Casi e sentenze di merito

Casi e sentenze di merito

Riconoscimento del figlio: ammessa l’opposizione del genitore se è compromesso lo sviluppo psicofisico del minore

07 Dicembre 2016 | di Redazione Scientifica

Trib. Catania

Riconoscimento del figlio

In materia di riconoscimento di figli “naturali” vengono in considerazione due diritti primari: il diritto del minore ad essere riconosciuto come figlio e il diritto del genitore ad effettuare il riconoscimento.

Leggi dopo

La funzione dell'ascolto del minore

05 Dicembre 2016 | di Redazione Scientifica

Trib. Pavia

Ascolto del minore

Ascoltare i minori ai sensi degli artt. 315-bis, comma 3, e 337-octies c.c. e ai sensi delle convenzioni internazionali, non significa che il giudice debba prendere atto della volontà manifestata verbalmente dai figli...

Leggi dopo

Il figlio maggiorenne può intervenire nel divorzio tra i genitori per il proprio mantenimento

29 Novembre 2016 | di Redazione Scientifica

Trib. Torino

Figli maggiorenni

Il figlio maggiorenne non ancora economicamente indipendente può chiedere al giudice che sia posto a carico del genitore, presso cui non convive, l’obbligo di versare direttamente a sé un assegno per il proprio mantenimento.

Leggi dopo

Esclusa la competenza del giudice minorile nei casi previsti dagli artt. 330 e 333 c.c.

24 Novembre 2016 | di Redazione Scientifica

App. Salerno

Responsabilità genitoriale: decadenza e limitazioni

La competenza del tribunale ordinario sussiste in tutte le ipotesi in cui, in virtù del contenuto sostanziale della domanda, possano essere adottati provvedimenti riconducibili all’art. 330 c.c. o all’art. 333 c.c..

Leggi dopo

Niente addebito al coniuge infedele se la vita matrimoniale era già compromessa

18 Novembre 2016 | di Redazione Scientifica

App. Milano

Separazione giudiziale: addebito

In tema di separazione l’inosservanza dell'obbligo di fedeltà coniugale rappresenta una violazione particolarmente grave, la quale, determinando normalmente l'intollerabilità della prosecuzione della convivenza, costituisce di regola circostanza sufficiente...

Leggi dopo

No al risarcimento del danno se l’ex convivente ostacola il rapporto tra cane e padrone

16 Novembre 2016 | di Redazione Scientifica

Trib. La Spezia

Convivenza

Nell’ipotesi in cui, a seguito della interruzione della relazione di coppia, l’attore rivendichi la proprietà del cane detenuto dall’ex convivente...

Leggi dopo

Assegno divorzile: estinzione in caso di convivenza more uxorio

10 Novembre 2016 | di Redazione Scientifica

Trib. Catania

Assegno divorzile e una tantum

In materia di assegno divorzile, ove uno degli ex coniugi abbia instaurato con un'altra persona una convivenza con carattere di stabilità e continuità...

Leggi dopo

La mancanza di un progetto di vita comune esclude l'addebito della separazione

04 Novembre 2016 | di Redazione Scientifica

Trib. Pavia

Separazione giudiziale: addebito

Il fatto di non aver superato il problema dei rapporti sessuali tra i due compagni manifestatosi in forma eclatante e per un periodo molto lungo prima del matrimonio, come pure il fatto di non aver condiviso prima della scelta di sposarsi un progetto che contemplasse o meno la procreazione...

Leggi dopo

Il giudice delibera sull’affidamento dei minori anche se cessa la causa di separazione

27 Ottobre 2016 | di Redazione Scientifica

Trib. Cuneo

Affidamento condiviso

Nell’ipotesi in cui il Tribunale dichiara cessata la materia del contendere nella causa di separazione coniugale di due coniugi stranieri sposati all’estero, per essere intervenuta nelle more una sentenza di scioglimento del matrimonio da parte dell’autorità giudiziaria straniera...

Leggi dopo

La nuova attività dell’ex coniuge non legittima l’aumento dell’assegno divorzile

24 Ottobre 2016 | di Redazione Scientifica

App. Catania

Assegno divorzile e una tantum

Ai fini della revisione dell’assegno divorzile rilevano solo quegli incrementi delle condizioni patrimoniali dell'ex-coniuge che si configurino come ragionevole sviluppo di situazioni e aspettative presenti al momento del divorzio.

Leggi dopo

Pagine