Bussola

Rendita vitalizia

Sommario

Inquadramento | Fonti costitutive | Oggetto della rendita e forma | Il requisito essenziale del contratto | Ricorrenza ed esclusione dell’alea. Modalità di accertamento | Divisibilità della rendita e svalutazione monetaria | Casistica |

 

La rendita vitalizia è il contratto di rendita regolato dagli artt. 1872-1881 c.c.. Il legislatore non ha espresso una definizione per la rendita vitalizia, come diversamente ha indicato per la rendita perpetua. Per rendita vitalizia deve intendersi il rapporto obbligatorio con cui una parte (vitaliziante) corrisponde ad un’altra (vitaliziata) una prestazione periodica di denaro o di altre cose fungibili per la durata della vita di un soggetto, che può essere il beneficiario della rendita, il debitore  o un terzo (purché in vita al momento della stipulazione). Può avere natura di negozio a titolo oneroso mediante alienazione di un bene mobile o immobile o mediante la cessione di un capitale o a titolo gratuito. Dalla costituzione di rendita, quale ne sia la fonte, nasce un rapporto di durata.   In evidenza La rendita vitalizia deve intendersi il rapporto obbligatorio con cui una parte corrisponde ad un’altra una prestazione periodica di denaro o di altre cose fungibili per la durata della vita di un soggetto, che può essere il beneficiario della rendita, il debitore o un terzo (purché in vita al  momento della stipulazione).   Le norme del codice che disciplinano l’istituto non riescono a regolamentare  una fattispecie di grande diffusione e di rilevante importanza economi...

Leggi dopo