Focus

Focus

La violenza intrafamiliare e la violenza assistita, una lettura interdisciplinare

12 Novembre 2019 | di Piera Gasparini

Maltrattamenti contro familiari e conviventi

Negli ultimi anni si è elaborata, in dottrina e in giurisprudenza, una nozione ampia e complessa di “violenza endofamiliare”, comprensiva di molteplici condotte non limitate al conflitto fra coniugi o conviventi e alle dinamiche fisicamente e/o psicologicamente abusive della relazione di coppia, ma estese a qualsiasi comportamento di aggressione fisica, verbale, gestuale, psicologica cui assistano i minori, pur non essendone i diretti destinatari, che li espone, se non ad un conclamato pregiudizio dello sviluppo personologico, ad una condizione di sofferenza, ansia, insicurezza, disorientamento.

Leggi dopo

Le responsabilità dei genitori nell’epoca degli individualismi

05 Novembre 2019 | di Maria Grazia Domanico

Responsabilità genitoriale: nozione

Gli impetuosi cambiamenti sociali hanno portato alla ridefinizione del concetto di famiglia, passata da una visione monistica a una “plurale” e conseguentemente hanno rimodellato i ruoli che i genitori rivestono anche e soprattutto nel momento della rottura della coppia. Dopo un approfondito excursus sui mutamenti normativi, viene affronto, in maniera interdisciplinare, il delicato tema delle responsabilità genitoriali, come trasformatesi nel tempo e si interroga sul differente ruolo che gli avvocati, magistrati operatori psico-sociali sono chiamati a rivestire oggi per dare una risposta concreta alle difficoltà derivanti dai nuovi modelli di famiglia e dai diversi rapporti che si intrecciano all’interno di esse.

Leggi dopo

L'eredità digitale

22 Ottobre 2019 | di Barbara D'Amato

Successione testamentaria

Nell'era moderna lo sviluppo della tecnologia ha arricchito il patrimonio personale di ciascun individuo di una nuova coloritura digitale, dal momento che i servizi on –line costituiscono parte integrante della nostra vita quotidiana. Pertanto, nel contesto della successione mortis causa è sempre più evidente la necessità di definire anche la devoluzione dei beni in cui può concretarsi la c.d. proprietà digitale. Di recente...

Leggi dopo

La mediazione familiare: un percorso per la riorganizzazione dei rapporti familiari e risoluzione dei conflitti

02 Ottobre 2019 | di Michol Fiorendi

Mediazione familiare

Si può definire la mediazione come un potente e articolato strumento di relazione delle persone, un metodo alternativo di risoluzione dei conflitti che può trovare applicazione nei campi e nei mondi più diversi: dal diritto penale ai conflitti sociali, dall'area civile e commerciale al diritto di famiglia.

Leggi dopo

Impresa familiare: natura del lavoro prestato dal coniuge e la violenza economica

24 Settembre 2019 | di Marta Rovacchi

Impresa e azienda familiare

Il quadro normativo relativo alla impresa familiare è delineato dall'art. 230 bis c.c., introdotto nell'ordinamento dall'art. 89 della Legge n. 151/75 nell'ambito della riforma di diritto di famiglia ed avente lo scopo di approntare una tutela ai diritti del familiare che collabora nella impresa...

Leggi dopo

Le riflessioni del C.N.B. sul suicidio medicalmente assistito: i diritti dei pazienti terminali

09 Settembre 2019 | di Roberto Masoni

Disposizioni anticipate di trattamento (DAT)

Le riflessioni del C.N.B. espresse nel parere in commento si inseriscono nell'ampio, acceso e contrastato dibattito innescato dalla rivoluzionaria decisione della Corte Cost. (n. 207/2018), pronunziata nel processo a carico di Marco Cappato per aiuto al suicidio assistito di Fabiano Antoniani. La Corte Costituzionale ha sollecitato il Parlamento a legiferare in materia di suicidio medicalmente assistito entro la data del 24 settembre 2019, e, in attesa di ciò...

Leggi dopo

Decadenza dalla responsabilità genitoriale: Tribunale per i Minorenni o Tribunale ordinario?

26 Agosto 2019 | di Caterina Costabile

Responsabilità genitoriale: decadenza e limitazioni

L'art. 38 disp. att. c.c. ha suscitato numerosi problemi interpretativi, a partire da quello relativo all'ambito di operatività della vis attractiva a favore del tribunale ordinario: risultava, difatti controverso se l'attrazione alla competenza del tribunale ordinario fosse limitata alle fattispecie ex art. 333 c.c. ovvero si estendesse anche ad altri procedimenti richiamati nell'incipit dell'art. 38 disp. att. c.c...

Leggi dopo

La valutazione della capacità lavorativa nei rapporti patrimoniali fra coniugi

02 Agosto 2019 | di Piera Gasparini

Assegno di mantenimento per il coniuge

Nell'ambito dei rapporti familiari le potenzialità economiche, le aspettative lavorative e lo sviluppo della professionalità dei coniugi si confrontano con un modello costituzionale di famiglia basato sui principi di uguaglianza, pari dignità, libertà di scelta e autoresponsabilità, alla luce della sentenza delle SS.UU. n. 18287/18...

Leggi dopo

Codice Rosso. Come cambia la tutela delle vittime di violenza domestica e di genere con la legge 69/2019

26 Luglio 2019 | di Sandra Recchione

Maltrattamenti contro familiari e conviventi

È stata pubblicata in Gazzetta Ufficiale 19 luglio 2019, n. 69, Modifiche al codice penale, al codice di procedura penale e altre disposizioni in materia di tutela delle vittime di violenza domestica e di genere, il c.d Codice Rosso. Le nuove disposizioni entreranno in vigore dal 9 agosto 2019. La legge introduce un canale investigativo preferenziale per i reati, appunto, da “codice rosso”...

Leggi dopo

L’assegno di divorzio: dal criterio misto al tenore di vita, andata e ritorno

17 Luglio 2019 | di Anna Cattaneo

Assegno divorzile e una tantum

L’assegno divorzile ha subìto, nel corso degli ultimi due anni, molteplici traversie interpretative. Dopo un trentennio caratterizzato dal riferimento costante al tenore di vita, la Corte di Cassazione prima (Cass. civ, sez. I, 10 maggio 2017, n. 11504) ha individuato il parametro di riferimento del giudizio di adeguatezza nell’autosufficienza economica e poi (Cass. civ., sez. un., 11 luglio 2018, n. 18287) è intervenuta in maniera più incisiva, superando il modello bifasico del giudizio sull’assegno divorzile, cui è stata data (o restituita, a seconda dei punti di vista) una natura assistenziale- perequativo compensativa.

Leggi dopo

Pagine