Focus

Focus

Applicabili i Regolamenti UE su rapporti patrimoniali tra coniugi ed effetti patrimoniali tra partner di unioni registrate

29 Gennaio 2019 | di Giuseppina Pizzolante

Regime patrimoniale delle famiglie internazionali

Applicabili dal 29 gennaio 2019 i due regolamenti riguardanti norme comuni in materia di giurisdizione, legge applicabile, riconoscimento ed esecuzione delle decisioni nel settore dei regimi patrimoniali delle coppie internazionali. Un regolamento concerne i matrimoni (regolamento (UE) 2016/1103 del Consiglio del 24 giugno 2016), mentre l’altro riguarda le unioni registrate (regolamento (UE) 2016/1104 del Consiglio, del 24 giugno 2016). I regolamenti si applicano negli Stati membri che partecipano alla cooperazione rafforzata e riguardano solo i procedimenti avviati, gli atti pubblici formalmente redatti o registrati e le transazioni giudiziarie approvate o concluse in tale data o successivamente.

Leggi dopo

L'enunciazione delle liberalità come metodologia operativa nell'attività notarile

22 Gennaio 2019 | di Barbara D'Amato

Liberalità indirette

In caso di donazioni indirette sottese ad un diverso negozio posto in essere tra i contraenti, parte della dottrina riconosce l'esplicitazione dell'intento liberale - expressio causae - quale metodologia operativa più corretta da seguire, non solo per l'esatta qualificazione della fattispecie sul piano degli effetti e della disciplina ma anche al fine di garantire una pianificazione trasparente del trapasso generazionale della ricchezza familiare. La riduzione delle donazioni indirette non mette in discussione la titolarità dei beni donati, di tal che l'expressio causae relativa non incide negativamente sul piano della circolazione dei beni.

Leggi dopo

Omesso o tardivo riconoscimento del figlio: come si calcola il risarcimento del danno?

10 Gennaio 2019 | di Rita Russo

Riconoscimento del figlio

Per consolidata giurisprudenza, l'omesso riconoscimento del figlio e il mancato adempimento dei doveri parentali costituiscono fonte di responsabilità aquiliana. Il danno può avere natura patrimoniale, per l'omesso mantenimento, e in tal caso si può liquidare in via equitativa purché in misura non superiore agli esborsi presumibilmente sostenuti. Per la liquidazione del danno non patrimoniale la prevalente giurisprudenza italiana applica, per esigenze di uniformità, i parametri elaborati dall'Osservatorio sulla giustizia civile di Milano (c.d. tabelle milanesi), adattando la voce "risarcimento per decesso del genitore" alla situazione concreta (perdita non definitiva, talora assenza parziale). Alcuni Tribunali preferiscono invece il ricorso al criterio equitativo puro.

Leggi dopo

Violenza sessuale e rapporti coniugali. Certezze ermeneutiche e criticità probatorie

27 Dicembre 2018 | di Cesare Parodi

Maltrattamenti contro familiari e conviventi

Nel genus violenza sessuale, la species violenza coniugale si caratterizza per una serie di profili legati non solo alla valutazione delle condotte, quanto anche – doverosamente – a una specifica analisi della pregresse relazione interpersonale e a una peculiare valutazione dell'elemento soggettivo, con particolare riguardo alla sussistenza di un consenso “tacito” al rapporto sessuale. Il delitto di violenza sessuale di cui all'art. 609-bisc.p. è tra...

Leggi dopo

Il tutore del minore straniero accompagnato e non accompagnato

12 Dicembre 2018 | di Paolo Oddi, Benedetta Colombo

Minori migranti

Un minore straniero può trovarsi sul territorio italiano senza i propri genitori, dunque privo di rappresentanza legale in Italia. Come è noto il d.lgs. 18 agosto 2015, n. 142 (così come recentemente modificato dal d.lgs. 22 dicembre 2017, n. 220) ha compiutamente disciplinato le ipotesi dei minori stranieri non accompagnati attribuendo funzioni di Giudice Tutelare al Tribunale per i minorenni ma esistono anche minori accompagnati da parenti che possono assumerne la tutela sotto la vigilanza del Giudice Tutelare.

