Multimedia

Divorzio breve

04 Giugno 2015 | Divorzio: presupposti ed effetti
Facebook LinkedIn Twitter

È stata pubblicata, nella G.U. dell’11 maggio 2015, la l. 6 maggio 2015, n. 55, da tutti (impropriamente) definita come il c.d. “divorzio breve”. anche se la legge contiene una previsione (art. 2), che non afferisce il vincolo coniugale, ma introduce una nuova causa di scioglimento della comunione legale, con  conseguente modifica dell’art. 191 c.c. Si tratta di una legge, frutto di un compromesso, che accorpa sei progetti, politicamente traversali: si mantiene infatti in vita l’istituto della separazione personale, mentre si accorciano i tempi per richiedere il divorzio (e, dunque, breve non è il divorzio, ma il tempo di ininterrotta separazione legale, per poter presentare domanda di divorzio). Si richiede infatti un anno (a far data dalla comparizione dei coniugi davanti al presidente del tribunale), nei procedimenti di separazione giudiziale, e sei mesi per le separazioni consensuali, nonchè per quelle, nate come giudiziali, ma  trasformate successivamente in consensuali; in ogni caso si prescinde dall’esistenza o meno di figli, minori o maggiorenni.

 

Leggi dopo