Focus

Focus

In G.U. disposizioni del proprio corpo post mortem

11 Marzo 2020 | di Roberto Masoni

Disposizioni anticipate di trattamento (DAT)

In Gazzetta Ufficiale la legge n. 10/2020, Norme in materia di disposizione del proprio corpo e dei tessuti post mortem a fini di studio, di formazione e di ricerca scientifica, con la quale il legislatore ha inteso contemperare, grazie ad un equilibrato bilanciamento, le contrapposte esigenze e gli interessi che sul cadavere si concentrano e possono giustapporsi.

Leggi dopo

DAT finalmente operative: istituzione della Banca dati nazionale

02 Marzo 2020 | di Roberto Masoni

Disposizioni anticipate di trattamento (DAT)

Con un ritardo di 19 mesi rispetto al termine fissato dalla legge, in data 10 dicembre 2019, è stata finalmente istituita la banca dati d.a.t. presso il ministero della salute, in grado di raccogliere le d.a.t. redatte in ambito nazionale. In tal modo, a far data dal 2 febbraio, domenica (rectius 3 febbraio), la piena conoscibilità a livello nazionale dei testamenti biologici redatti dai cittadini è divenuta realtà, così garantendo la piena implementazione delle novità introdotte con la l. n. 219 del 2017.

Leggi dopo

Amministratore di sostegno e conflitto di interessi: quali soluzioni?

21 Febbraio 2020 | di Gabriele Mercanti

Amministrazione di sostegno

Quale soluzione porre al conflitto di interessi tra il rappresentante legale (nel caso di specie l’Amministratore di Sostegno) ed il soggetto incapace d’agire (nel caso di specie l’Amministrato di Sostegno)? A fronte del totale silenzio del Legislatore sul punto, si darà conto delle possibili chiavi di lettura desumibili dal sistema per garantire un (ragionevole) punto di equilibrio tra l’esercizio dell’Ufficio di diritto di privato ed il rispetto delle ragioni del soggetto debole.

Leggi dopo

Il nuovo regime di circolazione dei provvedimenti cautelari ed urgenti in materia di famiglia nel Reg. (UE) n.1111/2019

06 Febbraio 2020 | di Paolo Bruno

Divorzio internazionale: competenza giurisdizionale

Nella pratica applicazione degli strumenti di cooperazione giudiziaria in materia di famiglia uno dei terreni su cui si sono verificati i maggiori punti di attrito è stato quello della delimitazione degli ambiti di operatività del giudice del merito rispetto a quelli del giudice investito di una domanda cautelare in materia di responsabilità genitoriale.

Leggi dopo

L’Europa riconosce le criticità dello Jugendamt: un passo avanti nella tutela dei minori

15 Gennaio 2020 | di Laura Cossar

Sottrazione internazionale di minorenni

Con la risoluzione del 28 novembre 2018, il Parlamento europeo, richiamato il principio di sussidiarietà, applicabile anche alle questioni di diritto di famiglia sostanziale, ha invitato la Commissione a garantire che vengano effettuati controlli accurati sulla natura non discriminatoria delle procedure e delle pratiche utilizzate nel sistema di diritto di famiglia tedesco, compreso lo Jugendamt, nel quadro delle controversie familiari transfrontaliere. L’Autrice analizza natura e ruolo dell’istituzione tedesca Jugendamt soffermandosi sull’impatto avuto nelle controversie transfrontaliere, anche con riguardo a quelle che interessano i cittadini italiani.

Leggi dopo

Maternità surrogata all'estero: la tutela del genitore intenzionale alla luce dei recenti sviluppi giurisprudenziali

02 Gennaio 2020 | di Ida Parisi

Maternità surrogata

Spesso, nell'ambito di un percorso di maternità surrogata intrapreso all'estero, la posizione del genitore intenzionale non geneticamente connesso al minore, nonché il riconoscimento dei suoi diritti parentali, sono subordinati all'applicazione del limite costituito dall'ordine pubblico, nonché alla mutevolezza dell'interpretazione che, nel tempo, la giurisprudenza ha fornito di questa nozione. L'Autore analizza l'evoluzione del concetto di ordine pubblico alla luce dei nuovi orientamenti giurisprudenziali, ponendo l'accento sulla diversa ricostruzione effettuata rispettivamente dalla Corte Europea dei Diritti dell'Uomo e dalla Corte di Cassazione.

Leggi dopo

Codice rosso: nuova disciplina e tutela per le vittime di violenza di genere e domestica

23 Dicembre 2019 | di Carmine Russo

Femminicidio

La risposta legislativa destinata a fronteggiare il fenomeno sociale del c.d. femminicidio è avvenuta attraverso tre passaggi legislativi, che sono ispirati da un indirizzo politico - sostanziale comune, e che costituiscono ciascuno il completamento dei precedenti, da ultimo il cd. codice rosso.

Leggi dopo

Gli effetti del reddito e della pensione di cittadinanza sull'assegno di separazione e divorzio

11 Dicembre 2019 | di Alessandro Simeone

Assegno divorzile e una tantum

Con d.l. 28 gennaio 2019 n. 4, convertito in legge con modifiche dalla l. 28 marzo 2019, n. 26, sono stati introdotti nel nostro Paese il Reddito di cittadinanza e la Pensione di cittadinanza. L'Autore, dopo aver tratteggiato il funzionamento dei due nuovi istituti si interroga sull'incidenza delle novità normative nel campo del diritto delle relazioni familiari: aver diritto al Reddito di cittadinanza o alla Pensione di cittadinanza può escludere il diritto all'assegno di separazione o all'assegno di divorzio? Pur in assenza di chiare indicazioni legislative e di interventi giurisprudenziali l'Autore prova a individuare quello che potrebbe essere un percorso argomentativo da utilizzare a fronte delle novità introdotte dal legislatore.

Leggi dopo

Il regime forfettario e le ricadute sulle detrazioni fiscali

02 Dicembre 2019 | di Massimiliano Ferrari

Detrazioni per carichi di famiglia

L’Agenzia delle Entrate con la Risoluzione 69/E/2019 ha fornito la risposta ad un interpello presentato da un contribuente, lavoratore dipendente e coniugato con una libera professionista la quale ha optato per l’applicazione del regime forfetario ex l. 190/2014. L’articolo, partendo da questo recente documento dell’amministrazione finanziaria, vuole porre l’attenzione sui collegamenti fra il ben noto Regime Forfettario e le (meno note forse) diverse detrazioni fiscali.

Leggi dopo

La coordinazione genitoriale nel sistema italiano

26 Novembre 2019 | di Francesco Pisano, Elena Giudice

Responsabilità genitoriale: risoluzione delle controversie

La coordinazione genitoriale è un nuovo metodo di intervento nelle situazioni di alta conflittualità genitoriale a protezione e tutela dei figli minori. Scopo dell’articolo è quello di illustrare i caratteri della coordinazione genitoriale, le differenze rispetto ad altri tipi di intervento e svolgere una critica su modelli applicativi in cui la coordinazione genitoriale viene disposta al giudice e si svolge nel processo. Gli autori affermano che la Co.Ge è un metodo alternativo di gestione del conflit-to, rispetto alla giurisdizione e deve essere riscattata la sua autonomia rispetto al processo ed alle sue regole.

Leggi dopo

Pagine