Bussola

Legato

Sommario

Inquadramento | Caratteri generali del legato | Legato e istituzione di erede | Legato e modus testamentario | Oggetto del legato | Classificazione dei legati | Legati di specie e di genere | Legato di contratto | La rinunzia al legato |

 

Il codice civile non fornisce una precisa definizione del legato, ma, all'art. 588 c.c., distingue tra disposizioni a titolo universale, le quali comprendono l'universalità o una quota dei beni del testatore e attribuiscono la qualità di erede, e disposizioni a titolo particolare che conferiscono la qualità di legatario: sicché si può in prima approssimazione affermare che il legato è una disposizione «a titolo particolare» mediante la quale il testatore attribuisce al legatario particolari diritti a causa di morte. È altresì ricorrente l'affermazione secondo cui l'istituzione di erede dà luogo ad un fenomeno di successione a titolo universale (affermazione, questa, senz'altro esatta), mentre il legato comporta una successione a titolo particolare, in singulas res: il che è tuttavia vero per i legati di specie (concernenti ad un dipresso beni determinati appartenenti al de cuius), i quali determinano il subentro del legatario al testatore nella relazione col bene e, così, realizzano un congegno di successione a titolo particolare, ma non è altrettanto vero per i legati obbligatori (legato di cosa generica, legato di alimenti, legato di rendita vitalizia, legato di contratto, legato di cosa non appartenente al de cuius, legato di liberazione di debito, ecc.), che determinano il...

Leggi dopo

Le Bussole correlate >