Focus

Focus

Il “nuovo” assegno di divorzio secondo la Cassazione: modernità o arretramento?

19 Giugno 2017 | di Alessandro Simeone

Assegno divorzile e una tantum

Con le sentenze nn. 11504/2017, 11538/2017 e 12196/2017, la Suprema Corte di Cassazione ha modificato il concetto di assegno di divorzio, dovuto oggi al coniuge privo di mezzi, o che si trovi nell’impossibilità per ragioni oggettive di procurarseli, che gli permettano non più di godere del pregresso tenore di vita matrimoniale, bensì di essere economicamente indipendente. L’Autore analizza, con alcuni rilievi critici, il nuovo orientamento della Cassazione ponendo lo sguardo sul confronto con gli altri ordinamenti europei e indicando le prime linee applicative dei nuovi principi espressi dai Giudici di legittimità.

Leggi dopo

Autonomia negoziale dei coniugi nella crisi della famiglia

13 Giugno 2017 | di Michele Ruvolo

Separazione consensuale

L'autonomia negoziale delle parti è principio costituzionale che trova applicazione anche in relazione alla fase patologica del rapporto matrimoniale, anche se sono diversi i limiti che esigenze di ordine pubblico e di salvaguardia del superiore interesse dei minori vengono a porre con riferimento al possibile contenuto tipico ed atipico degli accordi in sede di separazione e divorzio. Alcuni aspetti vanno necessariamente disciplinati e devono rispettare certe regole fondamentali, mentre altri profili, quali quelli legati ai trasferimenti immobiliari, possono trovare ingresso nel tessuto negoziale ma preferibilmente mediante l'impiego della tecnica obbligatoria.

Leggi dopo

La costituzione nella fase presidenziale vale anche per la fase contenziosa dei procedimenti di separazione e divorzio

09 Giugno 2017 | di Cesare Trapuzzano

Separazione e divorzio: udienza presidenziale

Con l'ord. 4 maggio 2017 n. 97, il Giudice delle leggi ha affrontato la questione relativa alle conseguenze che derivano dalla natura bifasica dei procedimenti di separazione e divorzio, escludendo che la costituzione del convenuto già nella fase presidenziale, con l'eventuale proposizione di domande riconvenzionali, esiga la rinnovata costituzione nella fase contenziosa davanti al giudice istruttore, a pena di decadenza delle domande già spiegate dal resistente.

Leggi dopo

Il punto sull'assegno di divorzio

08 Giugno 2017 | di Redazione Scientifica

Assegno divorzile e una tantum

Con la sentenza n. 11504 del 10 maggio 2017 la Corte di Cassazione opera una vera e propria rivoluzione copernicana dei presupposti e dei parametri di quantificazione dell’assegno divorzile. Questi gli articoli pubblicati in materia da ilFamiliarista.it.

Leggi dopo

Prevenzione e contrasto del fenomeno del cyberbullismo. Legge 29 maggio 2017, n. 71

05 Giugno 2017 | di Valentina Sellaroli

L., 29 maggio 2017, n. 71

Abuso sui minori

Ormai in discussione da qualche anno, è stata approvata la prima legge nazionale che definisce e persegue condotte di cyberbullismo. Il fenomeno è considerato, con qualche fondamento, una emergenza a livello non solo territoriale e di istituzione scolastica ma nazionale e criminale. Tra luci ed ombre, tra necessità di prevenzione e bisogno di repressione, la nuova legge cerca di dare risposte a preoccupazioni sociali, esigenze di tutela dei minori e bisogno di formazione e informazione degli adulti.

Leggi dopo

Protezione dei minori stranieri non accompagnati: un primo commento alla l. n. 47/2017

29 Maggio 2017 | di Roberto Masoni

l. 7 aprile 2017 n.74

Giudice tutelare: competenze

La nuova legge, riprendendo le indicazioni contenute nei testi europei, definisce il minore straniero non accompagnato il minorenne non avente cittadinanza italiana o dell'Unione europea che si trova per qualsiasi causa nel territorio dello Stato o che è altrimenti sottoposto alla giurisdizione italiana, privo di assistenza e di rappresentanza da parte dei genitori o di altri adulti per lui legalmente responsabili in base alle leggi vigenti nell'ordinamento italiano.

Leggi dopo

Si può prescrivere una psicoterapia alla coppia genitoriale?

15 Maggio 2017 | di Giovanni Battista Camerini, Marco Pingitore, Giovanni Lopez

Responsabilità genitoriale: risoluzione delle controversie

Accade frequentemente che il Giudice prescriva un trattamento sanitario, in genere un sostegno alla genitorialità o una psicoterapia, alla coppia genitoriale al fine di affievolire il conflitto e recuperare le competenze genitoriali. Ma è realmente possibile ed efficace imporre un trattamento psicologico ad un soggetto adulto, pena la perdita dell'affidamento del figlio?

Leggi dopo

Il contratto di convivenza: forma e contenuto

03 Maggio 2017 | di Stefano Molfino

L. n. 76/2016.

Contratti di convivenza

Il legislatore nel 2016 ha preso coscienza della necessità di fornire una cornice giuridica anche ai rapporti di coppia non fondati sul matrimonio e che sino ad ora non trovavano adeguata tutela nell'ordinamento italiano. Gli arresti giurisprudenziali che hanno preceduto l'emanazione della l. n. 76/2016 sono stati cristallizzati nella norma di nuova introduzione e nei suoi numerosi commi insieme alla regolamentazione dei contratti di convivenza: tali negozi, che già in precedenza erano ritenuti leciti dai giudici di merito e di legittimità, sono ora vincolati ad una rigida disciplina, sia nella loro fase fisiologica, che in quella patologica.

Leggi dopo

In Gazzetta Ufficiale la nuova legge a tutela dei minori stranieri non accompagnati

24 Aprile 2017 | di Luca Dell'Osta

L. n. 47/2017

Abbandono di minori o incapaci

La legge 7 aprile 2017, n. 47 recante “Disposizioni in materia di misure di protezione dei minori stranieri non accompagnati” (G.U. n. 93 del 21 aprile 2017), interviene, con luci e ombre, in questioni di stretta attualità quali la condizione e le sorti dei minori stranieri che giungono sul territorio nazionale italiano, senza avere alcun riferimento parentale.

Leggi dopo

I criteri di scelta della scuola in caso di conflitto tra i genitori

07 Aprile 2017 | di Francesca Mazzoleni

Responsabilità genitoriale: risoluzione delle controversie

La scelta della scuola rientra nel novero delle decisioni di straordinaria importanza che i genitori devono assumere assieme, giusta l'esercizio congiunto della responsabilità genitoriale. Da ciò consegue che, in caso di conflitto genitoriale, il Tribunale debba intervenire, all'interno di un giudizio di separazione, divorzio oppure ai sensi dell'art. 316, comma 4, c.c. con un procedimento ad hoc. L'autrice analizza i criteri che la giurisprudenza pone a base delle proprie decisioni, evidenziando al contempo alcune criticità delle scelte operate che parrebbero non sempre essere perfettamente collimanti con il best interest of the child.

Leggi dopo

Pagine