dell'altra parte, anche con riferimento alle future potenzialità.

Leggi dopo

Ripristinato il criterio del tenore di vita per l'assegno divorzile

17 Giugno 2019 | di Claudio Sansò

Cass. civ.

Assegno divorzile e una tantum

In tema di riconoscimento dell'assegno di divorzio in favore del coniuge richiedente, si può tenere conto, tra i vari presupposti per la sua liquidazione, anche del tenore di vita goduto in costanza di matrimonio, alla luce della recenti sentenze della Corte di Cassazione?

Leggi dopo

Quali i criteri per il riconoscimento dell'assegno divorzile?

10 Giugno 2019 | di Dario Cavallari

Cass. civ.

Assegno divorzile e una tantum

L'accertamento relativo all'inadeguatezza dei mezzi o all'incapacità di procurarseli per ragioni oggettive del richiedente va collegato alla ripartizione dei ruoli dei coniugi concordate in costanza di matrimonio.

Leggi dopo

Anche i comportamenti contrari a lealtà tenuti dopo il divorzio incidono sul diritto all'assegno?

07 Maggio 2019 | di Valeria Mazzotta

Trib. Milano

Assegno divorzile e una tantum

Dalla funzione composita assistenziale-perequativa e riequilibratrice dell'assegno deriva la rilevanza dei comportamenti successivi allo scioglimento del matrimonio poiché il principio di libertà e autoresponsabilità che deve improntare anche gli effetti economici conseguenti lo scioglimento del vincolo matrimoniale non può essere unidirezionale.

Leggi dopo

Irrilevante il patrimonio ereditato dall'ex marito ai fini del riconoscimento dell'assegno divorzile

16 Aprile 2019 | di Paola Silvia Colombo

Trib. Prato

Assegno divorzile e una tantum

Il patrimonio ereditato dall'ex marito è irrilevante ai fini del riconoscimento dell'assegno divorzile.

Leggi dopo

Assegno divorzile e situazione economico-patrimoniale dei coniugi

29 Marzo 2019 | di Luca Volpe

Cass. civ.

Assegno divorzile e una tantum

Esaminati gli aspetti pratici dell'applicazione della funzione perequativa-compensativa dell'assegno divorzile, sancita di recente dalle Sezioni Unite della Corte di Cassazione, con la sentenza n. 18287/2018.

Leggi dopo

Assegno divorzile: il ruolo del “contributo alla vita familiare” nella valutazione del giudice

18 Marzo 2019 | di Martina Botton

Trib. Milano

Assegno divorzile e una tantum

Negato l'assegno divorzile alla ex moglie quando la sua posizione economica e sociale non può più ritenersi legata causalmente né a quella del marito né tantomeno a quella della vita familiare.

Leggi dopo

Assegno divorzile e assegno di mantenimento: come regolarsi nella fase presidenziale del giudizio di divorzio?

11 Marzo 2019 | di Rita Russo

Trib. Torino

Assegno divorzile e una tantum

Qualora si adottino i provvedimenti provvisori di divorzio si tratta di una attribuzione provvisoria per assicurare gli effetti della decisione di merito o di una modifica del regime esistente?

Leggi dopo

Pagine