Bussola

Domicilio, residenza, dimora

23 Ottobre 2017 |

Sommario

Inquadramento | Rilevanza giuridica del domicilio | … e della residenza | In caso di notificazione | Altri tipi di domicilio e residenza | Trasferimento | Ipotesi particolari: domicilio dei coniugi, del minore e dell'interdetto | Il domicilio dello straniero | Casistica |

 

Il domicilio di una persona è nel luogo in cui essa ha stabilito la sede principale dei suoi affari e interessi. La residenza è nel luogo in cui la persona ha la dimora abituale. La dimora è, invece, richiamata solo implicitamente, e si desume in via interpretativa in contrapposizione alla residenza, rispetto alla quale è priva del requisito della abitualità.   In evidenza  Il codice civile italiano ha conservato la distinzione tra domicilio, residenza e dimora. Nel primo si concentrano, con un criterio di prevalenza quantitativa e qualitativa rispetto ad altri luoghi, le situazioni attive e passive che al soggetto fanno capo. Nella seconda, la presenza fisica abituale del soggetto costituisce il presupposto materiale a ragione del quale attorno allo stesso gravitano tutti i rapporti sociali e familiari inerenti alla persona.    

Leggi dopo

Esplora i contenuti più recenti su questo argomento