Casi e sentenze di merito

Casi e sentenze di merito

Il terzo può pagare in luogo del coniuge obbligato inadempiente, solo dopo l'ordine del giudice

28 Maggio 2015 | di Redazione Scientifica

Trib. Roma

Garanzie: ordine di pagamento diretto

Dal combinato disposto dell’art. 3, co. 2, L 219/2012 e dell’art. 8, co. 2, L. 898/1970, si desume che, solo a seguito dell’ordine di distrazione dei redditi dell’obbligato

Leggi dopo

La forte conflittualità fra i coniugi non impedisce l'affidamento condiviso

28 Maggio 2015 | di Redazione Scientifica

Trib. Roma

Affidamento condiviso

Va disposto l’affidamento condiviso del figlio, qualora risulti che, nonostante il permanere di forte conflittualità tra i genitori, le condizioni stabilite concordemente tra loro siano conformi all’interesse del minore

Leggi dopo

L'affidamento condiviso diventa esclusivo se l'altro genitore si disinteressa del minore

28 Maggio 2015 | di Redazione Scientifica

Trib. Roma

Affidamento esclusivo

Va disposto l’affidamento del figlio in via esclusiva ad un solo genitore, ove risulti che, durante il periodo di affidamento condiviso, l’altro genitore si sia totalmente disinteressato per lungo tempo del benessere e dell’andamento scolastico del minore

Leggi dopo

Sul mantenimento ed affidamento dei figli "non matrimoniali" decide anche il giudice del luogo di residenza abituale del minore

28 Maggio 2015 | di Redazione Scientifica

Trib. Roma

Figli nati fuori dal matrimonio: procedimento e competenza

In merito all’individuazione del giudice territorialmente competente per l’emissione di provvedimenti di mantenimento ed affidamento dei figli nati fuori del matrimonio, la L. 219/2012 nulla statuisce in ordine ai criteri da utilizzare

Leggi dopo

Nell'azione di disconoscimento di paternità, le prove emato-genetiche sono prove in senso proprio

28 Maggio 2015 | di Redazione Scientifica

Trib. Roma

Disconoscimento di paternità

Le prove emato-genetiche sono prove in senso proprio, giacché l'attuale livello della ricerca ed esperienza scientifica consente di esprimere, grazie ad esse, sufficienti garanzie nel ritenere decisivo il loro contributo nell'attribuzione della paternità di un soggetto

Leggi dopo

Il valore dei buoni postali nel regime di comunione legale

28 Maggio 2015 | di Redazione Scientifica

App. Catania

Comunione legale dei beni: oggetto

I buoni postali non sono frutti o proventi percepiti e non consumati, differentemente dal saldo attivo di un conto corrente che rientra ex art. 177 c.c. nella comunione de residuo, ma beni mobili, sussumibili nella categoria dei prodotti finanziari.

Leggi dopo

Le regole di disciplina dei genitori nel regime di affidamento condiviso

28 Maggio 2015 | di Redazione Scientifica

App. Catania

Affidamento condiviso

Il provvedimento giudiziale che determina l’affidamento condiviso deve richiamare i doveri di entrambi i genitori e indicarne gli obblighi, salvo che emerga una radicata incapacità e rilevi il rischio di gravi pregiudizi per i minori.

Leggi dopo

Convenzioni internazionali a tutela dei minori e natura dei provvedimenti

20 Maggio 2015 | di Redazione Scientifica

App. Bologna

Figli nati fuori dal matrimonio: procedimento e competenza

Nelle convenzioni internazionali, per il perseguimento della finalità di protezione del minore, è irrilevante il titolo giuridico dell'affidamento o l'eventuale pronuncia di un provvedimento

Leggi dopo

Rifiuto ingiustificato di sottoporsi all'esame del DNA: argomento idoneo a fondare il convincimento del giudice sulla sussistenza della paternità

19 Maggio 2015 | di Redazione Scientifica

App. L'Aquila

Dichiarazione giudiziale di paternità

In materia di dichiarazione giudiziale di paternità, il rifiuto ingiustificato di sottoporsi all'esame del DNA rientra tra gli argomenti idonei a fondare

Leggi dopo

Il mutamento della residenza del minore non concordata con l’altro genitore è causa di pregiudizio?

14 Maggio 2015 | di Redazione Scientifica

App. Catania

Responsabilità genitoriale: risoluzione delle controversie

Dall’eventuale qualificazione come atto illecito del comportamento tenuto dal genitore affidatario e domiciliatario della prole minorenne che trasferisce la residenza del minore senza previo concerto con l’altro genitore

Leggi dopo

Pagine