Focus

Focus

Ci separiamo. E il cane?

20 Gennaio 2017 | di Cinzia Calabrese

Separazione giudiziale: procedimento e impugnazioni

Sempre più frequentemente, uno dei motivi di litigio delle coppie, coniugate o meno, che si sciolgono è costituito dalla ripartizione dei diritti e dei doveri di accudimento degli animali da compagnia. L'assenza di una normativa specifica e l'insufficienza del richiamo alle categorie di diritto comune della proprietà e possesso, porta l'operatore del diritto a ricercare soluzioni differenti per risolvere fattispecie complesse.

Leggi dopo

Il diritto d'immagine del minore in rete: profili di responsabilità genitoriale e ipotesi di risarcimento del danno

09 Gennaio 2017 | di Stefano Molfino

Responsabilità genitoriale: nozione

Il diritto all'immagine è diritto personalissimo ed inalienabile: quanto ai minori, è demandata a soggetti terzi non già la titolarità bensì l'esercizio del diritto stesso, mediante una manifestazione negoziale unilaterale di consenso. L'Autore, passando in rassegna la normativa eterogenea, analizza i profili civilistici della condivisione in rete dell'immagine del minore da parte dei genitori, anche con riferimento all'esercizio della responsabilità genitoriale.

Leggi dopo

Crisi familiare e soluzione dei conflitti genitoriali: quale giudice deve decidere?

19 Dicembre 2016 | di Francesca Picardi

Responsabilità genitoriale: risoluzione delle controversie

L'articolo si propone di ricostruire la disciplina del procedimento di cui all'art. 709-ter c.p.c., affrontando le problematiche relative al giudice competente, all'oggetto del procedimento e ai mezzi d'impugnazione.

Leggi dopo

Funzione prescrittiva della CTU minorile e libera scelta del trattamento psicoterapico

29 Novembre 2016 | di Marco Lagazzi, Sonia Oppici

Consulenza tecnica d’ufficio

La CTU minorile, quando prescrive al genitore un trattamento psicoterapico, assume una funzione condizionante se non cogente, potenzialmente lesiva dell’ art. 32 Cost.. Vengono discusse le implicazioni di questa tematica, alla luce della sentenza del 1 luglio 2015 n. 13506, che ha stabilito l’impossibilità di obbligare un genitore a “curarsi”.

Leggi dopo

Pagine