Homepage

Casi e sentenze Casi e sentenze

Il mutamento della residenza del minore non concordata con l’altro genitore è causa di pregiudizio?

14 Maggio 2015 | di Redazione Scientifica

App. Catania

Responsabilità genitoriale: risoluzione delle controversie

Dall’eventuale qualificazione come atto illecito del comportamento tenuto dal genitore affidatario e domiciliatario della prole minorenne che trasferisce la residenza del minore senza previo concerto con l’altro genitore

Leggi dopo
La Bussola LA BUSSOLA

Liberalità indirette

14 Maggio 2015 | di Andrea Fusaro

Si parla di donazione atipica o indiretta in relazione a qualsiasi liberalità attuata attraverso uno strumento giuridico caratterizzato da uno scopo diverso, avendosi cura di precisare che la causa è la medesima della donazione diretta

Leggi dopo
Giurisprudenza commentata Giurisprudenza commentata

Strasburgo condanna l’Italia per il mancato riconoscimento del rapporto di filiazione formatosi all’estero

14 Maggio 2015 | di Silvia Veronesi

Corte EDU

Maternità surrogata

L’art. 8, della Convenzione dei diritti dell’Uomo e delle libertà fondamentali del 1950 si applica ai ricorrenti che hanno trascorso con il minore le prime fasi della sua infanzia e si sono comportati, nei suoi confronti, come fossero i suoi genitori

Leggi dopo
Giurisprudenza commentata Giurisprudenza commentata

Il diritto del minore di essere ascoltato si realizza anche attraverso CTU

13 Maggio 2015 | di Laura Maria Cosmai

Cass. civ.

Ascolto del minore

L'audizione del minore anche nel caso in cui il giudice disponga avvenga a mezzo di consulenza tecnica, non può rappresentare una restrizione della sua libertà personale ma costituisce, al contrario, un'espansione del diritto alla partecipazione nel procedimento che lo riguarda

Leggi dopo
Casi e sentenze Casi e sentenze

L’amministratore di sostegno può esprimere e sottoscrivere il ricorso per separazione consensuale in nome e per conto del beneficiario?

12 Maggio 2015 | di Redazione Scientifica

Trib. Catania

Amministrazione di sostegno

Il diritto alla separazione è una situazione giuridica soggettiva che realizza la personalità dell’individuo, quindi si tratta di un diritto personalissimo, e, anche in regime di amministrazione di sostegno, il beneficiario, attraverso il suo amministratore, può compiere atti personalissimi

Leggi dopo
News News

Pubblicata in Gazzetta Ufficiale la legge sul “divorzio breve”

12 Maggio 2015 | di Redazione Scientifica

L. 6 maggio 2015, n. 55

Divorzio giudiziale

Si è concluso lunedì 11 maggio 2015, con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, il percorso che ha condotto all’emanazione della legge n. 55/2015 (cd. divorzio breve) che introduce nuove «disposizioni in materia di scioglimento o di cessazione degli effetti civili del matrimonio nonché di comunione tra i coniugi», in vigore dal 26 maggio 2015.

Leggi dopo
News News

Procura generale per convenzioni matrimoniali: se in dottrina manca un orientamento unitario la procura non è contraria all’ordine pubblico e il notaio non è sanzionabile

11 Maggio 2015 | di Redazione Scientifica

Cass. civ.

Convenzioni matrimoniali

In assenza di un orientamento giurisprudenziale e dottrinale univoco, non possono essere considerate contrarie all’ordine pubblico le due procure generali attribuite dai coniugi per atto di notaio aventi ad oggetto la facoltà di stipulare una qualsiasi convenzione matrimoniale, a discrezione del procuratore.

Leggi dopo
La Bussola LA BUSSOLA

Processo penale minorile

08 Maggio 2015 | di Luca Villa

Se il Tribunale per i minorenni è di antica istituzione (R.D.L. 20 luglio 1934, n. 1404), solo nel 1988 viene compiutamente disciplinato il processo penale relativo agli imputati minorenni ispi-randolo alle convenzioni internazionali in materia (le c.d. “Regole di Pechino”, approvate dall’ONU nel 1985) ed adattandolo alla struttura del coevo nuovo Codice di procedura penale.

Leggi dopo
La Bussola LA BUSSOLA

Cognome

08 Maggio 2015 | di Rita Russo

Il nome è il principale mezzo di identificazione della persona: esso è composto dal prenome (o nome di battesimo) e dal cognome e costituisce un elemento essenziale dell'identità personale dell'individuo, che riceve tutela costituzionale ai sensi dell’art. 2 Cost..

Leggi dopo
La Bussola LA BUSSOLA

Giudice tutelare: competenze

08 Maggio 2015 | di Giuseppe Buffone

Il Giudice Tutelare esercita le sue funzioni presso ogni Tribunale e costituisce, dunque, un magistrato che deve essere necessariamente previsto nell’organico dell’ufficio giudiziario. La codificazione del 1942, originariamente, confinava il giudice tutelare al ruolo di mero soprintendente delle tutele e delle curatele. Le sopravvenienze normative lo hanno, invece, arricchito nelle funzioni e nei poteri così mettendolo al centro di importantissime competenze giurisdizionali, sia in materia di minori che di adulti incapaci.

Leggi dopo

Pagine