Bussola

Annullamento del matrimonio

Sommario

Inquadramento | Il matrimonio del minore | Il matrimonio dell’interdetto | Il matrimonio dell’incapace naturale | Il matrimonio del beneficiario di amministrazione di sostegno | I vizi del consenso matrimoniale | Violenza | Timore di eccezionale gravità | Errore | Casistica |

 

L’annullamento è una delle categorie delle invalidità del matrimonio, la cui disciplina è contenuta nel Libro I, Titolo VI, Sezione VI, del nostro codice civile, agli artt. 117 e ss. c.c.. La normativa parla indistintamente sia di nullità che di annullamento, come pure di “impugnazione” del matrimonio, senza ricorrere alla nota bipartizione di cui alle categorie contrattuali. Tuttavia, recentemente, in occasione della riforma della filiazione (cfr. in particolare il d.lgs. n. 154/2013), il legislatore pare aver preso atto delle differenti fattispecie che compongono il genus delle invalidità matrimoniali, distinguendo nelle species “nullità” e “annullamento”. La nullità, nell’accezione formulata da dottrina e giurisprudenza, è la sanzione a quelle violazioni delle condizioni essenziali per il riconoscimento del matrimonio da parte dell’ordinamento, inteso come atto giuridicamente idoneo a realizzare la sua funzione, mentre l’annullamento è la sanzione alla violazione di una delle condizioni richieste a tutela del libero e responsabile consenso al negozio matrimoniale.

Leggi dopo