Giurisprudenza sovranazionale

Protezione internazionale: va negata la perizia volta a fornire un’immagine dell’orientamento sessuale

29 Gennaio 2018 | ,

Corte di giustizia UE

Privacy, reputazione e crisi familiare
 

L’articolo 4 della direttiva 2011/95/UE deve essere interpretato nel senso che le autorità competenti a concedere la protezione internazionale possono procedere con una perizia per verificare l’orientamento sessuale del richiedente, ma tale perizia deve essere conforme al dettato della Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea, il cui art. 7 tutela il diritto al rispetto della vita privata e familiare.

Leggi dopo

Le Bussole correlate >