Bussola

Divorzio internazionale: legge applicabile

Sommario

Inquadramento | Il divorzio internazionale nelle Preleggi al codice civile del 16 marzo 1942 | La legge 31 maggio 1995, n. 218 | L’intesa per una cooperazione rafforzata e la Decisione 2010/405/UE del 12 luglio 2010 | Il Regolamento (UE) n. 1259/2010 del Consiglio del 20 novembre 2010 (Roma III) | Campo di applicazione e materie escluse | Il criterio della scelta delle parti | Forma e tempo dell’accordo | Criteri sussidiari | Carattere universale | Limiti di applicazione | Casistica |

 

Il problema dell’individuazione della legge regolatrice della separazione e del divorzio si pone con riferimento alle controversie aventi ad oggetto lo scioglimento dei matrimoni caratterizzati da elementi di internazionalità, sempre più comuni in ragione della aumentata mobilità dei cittadini comunitari ed extracomunitari all’interno dell’Unione Europea. Una volta individuata, in base ai criteri del Regolamento (UE) 2201/2003 del 27 novembre 2003, l’autorità giurisdizionale (internazionalmente) competente in materia, si tratta di individuare la legge sostanziale regolatrice del rapporto.

Leggi dopo

Esplora i contenuti più recenti su questo argomento

Focus

Focus

Su Divorzio internazionale: legge applicabile

Vedi tutti »

Giurisprudenza sovranazionale

Giurisprudenza sovranazionale

Su Divorzio internazionale: competenza giurisdizionale

Vedi tutti »

Multimedia

Multimedia

Su Divorzio: presupposti ed effetti

Divorzio breve
di Alberto Figone

Vedi tutti »