Leggi dopo

Decreto sicurezza: in G.U. la legge di conversione

05 Dicembre 2018 | di Luca Dell'Osta


Cittadinanza

È stata approvata la legge 1 dicembre 2018, n. 132 di conversione, con modificazioni, del d.l. n. 113/2018 in materia di protezione internazionale, immigrazione e sicurezza pubblica (nonché misure per la funzionalità del Ministero dell'Interno e dell'Agenzia nazionale per l'amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata). Nonostante le modifiche apportate in sede di conversione dal Parlamento, da una parte viene confermata l'abolizione della protezione umanitaria e dall'altro viene rivisto il sistema di accoglienza dei migranti: si può pertanto affermare che l'impianto del decreto è rimasto, almeno per la parte che qui interessa, complessivamente immutato.

Leggi dopo

Sovrapposizione dei giudizi di separazione e divorzio: presupposti della cessazione della materia del contendere

20 Novembre 2018 | di Stefania Flore

Divorzio: procedimento e impugnazioni

Con l'entrata in vigore della l. n. 55/2015 si sono significativamente ridotti i tempi per proporre la domanda di divorzio. Questo dato, unito alla più risalente introduzione, con la l. n. 263/2005, della sentenza non definitiva di separazione, comporta che ormai siano frequentissimi i casi di contemporanea pendenza dei giudizi di separazione e divorzio.

Leggi dopo

Riforma dell’ordinamento penitenziario: la nuova disciplina dell’esecuzione nei confronti di condannati minorenni

06 Novembre 2018 | di Giuseppe Spadaro, Veronica Cesari


Processo penale minorile

Il nuovo d.lgs. 2 ottobre 2018, n. 121, emanato in attuazione dell'ampia delega per la riforma dell'ordinamento penitenziario contenuta nella l. n. 103/2017, attua una svolta epocale che va a colmare, di fatto, un vuoto legislativo quarantennale. L'Autore, attraverso una prima analisi della nuova normativa, esamina le principali novità introdotte in materia di esecuzione penitenziaria minorile, alla luce delle peculiarità della condizione dei condannati minori d'età e delle fondamenta create dagli interventi di censura operati negli anni dalla Corte costituzionale in assenza di un concreto riscontro normativo.

Leggi dopo

Contestazione della paternità e principio del favor veritatis

30 Ottobre 2018 | di Margherita Moretti


Azioni di stato

Negli ultimi decenni la materia della filiazione, e in particolare le azioni di stato, sulla scia dei mutamenti sociali intervenuti, è stata interessata da una pluralità di riforme legislative. L'Autrice, ripercorrendo l'evoluzione normativa e giurisprudenziale, si sofferma sull'analisi dell'azione di contestazione dello stato di figlio, alla luce dell'ordinanza della Corte di cassazione, 21 febbraio 2018, n. 4194 che ha dato una nuova interpretazione dell'art. 248 c.c., ampliandone l'ambito di applicazione e innovando in misura significativa un risalente orientamento della giurisprudenza di legittimità.

Leggi dopo

La negoziazione assistita in materia di separazione e divorzio e i controlli a tutela dell'interesse del minore

23 Ottobre 2018 | di Vera Sciarrino

Negoziazione assistita

L'art. 6 d.l. n. 132/2014, prevede la negoziazione assistita anche ai fini della risoluzione delle crisi coniugali. L'accordo di negoziazione non è, però, del tutto sottratto al controllo giudiziale che spetta al PM deputato al rilascio, a seconda dei casi, di un nullaosta o di un'autorizzazione, rispettivamente a seguito di un controllo c.d. formale (nel primo caso) o di un controllo c.d. sostanziale (nel secondo caso).

Leggi dopo

Pagine