Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata

Stato di abbandono del minore e decorrenza del termine per l'impugnazione

14 Dicembre 2018 | di Alberto Figone

Cass. civ.

Adozione di minore di età

Come deve interpretarsi l'art. 17 l. n. 184/1983, là dove fa decorrere il termine (di trenta giorni) per l'appello e per il ricorso per cassazione dalla notificazione della sentenza relativa allo stato di adottabilità di un minore?

Leggi dopo

Il coniuge che passa a nuove nozze perde l'assegno divorzile dalla data di celebrazione del nuovo matrimonio

11 Dicembre 2018 | di Cristina Ravera

Trib. La Spezia

Esecuzione: ripetibilità delle somme versate

Il Tribunale di La Spezia ha accolto il ricorso proposto da un ex coniuge per la restituzione delle somme percepite dall'altro coniuge a titolo di assegno divorzile nel periodo successivo alla celebrazione di un nuovo matrimonio da parte del beneficiario dell'assegno divorzile.

Leggi dopo

È reclamabile l’ordinanza avente contenuto analogo agli ordini di protezione ex art. 342-ter c.c.?

10 Dicembre 2018 | di Stefano Molfino

Trib. Milano

Reclamo contro le ordinanze presidenziali e le ordinanze del G.I.

È reclamabile dinanzi al Tribunale, in composizione collegiale, l'ordinanza avente contenuto analogo agli ordini di protezione ex art. 342-ter c.c., adottata dal giudice istruttore?

Leggi dopo

Si può aprire l'ads per la sola cura della persona e in assenza dell'audizione (diretta) del beneficiario?

07 Dicembre 2018 | di Serafina Aceto

Cass. civ.

Amministrazione di sostegno

È legittima l'apertura dell'amministrazione di sostegno, fondata sulle sole condizioni di salute del beneficiario e, quindi, diretta alla sola cura personae, in assenza della necessità di una gestione patrimoniale? Deve considerarsi nulla la nomina dell'amministratore in assenza di audizione diretta (da parte del Giudice tutelare) del beneficiario?

Leggi dopo

La tutela del convivente di fatto e il comodato dell'abitazione familiare

04 Dicembre 2018 | di Sabina Anna Rita Galluzzo

Cass. civ.

Casa familiare: comodato e locazione

La questione esaminata dalla Suprema Corte merita particolare attenzione stante la frequenza con la quale i genitori concedono in comodato ai propri figli immobili di proprietà affinché siano adibiti a residenza della famiglia da questi formata. Il problema sorge quando il genitore, nella maggior parte dei casi in seguito alla separazione del figlio, desidera riottenere la piena disponibilità dell'immobile assegnato in sede giudiziale all'ex nuora o all'ex genero affidatario dei minori.

Leggi dopo

Disconoscimento e accertamento della paternità: sussiste un nesso di pregiudizialità tecnico-giuridica

03 Dicembre 2018 | di Margherita Corriere

Cass. civ.

Disconoscimento di paternità

Secondo la Cassazione tra la causa per disconoscimento di paternità e quella con cui si rivendica altra diversa paternità sussiste un nesso di pregiudizialità tecnico-giuridica. Pertanto onde evitare il rischio di conflitti tra giudicati si applica l'istituto della sospensione per pregiudizialità ex art. 295 c.p.c. all'azione di accertamento di paternità sino a quando non ci sia stata pronuncia definitiva sul disconoscimento.

Leggi dopo

Divorzio instaurato a seguito di sentenza parziale sullo status: conseguenze sulle questioni genitoriali pendenti

30 Novembre 2018 | di Antonio Mondini

Trib. Bologna

Separazione giudiziale: procedimento e impugnazioni

La questione di fondo posta dalla sentenza in commento attiene al coordinamento tra processo di separazione e processo di divorzio allorché il secondo si apra quando ancora pende il primo, dopo la sentenza parziale sullo status, riguardo alle iniziali domande di addebito, di affidamento dei figli, di assegnazione della casa familiare, di attribuzioni economiche sia per i figli che per il coniuge.

Leggi dopo

Omoaffettività femminile ed esclusione dalle tecniche di PMA

28 Novembre 2018 | di Stefania Stefanelli

Trib. Pordenone

Procreazione medicalmente assistita

Il divieto, sanzionato penalmente, di applicare tecniche di PMA a coppie formate da persone del medesimo sesso è incostituzionale per violazione del diritto fondamentale alla genitorialità, tutelato dall'art. 2 Cost., in quanto introduce un'irragionevole disparità di trattamento fondata sull'orientamento sessuale e sulle condizioni economiche personali.

Leggi dopo

Comunione dei beni: ammissibile la domanda congiunta di liquidazione del patrimonio in caso di sovraindebitamento

27 Novembre 2018 | di Gloria Gatti

Trib. Mantova

Comunione legale: amministrazione e responsabilità

La legge n. 3/2012 nell'individuare il soggetto legittimato passivo a presentare il ricorso ex art. 14-ter l. n. 3/2012 per la liquidazione di tutti i suoi beni si riferisce al consumatore e/o al debitore, dovendosi intendere la persona fisica che ha assunto obbligazioni esclusivamente per scopi estranei all'attività imprenditoriale o professionale eventualmente svolta. La pronuncia del Tribunale di Mantova fornisce un'interpretazione estensiva della norma ed equipara la persona fisica «agli enti pure lato sensu collettivi», come la “famiglia”...

Leggi dopo

Test del DNA errato: sì al danno da perdita del rapporto parentale

23 Novembre 2018 | di Alberto Figone

Cass. civ.

Risarcimento del danno esofamiliare

È risarcibile il danno subito dal minore cui è stata erroneamente attribuita una paternità non veritiera in conseguenza di un test del DNA sbagliato?

Leggi dopo

Pagine