Bussola

Tutela e curatela

Sommario

Inquadramento | L’amministrazione di sostegno | Condizione giuridica del beneficiario e dell'amministratore di sostegno | Interdizione ed inabilitazione: presupposti applicativi | Gli effetti della pronunzia di interdizione | Ulteriori tipologie di esclusione | Differenziazione rispetto all’amministrazione di sostegno | Aspetti procedurali | L’interdizione legale | Casistica |

 

La capacità di agire indica l’attitudine del soggetto a compiere e ricevere atti giuridici incidenti sulla propria sfera personale e patrimoniale. Tale capacità si acquista, di regola, al compimento del 18º anno di età (art. 2 c.c.); ossia, in forza di presunzione legale non vincibile da prova contraria, laddove la persona sia presuntivamente ritenuta matura per la partecipazione al traffico giuridico. Il contratto concluso dal minore di anni 18 è annullabile (art. 1425 c.c.). La regola, in tema di acquisto della capacità al compimento della maggiorità, subisce eccezione laddove il maggiorenne non sia, in grado, a causa della disabilità che l’affligge, di gestire i propri interessi. In tal caso, la capacità di agire può essere limitata o del tutto eliminata grazie alle misure di protezione delle persone prive in tutto o in parte di autonomia, contenute nel titolo XII del libro primo del codice civile (artt. 404-432 c.c.); amministrazione di sostegno, interdizione ed inabilitazione. Viceversa, l’interdizione legale non adempie ad una finalità protettiva, in quanto ha funzione prettamente sanzionatoria ed è applicabile nei confronti dei condannati per gravi reati (su cui infra). Il minore è quindi persona priva della capacità di agire a causa del suo ancora insufficiente svilupp...

Leggi dopo