News

Covid-19, la causa relativa al diritto di visita ai figli non ha quel carattere d’urgenza richiesto per la trattazione

Visita i figli. Il Tribunale di Agrigento, adito ex art. 709-ter c.p.c. dall’ex moglie per ammonire e condannare l’ex marito al risarcimento dei danni poiché questi non si era attenuto alle prescrizioni relative al diritto/dovere di visita dei figli stabilite con precedente ordinanza, ha rilevato che l’art. 83 del dpcm n. 18/20202 ha disposto la sospensione di tutte le udienze civili fino al 15 aprile (data prorogata fino all’11 maggio 2020)

Inoltre, nella decisione i Giudici hanno rilevato che, ai sensi della Circolare organizzativa emanata dal Tribunale di Agrigento il 23 marzo 20202, devono essere tenute soltanto le udienze riguardanti gli alimenti e le obbligazioni alimentari derivanti da rapporti di famiglia, di parentela, di matrimonio o affinità, i procedimenti cautelari riguardanti la tutela dei diritti fondamentali della persona e quelli che produrrebbero pregiudizio alle parti se la loro trattazione fosse ritardata.

Chiarito questo, il Tribunale specifica che nel caso di specie il diritto di visita del padre è stato regolato con ordinanza alla quale questi deve attenersi. Inoltre, non rivestendo la richiesta di ammonimento e di condanna al risarcimento del danno quel carattere di urgenza richiesto, il Tribunale ha disposto il rinvio dell’udienza alla data che sarà comunicata alle parti.

Leggi dopo