News

In GU il DPCM che istituisce il Bonus asilo nido

In Gazzetta Ufficiale è stato pubblicato il d.P.C.M. 17 febbraio 2017 che istituisce il “bonus nido” per i bambini nati o adottati a partire dall'1 gennaio 2016. Ad ogni figlio, a partire dal 2017, è quindi attribuito un buono annuo di mille euro per il pagamento delle rette dell’asilo, pubblico o privato; il genitore richiedente dovrà essere in possesso della cittadinanza italiana o di quella di uno stato membro dell’UE (per gli extracomunitari basta il permesso di soggiorno), oltre alla residenza italiana. Specifica il decreto che «il contributo è erogato dall'Istituto Nazionale della Previdenza Sociale tramite un pagamento diretto, con cadenza mensile, al genitore richiedente, fino a concorrenza dell'importo massimo della quota parte mensile, dietro presentazione da parte dello stesso genitore della documentazione attestante l'avvenuto pagamento della retta per la fruizione del servizio presso l'asilo nido pubblico, o privato autorizzato, prescelto».
 
All’interno del decreto è introdotto anche un beneficio per l’assistenza domiciliare per i bambini affetti da gravi patologie: anche in questo caso, si tratta di un beneficio di massimo mille euro annui, «per favorire l'introduzione di forme di supporto presso la propria abitazione in favore dei bambini al di sotto di tre anni impossibilitati a frequentare gli asili nido in quanto affetti da gravi patologie croniche».
 
Per accedere ai due benefici il genitore dovrà presentare all’INPS una domanda specificando a quale dei due intende accedere. Per ciascun anno, le domande potranno essere presentate entro il 31 dicembre. L'INPS provvederà entro trenta giorni dalla data di pubblicazione del decreto in Gazzetta Ufficiale all’emanazione di apposite istruzioni operative.
 
Leggi dopo