Focus

Focus

Versamento diretto dell'assegno dal datore di lavoro: procedimento

07 Settembre 2020 | di Valeria Mazzotta

Assegno divorzile e una tantum

Il versamento diretto del mantenimento da parte del datore di lavoro è uno degli strumenti maggiormente idonei a garantire l'adempimento delle obbligazioni di mantenimento nei confronti del coniuge, ex coniuge o dei figli, in quanto consente di superare l'inerzia del debitore senza dover attivare singole procedure esecutive a fronte di ogni inadempimento. La disciplina tuttavia non è uniforme e il procedimento è radicalmente diverso secondo che si versi nell'ambito di una separazione, di un divorzio ovvero che si tratti di attuare il mantenimento in favore dei figli non matrimoniali

Leggi dopo

Il suicidio, la sua agevolazione, l'eutanasia

17 Agosto 2020 | di Massimo Dogliotti

Disposizioni anticipate di trattamento (DAT)

Questione tradizionalmente assai dibattuta è quella sulla presunta esistenza di una facoltà di suicidio. In effetti la concezione, oggi ampiamente superata, che modellava i diritti della personalità...

Leggi dopo

Attribuzioni patrimoniali per la casa familiare tra coniugi in comunione legale: quando c'è diritto al rimborso e come richiederlo

13 Agosto 2020 | di Stefania Flore

Comunione legale: scioglimento

La questione delle attribuzioni patrimoniali tra coniugi che comportano, come effetto diretto o indiretto, l'arricchimento dell'altro, è complessa e investe una molteplicità di ipotesi...

Leggi dopo

D.l. “Rilancio”, consensuali e congiunti senza udienza: i perché di un sì

21 Luglio 2020 | di Alessandro Simeone

Separazione giudiziale: procedimento e impugnazioni

La l. 77/2020 di conversione del d.l. 19 maggio 2020, n. 34 (c.d. decreto rilancio), terminata la Fase 1 (9 marzo/11 maggio) e la Fase 2 (12 maggio/30 giugno) ha previsto un periodo di sperimentazione delle modalità di trattazione dei procedimenti civili, diverse dall'udienza in presenza: udienza da remoto e udienza cartolare. L'Autore analizza le novità e verifica se, alla luce della normativa modificata, sia ancora possibile prevedere per le udienze di separazione consensuale e divorzio congiunto, la c.d. trattazione cartolare, secondo la prassi inaugurata dai Tribunali di Reggio Emilia e Vercelli e poi estesa a molti altri Tribunali.

Leggi dopo

IMU e separazione fra coniugi: il coniuge assegnatario è soggetto passivo anche se l'immobile è di terzi

15 Luglio 2020 | di Piercarlo Bausola

Casa familiare: fiscalità

La C.t.r. di Bologna, con sentenza n. 88 del 10 gennaio 2020, ha affrontato il tema della soggettività passiva ai fini IMU nel caso di un fabbricato, assegnato al coniuge in sede di separazione, ma di proprietà di un soggetto terzo (comodante). Riformando il primo grado, è stata disconosciuta la pretesa del Comune di individuare quale soggetto passivo il proprietario terzo dell'immobile, al quale applicare in modo ordinario il tributo senza agevolazioni di alcun genere in fatto di abitazione principale. I giudici tributari di secondo grado hanno fornito un'interpretazione estensiva dell'art. 4, comma 12 quinquies, d.l. n. 16/2012, per il quale non sussisterebbe motivo di riduzione sia dell'ambito applicativo che della possibilità di interpretazione analogica.

