Quesiti Operativi

Validità del testamento contenente solo legati

Tizia ha disposto per testamento di tutte le sue sostanze liquide depositate presso una specifica banca e dell’unico immobile attribuendo quest’ultimo interamente ad un solo legatario e i soldi in percentuali ad altri quattro legatari.

Al momento della morte Tizia è vedova e non ha né figli né genitori viventi, né fratelli. L’erede legittimo è una cugina, parente in linea collaterale di quarto grado.

La cugina mi chiede se sia possibile e valido un testamento composto da soli legati e cosa accade se emergono altri beni, oltre a quelli indicati nel testamento, e a chi vanno i beni mobili non attribuiti a nessuno.

 

Il testamento che contenga soltanto legati è valido.

Per i beni in esso non contemplati operano le norme della successione legittima, perciò l’erede - nello specifico la cugina - è chiamata come erede per i beni mobili non indicati nel testamento e per qualsiasi altro bene, nel caso in cui emergano ulteriori cespiti a compendio dell’eredità.

Perciò, nel caso prospettato coesisteranno la successione legittima e la successione testamentaria (Cass., sez. II civ., sent. 20 giugno 2017, n. 15239: la successione legittima può coesistere con quella testamentaria nell'ipotesi in cui il de cuius non abbia disposto con il testamento della totalità del suo patrimonio ed in particolare, nel caso di testamento che, senza recare istituzione di erede, contenga soltanto attribuzione di legati.)

L’erede legittimo ugualmente risponderà anche dei debiti della defunta, salvo accettazione con beneficio di inventario.

Le imposte della successione, invece, saranno a carico dei legatari in relazione a quanto ricevuto.

Leggi dopo

Le Bussole correlate >