Bussola

Matrimonio civile: nullità, inesistenza, annullabilità

Sommario

Inquadramento | Le invalidità matrimoniali | Bigamia, incesto e delitto | Parentela e affinità | Matrimonio del minore | Matrimonio del coniuge dell’assente | Interdizione | Incapacità naturale | Violenza, errore e timore reverenziale | Simulazione | Procedimento | La separazione temporanea | Casistica |

 

Il matrimonio, per il diritto civile, si configura come un negozio giuridico, il cui elemento costitutivo è rappresentato dalla volontà delle parti di assumere il vincolo, mentre gli effetti sono disciplinati per legge: si distingue così fra “matrimonio atto” e “matrimonio rapporto”. A base del matrimonio vi è il consenso, che deve essere libero e provenire da persona capace di comprendere le conseguenze dell’atto. Nel contempo l’ordinamento prevede una serie di impedimenti alle nozze, per la tutela di interessi pubblici. La mancanza di consenso, come pure la violazione di norme imperative danno luogo ad un vizio che incide sulla validità del matrimonio, che dovrà essere accertato in sede giudiziale.  

Leggi dopo

Esplora i contenuti più recenti su questo argomento

Focus

Focus

Su Matrimonio civile: nullità, inesistenza, annullabilità

Vedi tutti »