Focus

Focus

La mediazione familiare con coppie dello stesso sesso

19 Novembre 2020 | di Chiara Vendramini

Mediazione familiare

I cambiamenti nelle modalità di “fare famiglia”, con l’aumento dell’instabilità coniugale, delle convivenze, delle famiglie allargate, di quelle ricomposte e dei figli nati al di fuori del vincolo matrimoniale, ci stanno portando progressivamente, quasi naturalmente, al distacco da un modello che vede il nucleo familiare composto da due genitori eterosessuali e dai loro figli...

Leggi dopo

D.l. Ristori bis: nuovo congedo parentale e bonus baby sitter per le famiglie

16 Novembre 2020 | di Piercarlo Bausola

Permessi o congedi parentali

Il d.l. Ristori-bis, del 9 novembre scorso, che segue il decreto “Ristori” in vigore dal 29 ottobre, prevede alcune misure a sostegno delle famiglie con riferimento alle zone rosse individuate dal Ministro della salute con ordinanza del 4 novembre scorso. È introdotto un nuovo congedo parentale straordinario COVID-19, come già era avvenuto con i provvedimenti emergenziali di marzo e aprile: ci sono però differenze salienti in quanto beneficio non generalizzato, ma mirato alle famiglie delle zone rosse i cui figli siano stati posti in didattica a distanza. Il decreto Ristori-bis prevede inoltre una nuova edizione del bonus babysitter di 1.000 euro, esclusivamente indirizzato ai lavoratori autonomi.

Leggi dopo

Lo scioglimento consensuale del fondo patrimoniale e l'alienazione dell'unico bene che ne fa parte

02 Novembre 2020 | di Alessandra Caputo

Fondo patrimoniale: scioglimento

Il presente contributo offre una panoramica della questione relativa allo scioglimento consensuale del fondo patrimoniale e della diversa, ma affine, fattispecie dell'alienazione del bene che ne fa parte, anche alla luce delle recenti pronunce in tema del Tribunale di Milano, le quali applicano i principi della famosa ed importante sentenza della Corte di Cassazione del 2014 n. 17811.

Leggi dopo

L'efficacia probatoria dei messaggi WhatsApp nei processi familiari

16 Ottobre 2020 | di Giovanni Iorio

Privacy, reputazione e crisi familiare

Nei processi familiari non sono pochi i casi in cui i messaggi scritti su WhatsApp risultino decisivi per la dimostrazione delle tesi sostenute da una delle parti in causa. L'articolo intende fare il punto sullo stato dell'arte della giurisprudenza in materia, precisando quali siano gli oneri probatori in capo a colui che intenda “disconoscere” un WhatsApp. Nella parte finale del contributo l'Autore evidenzia alcuni elementi di criticità nell'orientamento dominante dei giudici di legittimità e di merito.

Leggi dopo

Omogenitorialità: ultime novità, stato civile e prospettive di armonizzazione europea

28 Settembre 2020 | di Giulio Montalcini

Responsabilità genitoriale: omogenitorialità

Con il termine omogenitorialità s’intende il rapporto di fatto e/o giuridico che si instaura fra un adulto, di orientamento omosessuale, e un minore di età. Tale rapporto si consolida sovente all’interno di una coppia di persone dello stesso sesso, sia questa unita civilmente, piuttosto che coniugata, ovvero, in ultimo, solo convivente. Nell’ambito della coppia same sex...

Leggi dopo

Versamento diretto dell'assegno dal datore di lavoro: procedimento

07 Settembre 2020 | di Valeria Mazzotta

Assegno divorzile e una tantum

Il versamento diretto del mantenimento da parte del datore di lavoro è uno degli strumenti maggiormente idonei a garantire l'adempimento delle obbligazioni di mantenimento nei confronti del coniuge, ex coniuge o dei figli, in quanto consente di superare l'inerzia del debitore senza dover attivare singole procedure esecutive a fronte di ogni inadempimento. La disciplina tuttavia non è uniforme e il procedimento è radicalmente diverso secondo che si versi nell'ambito di una separazione, di un divorzio ovvero che si tratti di attuare il mantenimento in favore dei figli non matrimoniali

Leggi dopo

Il suicidio, la sua agevolazione, l'eutanasia

17 Agosto 2020 | di Massimo Dogliotti

Disposizioni anticipate di trattamento (DAT)

Questione tradizionalmente assai dibattuta è quella sulla presunta esistenza di una facoltà di suicidio. In effetti la concezione, oggi ampiamente superata, che modellava i diritti della personalità...

Leggi dopo

Attribuzioni patrimoniali per la casa familiare tra coniugi in comunione legale: quando c'è diritto al rimborso e come richiederlo

13 Agosto 2020 | di Stefania Flore

Comunione legale: scioglimento

La questione delle attribuzioni patrimoniali tra coniugi che comportano, come effetto diretto o indiretto, l'arricchimento dell'altro, è complessa e investe una molteplicità di ipotesi...

Leggi dopo

D.l. “Rilancio”, consensuali e congiunti senza udienza: i perché di un sì

21 Luglio 2020 | di Alessandro Simeone

Separazione giudiziale: procedimento e impugnazioni

La l. 77/2020 di conversione del d.l. 19 maggio 2020, n. 34 (c.d. decreto rilancio), terminata la Fase 1 (9 marzo/11 maggio) e la Fase 2 (12 maggio/30 giugno) ha previsto un periodo di sperimentazione delle modalità di trattazione dei procedimenti civili, diverse dall'udienza in presenza: udienza da remoto e udienza cartolare. L'Autore analizza le novità e verifica se, alla luce della normativa modificata, sia ancora possibile prevedere per le udienze di separazione consensuale e divorzio congiunto, la c.d. trattazione cartolare, secondo la prassi inaugurata dai Tribunali di Reggio Emilia e Vercelli e poi estesa a molti altri Tribunali.

Leggi dopo

IMU e separazione fra coniugi: il coniuge assegnatario è soggetto passivo anche se l'immobile è di terzi

15 Luglio 2020 | di Piercarlo Bausola

Casa familiare: fiscalità

La C.t.r. di Bologna, con sentenza n. 88 del 10 gennaio 2020, ha affrontato il tema della soggettività passiva ai fini IMU nel caso di un fabbricato, assegnato al coniuge in sede di separazione, ma di proprietà di un soggetto terzo (comodante). Riformando il primo grado, è stata disconosciuta la pretesa del Comune di individuare quale soggetto passivo il proprietario terzo dell'immobile, al quale applicare in modo ordinario il tributo senza agevolazioni di alcun genere in fatto di abitazione principale. I giudici tributari di secondo grado hanno fornito un'interpretazione estensiva dell'art. 4, comma 12 quinquies, d.l. n. 16/2012, per il quale non sussisterebbe motivo di riduzione sia dell'ambito applicativo che della possibilità di interpretazione analogica.

Leggi dopo

Pagine