Bussola

Femminicidio

Sommario

Inquadramento | Lo stalking | La violenza sessuale aggravata | Arresto ed allontanamento in flagranza di reato | Misure cautelari anche per lesioni lievissime e minacce aggravate | Obbligo di informare la vittima sulla misura cautelare | Obbligo di notifica dell'esito dell'indagine | L'audizione protetta della vittima | Il patrocinio della vittima a spese dello Stato | L'ammonimento per lo stalking e per le lesioni volontarie lievissime e le percosse | Permesso di soggiorno per vittime di violenza domestica |

 

Con l’espressione “femminicidio” si  intende, al di là del suo significato letterale che richiamerebbe l’omicidio commesso in danno di persona di sesso femminile, più genericamente un delitto contro la persona, che sia espressione di violenza di genere, commesso da soggetto che è, o che è stato, legato alla vittima da una relazione di tipo affettivo. La risposta legislativa, destinata a tentare di arginare questo fenomeno sociale, si è articolata sotto tre direttrici:  da un lato, quello del diritto penale sostanziale; è stato creato un nuovo reato, gli atti persecutori (c.d. stalking) che, pur non essendo destinato a fronteggiare unicamente situazioni di violenza di genere, è destinato a trovare particolare applicazione proprio in esse, e sono state introdotte aggravanti speciali nel reato di violenza sessuale; dall’altro, anticipando per certi versi la riforma del d.lgs. 15 dicembre 2015, n. 212, che ha ampliato in termini generali i poteri della persona offesa nel processo penale (e su cui v. amplius di seguito), sono stati modificati alcuni istituti processuali per aumentare la tutela della vittima nel corso del  processo penale con norme molto incisive che hanno finito per disegnare uno statuto differenziato di processo penale per questo tipo di reati (ci si riferisce all...

Leggi dopo