Bussola

Trust per la gestione del patrimonio familiare

19 Settembre 2017 |

Sommario

Inquadramento | Fattispecie e finalità | Altri istituti per la gestione del patrimonio familiare | Il trust di gestione del patrimonio familiare ed i beni culturali | Casistica |

 

Il trust, per sua natura, è un istituto giuridico che consente la segregazione di beni o crediti rispetto al patrimonio del suo costiutente, consentendo la creazione di patrimoni separati che agevolano l'attività imprenditoriale e la diminuzione dei rischi conseguenti a certi tipi di investimenti. Il trust, di per sé, è un istituto di matrice anglosassone, che è stato introdotto nel nostro ordinamento con la l. n. 364/1989, per mezzo della quale l’Italia ha ratificato la Convenzione dell’Aja del 1 luglio 1985. Esso è dotato di una straordinaria flessibilità e le infinite possibilità quanto alla sua struttura ed ai suoi scopi consentono di modellare agevolmente questo modello in funzione di diversi tipi di necessità. Nel trust, generalmente, un soggetto denominato trustee gestisce un patrimonio che gli è stato trasmesso da un altro soggetto, il disponente (o settlor) nell’interesse ed a beneficio di uno o più soggetti, i beneficiari, col fine di raggiungere uno scopo prestabilito dallo stesso disponente. In particolare, la figura del trust di gestione del patrimonio familiare identifica una determinata tipologia di trust, di cui un'ampia categoria di trust costituiscono un valido esempio poiché, pur presentando oggetti e struttura differenti, condividono tutti lo scopo di gesti...

Leggi dopo

Esplora i contenuti più recenti su questo argomento

News

News

Su Trust per la gestione del patrimonio familiare

Vedi tutti »