Leggi dopo

Le novità nei procedimenti familiari dopo la conversione del d.l. Intercettazioni: il caos si è fatto legge

03 Luglio 2020 | di Alessandro Simeone

d.l. n. 28/2020 convertito in l. n. 70/2020

Separazione giudiziale: procedimento e impugnazioni

Il Parlamento con la l. 25 giugno 2020, n. 70 ha convertito in legge il d.l. 30 aprile 2020 che, a sua volta, aveva modificato il d.l. n. 18/20. Si tratta di una normativa di estrema importanza per il familiarista, giacché destinata a regolamentare le attività processuali anche per il periodo successivo alla cessazione dell'emergenza sanitaria. L'Autore, partendo dall'analisi dei numerosi testi di legge che si sono succeduti, analizza gli scenari attuali e quelli futuribili, nel tentativo di comporre un quadro normativo eterogeneo e foriero di non pochi problemi pratici.

Leggi dopo

Bigenitorialità e coronavirus: piccola antologia della giurisprudenza

04 Giugno 2020 | di Maria Silvia Zampetti

Diritto di visita

A distanza di due mesi dal primo provvedimento fortemente limitativo della libertà di circolazione delle persone fisiche, nasce l'esigenza di raccogliere in un unico contenitore, un'antologia appunto, le pronunce giurisprudenziali che hanno tentato di operare il difficile bilanciamento fra il diritto alla salute, che costituisce il presupposto dichiarato dei divieti di spostamento, ed il diritto alla bigenitorialità dei figli minori

Leggi dopo

Mind the gap: il diritto di famiglia nelle future relazioni tra Italia e Regno Unito

21 Maggio 2020 | di Paolo Bruno

Esecuzione: obbligazioni alimentari nell’Unione Europea

Dopo 47 anni dall'ingresso nell'allora Comunità economica europea, a partire dalla fine di gennaio 2020 il Regno Unito non è più uno Stato membro dell'Unione europea, allo stato attuale del negoziato e salvo colpi di scena dell'ultimo minuto è altamente verosimile che non vi sarà un accordo “su misura” per la cooperazione giudiziaria in materia di famiglia, per cui la presente analisi tenterà di inquadrare il contesto normativo con cui gli operatori pratici avranno a che fare a partire dalla mezzanotte del 1° gennaio 2021 in caso di no deal.

Leggi dopo

Covid-19 e diritti fondamentali nell'ambito della famiglia e dei minori: tra limitazioni ordinarie e straordinarie

12 Maggio 2020 | di Grazia Ofelia Cesaro

Diritto di visita

Le misure adottate dal Governo italiano per il contenimento della diffusione della pandemia da Covid-19 hanno inciso in modo rilevante sui diritti e le libertà individuali garantiti dalla Costituzione e dalle convenzioni internazionali ratificate dall'Italia. Nell'ambito del diritto di famiglia, la giurisprudenza di merito, nel bilanciare le limitazioni alla libertà di circolazione e le altre misure restrittive con i diritti individuali, ha adottato posizioni diverse, alla luce delle circostanze di ogni singolo caso concreto, in bilanciamento con il diritto alla salute (individuale e collettiva) . Nel presente focus si esamineranno i principali effetti delle misure di contenimento del virus sul diritto al rispetto della vita familiare e sui diritti dei minori, fornendo una chiave di lettura del bilanciamento tra diritti fondamentali alla luce delle più rilevanti norme internazionali in materia di tutela dei diritti umani.

Leggi dopo

Sospensione dei termini, udienze, separazioni consensuali e divorzi congiunti dopo la legge di conversione del d.l. Cura Italia. Cosa cambia

30 Aprile 2020 | di Alessandro Simeone

l. 24 aprile 2020, n. 27

Separazione giudiziale: procedimento e impugnazioni

A seguito dell'esplosione della pandemia, sul fronte giustizia, si sono succeduti una serie di provvedimenti, da ultimo è stato poi approvato dal Parlamento la legge di conversione n. 27/2020 del d.l. n. 18/2020 cui sono state apportate però alcune rilevanti modifiche che occorre analizzare partitamente per gli effetti che avranno (anche) sull'attività dei familiaristi.

Leggi dopo

Pagine