Focus

Focus

A quale età il pernottamento con il genitore non collocatario?

16 Ottobre 2017 | di Laura Cossar


Diritto di visita

L'art. 337-ter c.c., che garantisce a tutti i figli dei separati il generico diritto di mantenere significativi e costanti rapporti con entrambe le figure parentali, costituisce l'unico strumento normativo invocabile per dirimere le dispute genitoriali in punto di regolamentazione delle tempistiche di frequentazione con i figli, all'indomani dell'uscita dalla casa familiare di uno dei due genitori. L'Autore si sofferma in particolare sul tema del pernottamento dei figli presso l'abitazione del genitore non più convivente.

Leggi dopo

L’obbligo del "preventivo" per i professionisti dopo la Legge Concorrenza

02 Ottobre 2017 | di Massimo Vaccari


Deontologia dell’avvocato di diritto di famiglia

La Legge Concorrenza ha previsto l’obbligo per i professionisti esercenti una delle professioni regolamentate di redigere e comunicare al cliente, prima dell’eventuale conclusione dell'incarico, una informativa, scritta o su supporto digitale, sul grado di complessità di esso e sugli oneri ipotizzabili dal momento del suo conferimento.

Leggi dopo

L’utilizzabilità delle prove illecitamente acquisite nel processo di separazione

26 Settembre 2017 | di Giulia Sapi

Privacy, reputazione e crisi familiare

L’Autore analizza il complesso rapporto tra tutela della privacy e dinamiche familiari, soffermandosi in particolare sugli illeciti penali a cui un coniuge può esporsi nel tentativo di precostituirsi delle prove da allegare nel giudizio di separazione o di divorzio, trattando dati personali dell’altro coniuge di cui ha avuto conoscenza in costanza di convivenza matrimoniale. Particolarmente controverso è il tema dell’utilizzabilità o meno nel giudizio civile di tali prove illecitamente acquisite.

Leggi dopo

Vaccini obbligatori: in Gazzetta Ufficiale la legge di conversione

22 Agosto 2017 | di Luca Dell'Osta




Responsabilità genitoriale: nozione

È stato convertito in legge, con sostanziali modifiche rispetto al testo licenziato dal Governo lo scorso 7 giugno 2017, il d.l. n. 73/2017 recante «Disposizioni urgenti in materia di prevenzione vaccinale». Le novità più rilevanti riguardano la natura delle vaccinazioni obbligatorie, l’alleggerimento delle sanzioni previste in caso di mancato rispetto dell’obbligo vaccinale e la promozione di strategie al fine di promuovere un’adesione volontaria e consapevole alle vaccinazioni previste dal Piano nazionale di prevenzione vaccinale.

Leggi dopo

Il contributo delle scienze sociali nelle decisioni in materia di responsabilità genitoriale e le capacità di controllo del Giudice

04 Agosto 2017 | di Giuseppe Gennari

Consulenza tecnica d’ufficio

Il ricorso al sapere delle scienze sociali costituisce un dato ineludibile in materia di decisioni sulla responsabilità genitoriale. Tuttavia, l’attenzione per l’attendibilità di questi dati non è andata di pari passo con il loro utilizzo. La giurisprudenza e la dottrina americana già da decenni hanno affrontato questo tema, letto sullo sfondo della più generale questione del rapporto tra scienza e diritto. Per contro, in Italia sembra ancora lontana l’elaborazione di criteri direttivi per la valutazione tecnica di questo tipo di contributi.

Leggi dopo

Scioglimento dell'unione civile: il legislatore si corregge

18 Luglio 2017 | di Alessandro Simeone


Unioni civili: scioglimento ed effetti

Il d.lgs. 19 gennaio 2017, n. 5, emesso ai sensi della delega contenuta nell'art. 1, comma 28, l. n. 76/2016, ha introdotto rilevanti novità sulle modalità di scioglimento dell'unione civile per volontà delle parti. L'Autore analizza i cambiamenti intervenuti, anche alla luce del successivo d.m. 27 febbraio 2017, ponendo l'accento sulle residue criticità, soprattutto a livello pratico, connesse alla formulazione delle norme che regolano l'istituto.

Leggi dopo

Le spese straordinarie: questioni controverse

05 Luglio 2017 | di Sabina Anna Rita Galluzzo

Assegno di mantenimento per i figli

Tra le controversie che maggiormente sorgono tra genitori, successivamente al provvedimento con cui viene stabilito l'affidamento del minore e il suo mantenimento vi è la suddivisione delle c.d. spese straordinarie. Si tratta di quelle spese che esulano dai bisogni quotidiani e che, connotate dal requisito della imprevedibilità, non possono essere inserite nell'assegno mensile. Si discute, nella prassi, sulla natura e tipologia di tali spese, sul loro ammontare, nonché, sulla necessità ai fini di un rimborso di un preventivo accordo tra i genitori.

Leggi dopo

Il “nuovo” assegno di divorzio secondo la Cassazione: modernità o arretramento?

19 Giugno 2017 | di Alessandro Simeone


Assegno divorzile e una tantum

Con le sentenze nn. 11504/2017, 11538/2017 e 12196/2017, la Suprema Corte di Cassazione ha modificato il concetto di assegno di divorzio, dovuto oggi al coniuge privo di mezzi, o che si trovi nell’impossibilità per ragioni oggettive di procurarseli, che gli permettano non più di godere del pregresso tenore di vita matrimoniale, bensì di essere economicamente indipendente. L’Autore analizza, con alcuni rilievi critici, il nuovo orientamento della Cassazione ponendo lo sguardo sul confronto con gli altri ordinamenti europei e indicando le prime linee applicative dei nuovi principi espressi dai Giudici di legittimità.

Leggi dopo

Autonomia negoziale dei coniugi nella crisi della famiglia

13 Giugno 2017 | di Michele Ruvolo

Separazione consensuale

L'autonomia negoziale delle parti è principio costituzionale che trova applicazione anche in relazione alla fase patologica del rapporto matrimoniale, anche se sono diversi i limiti che esigenze di ordine pubblico e di salvaguardia del superiore interesse dei minori vengono a porre con riferimento al possibile contenuto tipico ed atipico degli accordi in sede di separazione e divorzio. Alcuni aspetti vanno necessariamente disciplinati e devono rispettare certe regole fondamentali, mentre altri profili, quali quelli legati ai trasferimenti immobiliari, possono trovare ingresso nel tessuto negoziale ma preferibilmente mediante l'impiego della tecnica obbligatoria.

Leggi dopo

La costituzione nella fase presidenziale vale anche per la fase contenziosa dei procedimenti di separazione e divorzio

09 Giugno 2017 | di Cesare Trapuzzano


Separazione e divorzio: udienza presidenziale

Con l'ord. 4 maggio 2017 n. 97, il Giudice delle leggi ha affrontato la questione relativa alle conseguenze che derivano dalla natura bifasica dei procedimenti di separazione e divorzio, escludendo che la costituzione del convenuto già nella fase presidenziale, con l'eventuale proposizione di domande riconvenzionali, esiga la rinnovata costituzione nella fase contenziosa davanti al giudice istruttore, a pena di decadenza delle domande già spiegate dal resistente.

Leggi dopo

Pagine